L’importanza degli antiossidanti naturali

Gli antiossidanti sono sostanze importantissime, che permettono al nostro corpo di contrastare e neutralizzare l’azione distruttiva svolta dai radicali liberi, prolungandone la longevità.

Alimenti antiossidanti
Gli antiossidanti sono dei veri e propri depuratori, che hanno il compito di liberare l’organismo dalle sostanze di scarto prodotte dalle cellule.

Ciascun gruppo omogeneo di cellule del nostro organismo svolge una particolare funzione: ci sono quelle addette alla ricostruzione dei tessuti muscolari, delle cartilagini, delle ossa, della pelle. L’attività svolta dalle cellule produce dei materiali di scarto che sono tossici per il nostro organismo. I radicali liberi sono uno di questi prodotti di scarto, in grado di ridurre la vita delle cellule sane e di accelerare il processo di invecchiamento, attraverso il danneggiamento della membrana plasmatica e del DNA, di indebolire il sistema immunitario e di favorire l’insorgere di malattie croniche e di tumori. Come se ciò non bastasse, il nostro corpo è esposto ad altri numerosi attacchi portati da inquinamento, fumo, raggi UV, alimentazione scorretta, stress, prodotti chimici, pesticidi, farmaci e così via.

Il nostro organismo è in grado di neutralizzare questi attacchi, attraverso un complesso sistema di difesa, costituito proprio dalle sostanze di antiossidanti, come enzimi, vitamine, sostanze naturali (come i bioflavonoidi) ed oligoelimenti come il selenio.

Tra gli enzimi più importanti ricordiamo la superossidodismutasi, la catalasi e il glutatione ridotto. Tra le sostanze che è possibile assumere tramite l’alimentazione, un’azione molto importante è svolta dalla Vitamina E, dallaVitamina C, dai carotenoidi, i polifenoli e le antocianine.

Libri e varie...

Se è vero che l’alimentazione può dare una grossa mano nella lotta ai radicali liberi, è altrettanto vero che abitudini alimentari scorrette possono accentuarne i danni e la loro proliferazione. Gli alimenti alimentari più pericolosi sono quelli contenenti lipidi e grassi polinsaturi, quindi quelli contenuti in carne rossa ed insaccati.

D’altro canto gli alimenti più ricchi di antiossidanti in assoluto, sono frutta e verdura ed in particolare: patate dolci, carote, crescione, piselli, broccoli, cavolfiori, limoni, mango, melone, peperoni, zucca, fragole, pomodori, cavoli, uva, kiwi,arance, semi e frutta secca, zucca comune, germe di grano, albicocche, fagioli. Quindi tutta la frutta e la verdura di colore rosso, arancione, giallo. Anche il tonno, le sardine, il salmone ed i frutti di mare contengono una buona quantità di antiossidanti, ma d’altro canto contengono anche inquinanti tipo il mercurio.

Ma quanti antiossidanti dovremo assumere giornalmente per contrastare l’azione dei radicali liberi?

La razione raccomandata giornaliera, per una persona che non fuma, non è soggetta a stress, non fa uso di farmaci, non beve alcolici, non fa sport, non consuma molti grassi, non si espone troppo ai raggi solari, dovrebbe essere pari a quella contenuta in otto porzioni di frutta e verdura.

Frullati antiossidantiUna porzione di frutta è pari a 150 gr, mentre una di verdura è pari a 250 gr se cotta e a 50 gr se cruda. Quindi se dovessimo assumere la quantità raccomandata, dovremmo consumare quattro porzioni di frutta, pari a 600 grammi, e quattro porzioni di verdura pari a un chilo se cotta o duecento grammi se cruda. Cosa non facilissima per tutti. In questo casi può essere utile preparare dei centrifugati.

Antiossidanti naturali: quali sono

Tra i tanti esistenti in natura, ne elenchiamo alcuni tra i più efficaci:

– Goji. Le Bacche di Goji sono un potente integratore naturale che favorisce energia, benessere e dimagrimento. Originarie delle vette dell’Himalaya, le bacche vengono considerate a livello scientifico i prodotti della Natura più ricchi naturalmente di antiossidanti esistenti sulla nostro pianeta.

– Mangostano Puro. Il mangostano è un frutto carnoso che cresce su una pianta sempre verde nelle Isole della Sonda, nel Borneo e in Indonesia. La sua polpa ha moltissime proprietà nutrizionali ed è incredibilmente ricca di antiossidanti, le sue proprietà benefiche e nutritive lo rendono perfetto per essere classificato tra i Superfood e un aiuto notevole per la vita quotidiana.

– Bacche di Acai. L’azione antiossidante e nutriente di questi frutti rende il suo estratto perfetto per aiutarti a vivere la tua vita con energia e salute. Il successo di questa bacca è anche dovuto alla sua ricchezza di antiossidanti naturali, tra i quali la Vitamina E, la Vitamina C e una specie naturale di fitonutrienti speciali chiamati Antociani, che rendono l’effetto antiossidante molto più efficace di alimenti quali mirtilli, arance e vino rosso.

A cosa servono gli antiossidanti

Capita spesso di sentir parlare o di leggere sugli antiossidanti, un termine ormai entrato nel linguaggio comune, utilizzato da tutti, per la verità qualche volta, senza che di fondo ci sia una conoscenza precisa circa la loro funzione. Spiegare cos’è un antiossidante non è una cosa semplicissima ma ci si può provare in modo che la prossima volta saremo più consapevoli di cosa stiamo assumendo.

Sappiamo tutti che la materia è composta da atomi, a loro volta formati da protoni e neutroni, più elettroni che ruotano attorno al nucleo. Gli elettroni hanno carica negativa, i protoni positiva. Due o più atomo insieme formano una molecola. Il nostro corpo è formato da sostanze, le proteine, i grassi, il DNA che possono essere definite grandi molecole, ossia centinaia o migliaia di atomi uniti.

L’uomo e tutti gli altri organismi si mantengono grazie a continue trasformazioni chimiche, in cui le molecole più grandi si suddividono in più piccole, quelle piccole vengono poi organizzate in molecole più grandi. Una molecola è necessario che sia stabile, cioè deve contenere una giusta quantità di elettroni; se ne contenesse di più si trasformerebbe in un radicale libero, una molecola instabile capace di reagire con altre cellule, per esempio il DNA, danneggiandolo. Ecco dove entrano in gioco gli antiossidanti: quando una molecola perde un elettrone e si trasforma in radicale libero, l’antiossidante lo ripristina e lo neutralizza.

Antiossidanti

Antiossidanti

Bisogna però tenere a mente che anche i radicali liberi svolgono delle funzioni essenziali per la nostra esistenza. Per fare un esempio, le nostre cellule immunitarie li utilizzano per uccidere i batteri patogeni. L’importante è quindi che venga sempre rispettato un certo equilibrio; quando i radicali liberi diventano troppi e superano gli antiossidanti si parla di stress ossidativo. Si tratta di una condizione patologica, durante la quale molecole importanti vengono danneggiate fino a morire.

Cosa contribuisce allo sviluppo di troppi radicali liberi? Sicuramente lo stress o errate abitudini di vita giocano un ruolo importante.

A questi aggiungiamo l’inquinamento atmosferico, il fumo, l’alcol, le tossine, lo zucchero, i grassi polinsaturi, le radiazioni che comprendono un’esposizione eccessiva ai raggi solari, le infezioni da batteri, funghi, virus, il consumo eccessivo di ferro, rame e zinco, troppo o poco ossigeno nel corpo, un esercizio fisico intenso e prolungato, una carenza di antiossidanti. Lo stress ossidativo è strettamente collegato all’insorgenza di malattie cardiovascolari e alcuni tipi di cancro. Gli antiossidanti si trovano in tutti gli alimenti di origine vegetale e animale, sono essenziali per la sopravvivenza di tutti gli esseri viventi.

Gli antiossidanti più essenziali sono la vitamina C e la vitamina E. I prodotti a base di carne e pesce ne contengono a sufficienza, ma nel contempo presentano molti aspetti negativi. Sono la frutta e la verdura gli alimenti migliori, insieme alle bacche, al tè verde, al caffè e al cioccolato fondente.

Antiossidanti e dieta

Gli antiossidanti vengono suddivisi in due gruppi principali: liposolubili e idrosolubili; i primi agiscono nelle membrane cellulari, i secondi nel liquido al di fuori di esse. La vitamina C è uno degli antiossidanti idrosolubili più importanti oltre a rappresentare un elemento nutritivo essenziale.

La vitamina E è il più importante antiossidante liposolubile capace di proteggere le membrane dal danno ossidativo. I flavonoidi sono un folto gruppo di antiossidanti presenti in larga misura nei vegetali. Molti antiossidanti poi svolgono funzioni altrettanto importanti, per esempio, quelli presenti nella curcuma e nell’olio extravergine d’oliva. Si tratta di sostanze che svolgono anche un potente effetto antinfiammatorio.

Gli antiossidanti quindi svolgono un ruolo fondamentale per la nostra salute, ma anche nella loro assunzione bisogna adottare una certa misura: troppi possono risultare tossici e finire con il promuovere anziché contrastare il danno ossidativo. Diversi gli studi che hanno dimostrato come anche troppo alti livelli di antiossidanti, possono causare morte precoce. Sempre meglio quindi assumerli attraverso gli alimenti piuttosto che sotto forma di integratori. Bere un succo di arancia rossa naturale gioverà alla salute più che bere un integratore composto da acqua e vitamina C. Gli alimenti veri contengono migliaia di sostanze nutritive che lavorano in sinergia per il nostro benessere. Gli integratori o l’assunzione di compresse multivitaminiche hanno un senso solo in presenza di importanti carenze nutrizionali. L’abitudine migliore quindi è quella di assumere giornalmente una o due porzioni di frutta e verdura fresca, che garantiscano un adeguato apporto giornaliero di antiossidanti.

Fonte: www.dottorsport.info

Libri e varie...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *