Illusioni Estive

di Francesco Cappello

Siamo soggetti a pericolose illusioni estive…

C'ERAVAMO TANTO ILLUSI...

I più si vaccinano in buona fede, vittime di un criminale inganno si sono lasciati convincere che così facendo daranno il proprio contributo al ritorno alla vita di prima. Lo spirito, nel migliore dei casi, è quello di chi si offre volontario col solo benevolo intento di contribuire al bene comune. Certo non si avvedono della micidiale trappola che ci è stata tesa. Ai vaccini viene infatti attribuito un potere salvifico del tutto infondato…

Chi si vaccina crede nella scienza, vero? Ti è noto che i vaccini selezionano varianti virali!? Chi lo dice? lo dice “Nature” e non solo… Nature afferma che vaccinandoti rischi di diventare centro diffusore di varianti più aggressive e contagiose del virus. Questo significa, se non ti fosse chiaro, che se l’incubo continuerà sarà proprio a causa della campagna vaccinale a cui hai aderito…

Se non osservi, se non comunichi, se non studi, ti convinceranno ancora una volta che la colpa sarà di chi non si è ancora vaccinato… e se dovessero venire a vaccinarci con la forza rischierai di pensare che è giusto così!

Nel caso accadesse rischieresti di assecondare, senza nemmeno avvedertene, la logica nazista di quella costrizione/tortura/condanna psico-fisica a cui potrebbe essere sottoposto il tuo prossimo: parenti, amici, conoscenti e tutti gli altri che, pur sconosciuti, ti sono sorelle e fratelli.

Ti è stato suggerito che vaccinandoti, nel caso ti ammalassi di covid, questo si manifesterebbe in forma lieve… ma sei informato male, non è così. Vaccinandoti, nel momento in cui verrai a contatto con le forme virali effettivamente circolanti rischierai l’ADE – ovvero il potenziamento fatale della malattia. Nel futuro prossimo rischierai anche perversi effetti immunopatologici a medio e lungo termine che nessuno si è preoccupato di indagare.

Mi sono vaccinato… è andato tutto bene… ricorda tanto quella scena del film “l’Odio” in cui il protagonista si butta giù dall’ultimo piano; allo spettatore è concesso di sentire i pensieri del suicida che cadendo per farsi coraggio dice tra sé e sé: quinto piano, quarto piano, terzo piano, fin qui tutto bene… Il problema non è la caduta ma l’atteraggio!

Articolo di Francesco Cappello

Fonte: www.francescocappello.com

Libri e varie...

Un commento

  1. Una mia amica sana ha voluto vaccinarsi .cinque giorni dopo, si è ammalata di Covid…
    Inutile…non capisce che è stato il vaccino..anzi…sostiene che grazie al vaccino se lo è preso in forma leggera..
    E dire che fa vita monacale..vede pochissima gente

Rispondi a Maria Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *