Il tema del “Morto vivente” e del Vampirismo, nella società odierna

di Ippolita Sicoli

Oggi si è privilegiati se si è liberi. Un tempo i privilegiati erano i ricchi.

         I simboli massonici di squadra e compasso con al centro il numero della bestia in una formella

I simboli massonici di squadra e compasso con al centro il numero della bestia in una formella

Questa è una società che, anziché incoraggiare la vita, ci vuole proni alla condizione di morte. Dietro questa pandemia si nasconde forse la “mano occulta” di qualcuno? La logica di partenza è che la paura faccia più danni della morte in sé, perché le facoltà dell’immaginazione, pur traendo spunto dal reale, vanno ben oltre il reale, tuffandolo nella probabilità. La mente è creatività allo stato puro e di principio, e nel momento in cui la creatività che compone l’Arte insegue presupposti di negatività che oltraggiano la vita, inevitabilmente si accorda al male e alla morte.

La Massoneria finanziaria svolge la funzione di raccogliere adepti al servizio del male, tramite il reclutamento di artisti e ricorrendo al plagio del Pensiero attraverso un’iconografia opposta a quella benigna. Scenografie ben apparecchiate, loghi devianti e simboli contrapposti a quelli di base delle cosiddette religioni positive, sono la montatura barocca e grossolana di un deleterio sistema speculativo che poggia sulla cultura del vampirismo. Nutrirsi della vita altrui per agire nell’eternità degli inferi.

Il tema del “morto vivente” che le sovrastrutture speculative sioniste hanno attinto dall’iconografia anni Ottanta del repertorio dark e post punk allora con il precipuo messaggio di porre l’accento sul disagio interiore di chi mal tollerava la presenza invasiva del perbenismo, oggi al contrario tende a flettere l’umanità al potere mondialista.

I vampiri nella cultura corrente sono i grandi banchieri, gli usurai e gli speculatori tesi a stravolgere l’ordine della Natura, manipolandola sul piano della genetica, per i propri fini. Lo sfruttamento a più livelli è conseguenza del Vampirismo e del Satanismo riadattatisi alla società moderna. Entrambi rivelano l’interscambiabilità delle dimensioni iconiche sempre e comunque espressione di un pensiero che, nell’andamento di una umanità sana, dovrebbe tendere ed educare al bello e al bene, non di certo come invece sta avvenendo, al Satanismo. Il bello inteso come purezza e armonia tra le parti esprime il bene. Il brutto invece, opposto a quanto ora detto, volge e convince al male.

Articolo di Ippolita Sicoli

Fonte: https://ilcentrotirreno.it/lafinestrasullospirito/amore-psiche/11855-il-tema-del-morto-vivente-e-del-vampirismo-nella-societa-odierna.html

Libri e varie...
SISTEMA MASSONICO E ORDINE DELLA ROSA ROSSA - VOL. 2
Il conflitto tra Massoneria, Vaticano e Rosacroce per il controllo spirituale della società
di Paolo Franceschetti

Sistema Massonico e Ordine della Rosa Rossa - Vol. 2

Il conflitto tra Massoneria, Vaticano e Rosacroce per il controllo spirituale della società

di Paolo Franceschetti

In questo secondo volume prosegue l'analisi dell'omicidio massonico, ma la ricerca diventa sempre più complessa, perché la storia della massoneria si intreccia con quella della Chiesa Cattolica e con la figura di Gesù, attorno alla quale le due organizzazioni si sono fatte una guerra spietata.

Si arriva quindi a capire come Massoneria e Chiesa Cattolica siano due facce della stessa medaglia, di cui l'una non potrebbe esistere senza l'altra. Si approfondisce anche la storia del Cristianesimo, evidenziando la lotta perpetrata nei secoli per nascondere la verità su molti aspetti della storia di Gesù, con i tentativi, da parte dei rosacroce e delle società segrete, di preservarne la realtà storica e spirituale.

Tra le vicende giudiziarie che in questo volume iniziano a delinearsi (per trovare la conclusione nel terzo volume) c'è la vicenda delle Bestie di Satana. L'autore, nel corso delle sue ricerche come legale di Paolo Leoni e di Nicola Sapone (considerati i leader della setta), è arrivato a scoprire che i ragazzi coinvolti nella vicenda sono quasi tutti innocenti, mentre i colpevoli veri dovrebbero essere cercati altrove, ai vertici dello stato.

Trattandosi di una vicenda giudiziaria tra le più importanti al mondo in tema di satanismo (insieme alla vicenda Manson in America del 1969), essa è stata il punto di osservazione privilegiato per capire come dietro alle vicende di sangue che vengono trattate dai media come normali casi di cronaca nera, ci siano in realtà feroci lotte politiche o culturali tra centri di potere riconducibili, ancora una volta, alla Chiesa Cattolica o alla Massoneria.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *