Il piano segreto dell’élite attraverso la perversione dei costumi

di Floriana Castro

Creazione di una “Nuova Natura Umana” e instaurazione di un Nuovo Ordine Mondiale: questi gli scopi che si prefiggono le massonerie globaliste mondiali.

Corrompere con il sesso

Quali fini si prefigge la sètta massonica? Secondo tutti gli studiosi più accreditati di questa piovra sotterranea e per ammissione di numerosi suoi adepti, si tratta in sintesi dei fini perseguiti da tutte le altre Società Segrete e dagli altri movimenti che gravitano intorno ad essa, ovvero l’edificazione del «Tempio di Salomone» (tempio ebraico), la realizzazione della «Grande Opera», che altro non è, che la creazione di una «nuova natura umana» e l’instaurazione di un Nuovo Ordine Mondiale, sotto l’egida della sètta.

Ma la creazione di una nuova natura umana e di un Mondo Nuovo, passa inevitabilmente attraverso quella serie di operazioni che risponde alla prima fase del famoso motto programmatico “solve et coagula” (dissolvi e ricomponi), ossia attraverso la rimozione forzata di tutti quegli ostacoli sociali, politici e soprattutto religiosi che, per la loro stessa natura, impediscono la realizzazione di questo disegno.

La parola d’ordine è: ”Corrompere con il sesso”. Tale rivoluzione iniziò ufficilamente con l’idealismo lanciato da Karl Marx, per poi dilagare nel 68 con la rivoluzione culturale, toccando l’apice ai nostri giorni. Oggi infatti viviamo in un’epoca in cui è addirittura la normalità che crea scandalo. E’ soprattutto attraverso la corruzione morale e la distruzione della famiglia, che gli illuminati insidiano i popoli  – all’oscuro circa le loro macchinazioni – per inculcare le loro idee di falsa liberazione.

«Si assoggettano meglio i popoli con la pornografia che con i campi di concentramento». Diceva Alexandr Solzenicyn.

Dio decretò la distruzione di Sodoma e Gomorra, le famose città distrutte da Dio a causa dei gravi peccati di sodomia che gli abitanti perpetravano. Oggi i tempi sono cambiati, oggi non ci si limita più a compiere il peccato e ad ostentarlo con orgoglio, ma si chiedono pure diritti per i suoi perpetratori.

«Se vogliamo distruggere una nazione, dobbiamo prima distruggere la sua morale; poi ci cadrà in grembo come un frutto maturo, svegliate l’interesse della gioventù per il sesso e sarà vostra» diceva Lenin.

Oggi è la purezza che viene disprezzata e derisa, soprattutto le anime fedeli al Vangelo e al Magistero della Chiesa che insegna la Virtù vengono prese di mira e psicologicamente martirizzate, gli illuminati lo sanno bene, uccidere i cattolici fisicamente è inutile.

«Non stanchiamoci mai di corrompere», diceva a sua volta il massone Nubius: «Noi potremo vincere la religione cattolica non col ragionamento, ma unicamente pervertendo i costumi. Corrompere tutto e tutti: giovani, donne e bambini; preti e semplici fedeli. Si cerchi di corrompere soprattutto la donna. Rendiamo popolare il vizio nelle moltitudini. Tertulliano diceva con ragione, che il sangue dei martiri è il seme dei cristiani. Ora, è deciso nei nostri consigli, che noi non vogliamo più cristiani; non facciamo dunque dei martiri, ma rendiamo popolare il vizio nelle moltitudini. Occorre che lo respirino con i cinque sensi, che lo bevano, che ne siano sature. Fate dei cuori viziosi, e voi non avrete più cattolici, ma perché sia profonda, tenace e generale, la corruzione delle idee deve cominciare fin dalla fanciullezza, nell’educazione. Schiacciate il nemico, qualunque esso sia, dicevano le istruzioni, ma soprattutto, schiacciatelo quando è ancora nell’uovo. Alla gioventù infatti bisogna mirare: bisogna sedurre i giovani, attirarli, senza che se accorgano. Andate alla gioventù e, se è possibile, fin dall’infanzia» (lettera del carbonaro Nubius al fratello Volpe).

lolitaIl massone Vindice diceva: «Corrompiamola la donna. Corrompiamola assieme alla Chiesa. Noi abbiamo intrapresa la corruzione in grande: la corruzione del popolo per mezzo del clero, e del clero per mezzo nostro, corruzione che deve condurci un giorno al seppellimento della Chiesa cattolica. La Chiesa non la si vince se non con la corruzione, la strategia della corruzione è rivolta contro la società che si vuole cambiare, e contro la Chiesa”.

E’ infatti impensabile stabilire un ‘‘Nuovo ordine mondiale”, con una Chiesa che ha come punto cardine le parole taglienti di Cristo, che invitano alla purezza e all’ordine morale.

Ed ecco una direttiva massonica che descrive questo piano ben preciso:

«La prima conquista da fare è la conquista della donna. La donna deve esser liberata dalle catene della Chiesa e dalla legge […]. Per abbattere il cattolicesimo, bisogna cominciare col sopprimere la dignità della donna, la dobbiamo corrompere assieme alla Chiesa. Diffondiamo la pratica del nudo: prima le braccia, poi le gambe, poi tutto il resto. Alla fine, la gente andrà in giro nuda, o quasi, senza più batter ciglio. E, tolto il pudore, si spegnerà il senso del sacro, s’indebolirà la morale e morirà per asfissia la fede».

Nel 1923, su ordine di Lenin, venne fondato a Francoforte un ‘Istituto per il Marxismo’. Prima idea-chiave: «Una strategia che potrebbe provocare una simile disintegrazione, una tale corruzione, una tale erosione dell’Occidente, ovvero la “rivoluzione culturale“, potrebbe essere l’unica in grado di creare le condizioni preliminari della rivoluzione comunista […]. L’ostacolo, è la civiltà occidentale stessa e la cultura che genera […]. La civiltà occidentale ha molte roccaforti che costituiscono altrettanti ostacoli: la morale che proviene dalla religione, la famiglia, l’attenzione rivolta al passato come guida per l’avvenire, la padronanza sugli istinti primari dell’uomo, e un’organizzazione sociale e politica che garantisce la libertà senza invitare alla licenza. E, di tutti questi ostacoli, i due più grandi sono Dio immanente, sempre presente, e la famiglia”. Era il messaggio di Marx nel 1843, scritto prima che si lanciasse in una teoria economica pseudo-scientifica. A quel tempo, egli invitava ad una critica spietata di tutto ciò che esiste, ma in modo speciale della religione, della scienza e della famiglia.

“Quando l’uomo occidentale sarà “liberato” dalla sua umanità, e immergerà le sue radici nel fango, la nuova società politica potrà sorgere». Dobbiamo organizzare gli intellettuali e utilizzarli per corrompere l‘Occidente. Quando avranno corrotto tutti i suoi valori, solo allora potremo imporre la dittatura del proletariato» Karl Marx, nel 1843

Ecco un diktat estratto dal Manuale per i comunisti della Florida:

«Corrompete la gioventù, alienatela dalla religione, fissate la loro attenzione sul sesso, lasciateli diventare superficiali, distruggete il loro idealismo, provocate con ogni mezzo il crollo delle virtù morali, dell’onestà, della purezza»

corruzione dei costumiRimaniamo sempre negli Stati Uniti, il paese “nemico” del comunismo. Ecco un estratto dalle Direttive date ai compagni degli Stati Uniti:

«Abrogare tutte le leggi contro l‘oscenità. Distruggere il senso morale diffondendo la pornografia nei libri, nei periodici, nei film alla radio e in televisione. Presentare le degenerazioni sessuali come normali, naturali, favorevoli all’equilibrio psichico e igienico. Distruggere la famiglia, favorendo le unioni libere e il divorzio».

Un altro estratto dal libro Asiatici (1925), del romanziere Artur Landsberger (1876-1933):

«Un Paese non è altro che un corpo gigantesco: chi regola le sue funzioni genitali, influenza tutto il corpo e lo riduce in suo potere. Si prende un Paese attraverso il suo istinto più sviluppato, allora, quella generazione, senza più ritegno, perderà le sue forze e sarà in preda a un’ebbrezza di cui noi potremo regolarne la durata. Creando sempre nuovi stimoli, sapremo rendere permanente quell’ebbrezza e fare del Paese unisola di ossessi».

Sessualizzazione della societàMa non finisce qui. Dei disegni e disposizioni sull’essenzialità della perversione morale dei popoli per poterli meglio dominare se ne potrebbe riempire un’intera biblioteca. Ecco il pensiero di Michail Bakunin (1814-1876), rivoluzionario russo e iniziatore del movimento anarchico internazionale:

«In questa rivoluzione dovremo risvegliare il diavolo nel popolo e in lui le passioni più vili».

Jean Cau (1925-1933), scrittore e giornalista francese:

«Quando l’uomo sarà divenuto un essere che striscia, che grugna e salta sulla femmina, e voi continuerete soltanto ad accarezzare il suo sesso e a scatenare la bestia che è in lui, allora il porcile diventerà un macello. La carne che offrite nelle vostre riviste illustrate è buona tutt’al più ad essere venduta, schernita, torturata, uccisa e bruciata».

Il tono e gli obiettivi sono gli stessi della Massoneria, la quale si è servita del comunismo (una creatura del capitalismo selvaggio) per corrompere la classe meno agiata.

Dalla Parola d’ordine del Partito Comunista Italiano:

«Il nostro compito è di promuovere l’ondata della pornografia e di presentarla con simpatia come il fine supremo della libertà artistica».

Oggi l’impero comunista non esiste più, ma in oltre settant’anni il veleno dell’ideologia è penetrato in profondità nel tessuto sociale e particolarmente nella cultura giovanile, perennemente alla ricerca di chimere libertarie.

«L’essenziale è isolare l’uomo dalla sua famiglia, e di corromperlo nei costumi […]. Egli ama le lunghe conversazioni del caffè e l’ozio degli spettacoli. Trascinatelo, coinvolgetelo, dategli una qualsiasi importanza, insegnategli discretamente ad annoiarsi dei suoi lavori giornalieri, e, attraverso questo lavorio, dopo avergli mostrato quanto siano faticosi i suoi doveri, gli inculcherete il desiderio di un’altra esistenza. L’uomo è nato ribelle. Attizzate questo desiderio di ribellione fino all’incendio, ma che l’incendio non esploda! È una preparazione alla Grande Opera che dovete cominciare. Quando avrete insinuato in alcune anime il disgusto per la famiglia e per la religione, lasciate cadere certe parole che provochino in lui il desiderio di essere affiliato ad una Loggia vicina».(Piccolo Tigre: istruzioni che egli inviava, il 18 gennaio 1822, agli agenti superiori delle Logge piemontesi).

Il coinvolgimento di alcune massonerie ebraiche nell’industria del porno, è il risultato di un odio atavico verso l’autorità cristiana: gli ebrei stanno tentando di indebolire la cultura dominante in Occidente mediante la sovversione morale, a prova di ciò ecco una famosa frase dell’ebreo pornografo Al Goldstein:

” L’unico motivo per cui noi ebrei siamo nella pornografia è perché pensiamo che Cristo faccia schifo”.( Jewish quarterly, inverno 2004 N° 196)

Allo stesso modo ripeteva Dr. Abrams:

“Gli ebrei sono la forza motrice che sta dietro alla moderna industria pornografica, e la loro motivazione è, in parte, distruggere la morale dei gentili”.

ideologia genderL’ideale morale cristiano è infatti in netta opposizione all’ideale mondialista di uomo e donna ‘snaturati’ della loro dignità e della loro immagine, infatti un individuo reso bestiale nella sua umanità è più facilmente dominabile. Ripeteva a tal proposito Timothy Leary, scrittore, psicologo e attore statunitense sessantottino, noto per le sue posizioni e il suo attivismo in favore dell’uso delle droghe psichedeliche:

”Ci siamo schierati contro il concetto cristiano di un unico Dio, di una sola religione e di un’unica realtà che ha contaminato l’Europa per secoli e l’America fin dai giorni della sua fondazione. Sentiamo che è giunta l’ora dell’avvento di una nuova religione umanista basata sull’intelligenza, sul pluralismo amichevole e sul paganesimo scientifico”.

Gli fa eco Aldous Huxley noto scrittore e “futurologo”. Nel romanzo “Il Nuovo Mondo” Huxley descrive nei minimi dettagli la visione che gli Illuminati hanno del futuro; previsioni che a distanza di decenni sembrano essersi avverate in pieno. Fratello di Julian Huxley, primo direttore dell’UNESCO, nonché nipote del noto biologo Thomas Henry Huxley, grande sostenitore delle teorie darwiniste, Aldous Huxley è soprattutto noto per aver partecipato al programma di controllo mentale della CIA, MKultra, noto anche per sostenere e fare uso di allucinogeni. Sulla perversione dei costumi per dominare i popoli si esprimeva così:

“Man mano che la libertà politica ed economica diminuisce, la libertà sessuale ha tendenza ad accrescersi a titolo di compenso. E il dittatore sarà bene accorto a incoraggiare questa libertà. Aggiungendosi al diritto di sognare sotto l’influenza della droga, del cinema, della radio, essa contribuirà a riconciliare costoro con la schiavitù che è il loro destino.” Aldous Huxley

Già Platone, in un celebre passo de «La Repubblica», ci chiarisce come la tirannide nasca e cresca all’ombra del libertinaggio. Ma Huxley va oltre: addita all’umanità come suo futuro inevitabile una società in cui le perversioni siano addirittura imposte. Per adesso la Sinarchia europea sta imponendo ope legis la loro accettazione; si pensi alle cosiddette leggi contro l’omofobia.

Pochi sanno che attraverso movimenti in apparenza nati spontaneamente, tipo: la rivoluzione culturale del ’68, il femminismo, i movimenti LGBT si nascondono in realtà dei piani ben precisi per ottenere la distruzione della morale cristiana a beneficio dell’indottrinamento mondialista; movimenti finanziati nel corso degli anni da fondazioni eccellenti come la Rockefeller Foundation.

Si favorisce, con tutti i mezzi, il nudismo, la pornografia, il libero amore. In Italia la legge abortista, più che voluta dal popolo, è stata imposta dall’intero arco parlamentare laicista di origine massonica (radicali, socialisti, comunisti, repubblicani, liberali, ecc…). Ma il programma si allarga a tutte le tecniche di demolizione della moralità.

Il testo in basso è tratto da una circolare massonica del 1905. (Rivista internazionale delle società segrete):

“I cristiani si sciupino prima del matrimonio (immoralità inoculata con tutti i mezzi e liberalizzata); non giungano al matrimonio (non ce n’è bisogno, mancano i mezzi); se vi giungono, lo frantumino (divorzio facile, protetto); non facciano figli (contraccettivi propagandati dati gratis dalla mutua); se i figli sono in arrivo, siano uccisi (nessun favore alle famiglie numerose, intralci all’adozione, difficoltà per la casa); se sono allevati, non siano educati cristianamente (guerra agli istituti cristiani, alla religione nella scuola, controllo dell’editoria scolastica, della TV, dei giornali); se qualcuno scampa, sia emarginato dalla vita sociale. La Chiesa non crollerà sotto il pungolo della persecuzione, ma sotto una coltre di immoralità: Corrompere, corrompere, corrompere!”

Un vero e proprio tiro al bersaglio ai cattolici… e tutti zitti quando i cristiani sono falciati a decine di migliaia in Biafra, Burundi, Vietnam, Uganda, Libano, Guinea, ecc.

La società occidentale avrebbe potuto rifiutare il veleno satanico sorretta dalla forza della fede, Gesù non ci ha lasciati soli. Egli è venuto sulla terra per istituire i Sacramenti a beneficio e forza di chi vorrà opporsi all’intero sistema che ha snaturato l’anima, le nazioni e il fine del genere umano; quel genere umano che è stato creato ad immagine di Dio e che è stato riscattato dal Sangue preziosissimo di Gesù. Avremmo potuto spiegare ali d’aquila, ma abbiamo preferito svolazzare tra lo sterco. Riappropriarsi della propria fede, della propria dignità, dei propri valori, è l’unico modo per sconfiggere la congiura in atto contro di noi.

Articolo di Floriana Castro

Fonte: Antimassoneria

Libri sull'argomento
 di Alain De Benoist
Cosa Nascondono i Nostri Governi? di Carlo Di Litta, Quinto Narducci
I Maestri Invisibili del Nuovo Ordine Mondiale di Enrica Perucchietti, Leo Lyon Zagami
Liberarsi dalla Dittatura Europea di Monia Benini
Smettere di Lavorare di Francesco Narmenni
Il Bruco dalle Uova d'Oro di Daniele Porretta
NWO - NEW WORLD ORDER
L'altra faccia di Obama - Il fallimento del sogno americano
di Enrica Perucchietti

NWO - New World Order

L'altra faccia di Obama - Il fallimento del sogno americano

di Enrica Perucchietti

Dopo il grande successo dei suoi ultimi lavori
l'autrice di "Governo Globale" torna
con un'inchiesta mozzafiato sul Nuovo Ordine Mondiale

Con questo saggio scoprirete fino a che punto si spinge il coinvolgimento di Barack Obama nel progetto di costituzione del NWO.

Presentato come l'incarnazione del Sogno Americano, il Presidente si è rivelato invece un'abile pedina dei poteri mondialisti, disattendendo tutte le promesse elettorali. Insignito del Premio Nobel alla Pace, si è dimostrato un guerrafondaio, continuando la politica estera intrapresa dai successori.

Documenti alla mano, conoscerete

  • le vere origini del Presidente americano, il mistero del certificato di nascita,
  • il reclutamento dei suoi genitori nella CIA, le ombre del suo passato,
  • la sua affiliazione alla massoneria americana e il coinvolgimento nel Club Bilderberg,
  • le tecniche di PNL e di condizionamento mentale utilizzate nei suoi discorsi pubblici,
  • le ambiguità della sua politica estera e il fallimento delle promesse elettorali,
  • e molto altro...

Un saggio straordinario che svela finalmente i retroscena
che si celano dietro la figura del Presidente,
tipico esempio di burattino comandato da gruppi occulti.

E ancora, i maxi finanziamenti da parte di Wall Street, Multinazionali e uomini corrotti nelle sue campagne elettorali, il benestare alla diffusione degli O.G.M. e all'introduzione di microchip sottocutanei, i veri interessi che si celano dietro la sua riforma sanitaria.

Un viaggio a ritroso nella vita di Obama
per capire quali sono gli obiettivi che la sua amministrazione persegue:

la costituzione di un Nuovo Ordine Mondiale

 

Questo libro si prefigge il compito di rivelare che cosa si nasconde realmente dietro l'immagine di questo Messia Multietnico che ha sedotto il mondo.
In fondo di lui sappiamo poco...

In queste pagine scoprirete chi è davvero Barack Obama.
Dopo aver conosciuto soltanto ciò che si voleva si sapesse di lui, ora vi verrà svelato anche il suo "lato oscuro". L'altra faccia di Obama.

Enrica Perucchietti

Indice

Prefazione
Introduzione

Parte Prima - I provvedimenti e le contraddizioni dell'amministrazione Obama

1. La casta americana
2. I Mass media ci seppelliranno?
3. Avere le formiche su per il sedere
4. I Chicago boys
5. Wall Street: tutti gli uomini del Presidente
6. Le guerre di Obama

Intermezzo - Zbigniew Brzezinski, mentore politico di Obama

7. L'Isola che non c'è e gli anni perduti

Seconda Parte - legami "occulti" di Obama

8. Mass media: la metafora dell'alieno
9. Linee di sangue
10. Il Grande Fratello vi guarda
11. Antrace made in USA e cibo al veleno
12. L'Alba di una Nuova Era

Epilogo

Obama, you can (if you want...)

Ringraziamenti
Bibliografia

Indice

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*