Il Giuramento dei novizi Gesuiti

Leggete e rabbrividite!

Gesuiti“Figlio mio ti è stato insegnato ad agire come un dissimulatore, di essere un cattolico romano tra i cattolici romani, di essere una spia anche tra i tuoi confratelli, di credere a nessun uomo, di fidarti di nessun uomo, di essere un riformista tra i riformisti un ugonotto tra gli ugonotti, un calvinista tra i calvinisti, di essere generalmente un protestante tra i …protestanti, ed acquisendo la loro fiducia di parlare persino dai loro pulpiti, e di denunciare con tutta la veemenza della tua natura la nostra sacra religione e il Papa ed anche di cadere così in basso da essere un giudeo fra i giudei. 

Che ti sia concesso di raccogliere tutta l’informazione. Per il beneficio del tuo ordine e come fedele soldato del Papa. 

Ti è stato insegnato a piantare insidiosamente i semi della gelosia e dell’odio tra gli stati in pace ed incitarli in imprese di sangue coinvolgendole in guerre l’uno contro l’altro, e di creare rivoluzioni e guerre civili nelle comunità, province e nazioni una volta indipendenti e prospere, e che coltivano le arti e le scienze godendo le benedizioni della pace. Di prendere parte con i combattenti e di agire segretamente e in accordo con il tuo fratello gesuita che potrebbe essere impegnato nella fazione opposta ma apertamente in contrasto con ciò a cui sei connesso, che infine sia vincitore la Chiesa soltanto nelle condizioni dettate nei trattati di pace… e che il fine giustifichi i mezzi. 

Ti sono stati impartiti i tuoi doveri di spia, di raccogliere tutte le statistiche, i fatti e le informazioni in tuo potere da ogni fonte, di ingraziarti la fiducia del circolo famigliare dei protestanti e degli eretici di ogni classe e carattere, così come in quello del mercante, del banchiere, dell’avvocato, tra le scuole e le università, nei parlamenti, nelle legislature, nelle magistrature e nei consigli di stato, e di ‘essere ogni cosa per tutti gli uomini’ per la causa del Papa i cui servi noi siamo fino alla morte. 

Hai ricevuto fin qui ogni istruzione come novizio, un neofita, ed hai servito come coadiutore, confessore e prete ma non sei ancora stato investito di tutto ciò che è necessario per comandare nell’esercito di Loyola nel servizio del Papa. 

Devi prestarti al tempo appropriato come strumento ed esecutore, così come indicato dai tuoi superiori: poiché nessuno qui può comandare senza aver consacrato i propri lavori con il sangue dell’eretico poiché senza lo ‘spargimento di sangue nessun uomo può essere salvato’. 

Pertanto per adattarti al tuo lavoro e assicurarti la salvezza, dovrai, in aggiunta al tuo precedente giuramento di obbedienza al tuo ordine, e di lealtà al Papa, ripetere dopo di me… 

Prometto e dichiaro che, quando si presenterà l’opportunità farò ed intraprenderò implacabile guerra, segretamente o apertamente, contro tutti gli eretici, protestanti e liberali così come indicatomi… di estirparli e sterminarli dall’intera terra; e che non risparmierò né età né sesso né condizione, e che impiccherò, brucerò, devasterò, bollirò, stroncherò, strangolerò e seppellirò vivi questi eretici infami, squarterò gli stomaci e i grembi delle loro donne e frantumerò contro i muri le teste dei loro bambini, così da annichilire per sempre la loro razza esecrabile.”

Il Giuramento dei Gesuiti è anche registrato nel Congressional Record of the U.S.A. (House Bill 1523, Contested election case of Eugene C. Bonniwell, against Thos. S. Butler, Feb. 15, 1913, pp. 3215-3216)

I gesuiti, chi sono?

L’Ordine dei Gesuiti è un’organizzazione geo-politica, vecchia di 500 anni, strutturata come una operazione militare segreta: l’obbedienza verso il diretto superiore è totale e vengono stretti patti occulti tra gli adepti; il comandante viene definito Superiore Generale (ma anche Papa nero, date le vesti nere e il suo restare all’ombra del Papa bianco).

La “Compagnia di Gesù” venne originariamente utilizzata dal Vaticano per contrastare i vari movimenti di Riforma Europei, per i quali lo stato della Chiesa stava perdendo potere religioso e politico. Il totale dominio sul potere temporale è da sempre stato l’obiettivo primario del Vaticano.

L’Ordine dei Gesuiti dal 1814 ha il controllo sull’oscenamente ricca Istituzione del Vaticano (e sulla sua gerarchia ecclesiale) gestendo oggi, anche varie altre organizzazioni assieme all’Ordine Militare di Malta, come ad esempio:

– Nazioni Unite
– NATO
– Commissione europea
– Council on Foreign Relations
– Varie banche centrali
– Grandi aziende
– Servizi segreti
– Numerose società e culti, come la Massoneria (“La Fratellanza”) e l’Opus Dei

Fonte: crepanelmuro.blogspot.it

Libri e varie...
NON È FRANCESCO
La Chiesa nella Grande Tempesta
di Antonio Socci

Non È Francesco

La Chiesa nella Grande Tempesta

di Antonio Socci

Mentre la Chiesa vive un periodo storico drammatico, di crisi interna e di violento attacco ai cattolici nel mondo, in Vaticano continua un'inedita "convivenza di due Papi" su cui nessuno ha avuto ancora il coraggio di riflettere.

Lo fa, in questo libro, Antonio Socci, chiedendosi quali sono i motivi tuttora sconosciuti della storica rinuncia di Benedetto XVI e se si tratta di vera rinuncia al Papato, dato che i canonisti cominciano a sollevare gravi dubbi. Domande che adesso s'intrecciano con quelle relative al Conclave del 13 marzo 2013 che, secondo la clamorosa ricostruzione dell'autore, si sarebbe svolto in violazione di alcune norme della Costituzione apostolica Universi Dominici Gregis, cosa che automaticamente rende nulla e invalida l'elezione stessa del cardinale Jorge Mario Bergoglio.

L'interrogativo su chi è il vero Papa (ovvero se c'è bisogno di un nuovo Conclave) irrompe in un momento in cui nella Chiesa si stanno verificando fratture drammatiche e si annunciano eventi clamorosi. Chi può tenere il timone?

Era piaciuto a tanti l'esordio di Francesco. Sembrava un ritorno alla semplicità evangelica. Purtroppo oggi i fedeli delusi sono moltissimi. Ci si aspettava una ventata di rigore morale nei confronti della "sporcizia" (anche del ceto ecclesiastico) denunciata e combattuta da Ratzinger. Ma come va interpretato il segnale dato dal nuovo Pontificato al mondo, di lassismo e di resa sui principi morali? E l'arrendevolezza nei confronti di ideologie e forze anticristiane, anche persecutrici? E le traumatiche rotture con la tradizione della Chiesa?

Molti fatti soprannaturali, dalle apparizioni di Fatima alla visione di Leone XIII, alle profezie della beata Anna Caterina Emmerich sull'epoca dei "due Papi", sembrano concentrarsi sui giorni nostri annunciando eventi catastrofici per il Papato, per la Chiesa e per il mondo. Sono ineluttabili o si può ancora imboccare un'altra strada? E con quale Papa?

...

Un commento

  1. PROFEZIA AUTOAVVERANTE
    La Chiesa è finita tra 10-15 anni tireranno giù le serrande poi inizierà un lungo oblio nella irrilevanza.
    Le chiese sono vuote, al nord un prete ogni tre parrocchie per dire messa a quattro gatti anziani a Siena ci sono una enormità di chiese la maggior parte chuse per mancanza di fedeli. alla messa i giovani quasi tel tutto scomparsi i bambini estinti. basta dare alla natura il tempo di prendersi i vecchi che sono la attuale colonna portante della chiesa, 10-15 anni non di più

    Il vaticano è una grande multinazionale con grande potere terreno ma zero potere presso la gente, la voce del Papa totalmente inascoltata, un esercito di ufficiali senza truppe, alla fine gli orrori commessi, (milioni di morti sui roghi e non solo) il tradimento della parola di Cristo gli stanno facendo raccogliere quello che hanno seminato, estinzione, ed è giusto sia così.

    i politici al contrario di prima non si fanno più condizionare dal Papa basta vedere la
    legge sul matrimonio Gay, sempre impedita dalla chiesa, fa tutto parte della prfezia autoavverante perchè basata sui fatti e sulla tendenza in atto da decenni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *