I super maiali che hanno sconvolto il mondo

In Cambogia vengono allevati alcuni super maiali che assomigliano a Hulk e che hanno sconvolto il mondo.


Arrivano dalla Cambogia i super maiali che hanno sconvolto il mondo. Si tratta di animali che non sembrano affatto suini, ma assomigliano più a dei piccoli Hulk. Gli esemplari infatti presentano dei muscoli sviluppati all’inverosimile e particolarmente definiti. I maiali muscolosi vengono allevati in una fattoria in Cambogia, denominata Duroc Cambodia. I proprietari della struttura si vantano di avere degli animali straordinari e sulla loro pagina Facebook pubblicano le foto che ritraggono i suini Hulk.

Secondo la Peta gli esemplari sarebbero il frutto di alcune mutazioni genetiche. Tutto sarebbe iniziato nel 2015, quando alcuni scienziati hanno creato per la prima volta in laboratorio 32 suini. Ufficialmente il tentativo non era andato a buon fine e tutti gli animali erano morti, per la Peta però qualcuno sarebbe sopravvissuti e avrebbero dato vita ad una nuova specie di super maiali. La conferma sarebbe anche nel fatto che la fattoria in Cambogia vende online dei kit di inseminazione artificiale, dedicati a chi vuole allevare direttamente a casa propria un suino tutto muscoli.

Ma a cosa servono questi maiali? Per gli animalisti la mutazione genetica sarebbe stata operata per fare in modo che gli esemplari pesino di più, essendo maggiormente muscolosi. La scelta sarebbe anche legata alla maggiore richiesta di carne di maiale che è stata registrata in Cina nell’ultimo periodo.

I super maiali dunque sarebbero, come tutti gli altri, destinati al macello e la loro vita, nonostante i muscoli da Hulk, sarebbe tutt’altro che felice. Trascorrono la maggior parte della vita all’interno di minuscole gabbie in cui, anche per via della stazza, non riescono a muoversi. Le code vengono mozzate senza l’utilizzo di antidolorifici, mentre i testicoli sono così giganteschi che impediscono agli animali di camminare.

Le immagini che ritraggono i super maiali hanno fatto il giro del mondo, provocando indignazione, ma anche paura da parte di chi si domanda che carne arriva nelle nostre tavole e quanto ancora l’uomo dovrà giocare con la natura prima di farsi davvero molto male.

Fonte: http://www.supereva.it/super-maiali-hanno-sconvolto-mondo-43914

Libri e varie...
NOVANTACINQUE
Gli animali di fattoria come non li avete mai visti

Novantacinque

Gli animali di fattoria come non li avete mai visti

Un libro che vi porterà a conoscere da vicino quegli animali che la maggior parte di noi non ha mai l'occasione di incontrare da... vivi. Questa raccolta di racconti e fotografie scritti e scattate da persone che hanno salvato, curato e amato questi animali, vi mostreranno aspetti di essi che forse non pensavate possibili.

Ben lungi dall'essere quegli esseri stupidi e privi di sentimenti che spesso ci vengono presentati, gli animali protagonisti di Novantacinque si rivelano essere altrettanto unici dei cani e dei gatti con cui molti di noi condividono la propria vita: creature complesse dotate di ricche personalità, profondità d'animo, emozioni, capacità di relazionarsi. 

Da Justice (in copertina), il manzo scappato da un camion lungo il tragitto verso il macello, ora auto-elettosi cerimoniere del santuario per animali in cui risiede, fino a Gilly, una piccola gallina bianca salvata da un allevamento industriale per la produzione di uova, che ha trovato una quieta felicità in una casa amorevole, ogni animale ha una storia avvincente che vi catturerà. Le belle foto arricchiscono i racconti, permettendo di instaurare un rapporto più "personale" con i singoli protagonisti, di guardare nei loro occhi – le "finestre dell'anima" – e di vedere quella straordinaria scintilla di vita che contengono. Alcuni degli animali vi faranno sorridere, altri vi commuoveranno, alcuni vi faranno piangere, e altri ancora vi daranno da pensare. Tutti sono affascinanti.

Perché Novantacinque? Novantacinque sono, statisticamente, gli animali la cui vita viene risparmiata, ogni anno, da chi adotta una dieta vegana, cioé priva di prodotti di origine animale (compresi uova e latticini).

Questo libro, dal punto di vista editoriale, è un azzardo: costoso da produrre in quanto interamente a colori, tratta un argomento che non lo rende un probabile best seller. Eppure, ho voluto scommetterci lo stesso. Perché è un libro unico. È un libro fatto con il cuore e che parla al cuore.

Non è il solito libro che racconta le atrocità cui sono sottoposti gli animali di allevamento per cercare di convincerci a diventare vegani. Gli autori di questo libro si pongono lo stesso obiettivo, ma ricorrono a uno strumento diverso dall'orrore, il ribrezzo, il senso di colpa di fronte allo strazio dei loro corpi e del ricorso al raziocinio di fronte all'insensatezza ecologica ed etica della produzione industriale di carne, uova e latticini.

Il loro strumento è l'amore intelligente. Le immagini e le parole che compongono questo libro sono immagini e parole che provengono da persone che hanno conosciuto davvero gli animali di cui parlano. Che li hanno osservati in silenzio, che ci hanno vissuto insieme. Li hanno conosciuti in profondità. E li hanno amati... E vorrebbero tanto che anche voi poteste conoscerli e amarli, perché solo così nascerebbe nel vostro cuore l'impulso genuino a proteggerli e rispettarli, come proteggete e rispettate il vostro cane, il vostro gatto, il vostro canarino, il vostro criceto...... Perché nel profondo dei loro occhi avete visto la stessa anima. E non potete più fare finta di non averla vista.

Un libro per vegetariani e vegani e per tutti quelli che... "ci sto pensando" Da regalare a tutti quelli che "si è vero, hai ragione, vorrei anch'io ma non ci riesco" Ottimo anche da regalare ai ragazzi per informarli e sensibilizzarli e da leggere e sfogliare insieme ai bambini per mostrare loro qualche animale di fattoria che è veramente felice (spiegando loro il perché).

Ogni cosa ha una sua propria voce.

Tuoni e fulmini e stelle e pianeti,

fiori, uccelli, animali, alberi

– tutti hanno voci,

ed essi costituiscono una comunità

di esseri profondamente interconnessi

 Thomas Berry

Il libro tratta di galline, mucche, maiali, tacchini, capre, pecore, anattre, oche e conigli. Per ciascuna di queste specie vi è una carrelata di ritratti fotografici in apertura e due o tre monografie su un singolo individuo, con la sua storia, scritta dai volontari che se ne sono presi cura.

Nella sezione successiva, nel capitolo "ritratti", per ogni singolo animale ritratto nelle 136 foto del libro viene fornita una breve storia che offre lo spunto per illustrare concisamente le condizioni in cui questi animali vivono negli allevamenti. Un altro capitolo ci narra come vivono gli animali nei santuari che ora li ospitano e un breve capitolo ci ricorda che anche gli animali acquatici sono vittime dello sfruttamento. Non mancano una bibliografia e un elenco di siti dove il lettore potrà approfondire gli argomenti e un elenco dei santuari, sia negli Stati Uniti che in Italia.

"È davvero affascinante apprendere da questo libro quanto "belli" i polli, i tacchini, i maiali, le mucche e gli altri animali di fattoria possano essere. Questo è un libro raro, di quelli che ti cambiano la vita. Esso evoca un senso di meraviglia, goia e ammirazione, e il riconoscimento di quanto tutte le forme di vita siano interconnesse." John Robbins

"Uno dei libri più belli che abbia mai letto, da ogni punto di vista: le fotografie, le bellissime storie, la filosofia dietro alle storie, la vitale esuberanza degli animali e dei loro compagni umani: un libro perfetto! ... che cattura qualcosa che manca a tutti gli altri libri sugli animali di fattoria. In questo libro c'è tanto cuore, che risuona col cuore mostrato dagli animali stessi." Jeffrey Moussaieff Masson

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *