Grande Marcia in Iraq per chiedere la fine dell’occupazione Usa: in Italia censurata, nel resto del mondo sminuita

Alla grande marcia in Iraq per chiedere la fine dell’occupazione statunitense, ha partecipato almeno un milione di persone, ma i media italiani l’hanno quasi ignorata, mentre nel resto del mondo è stata sminuita o, ancora peggio, le è stato attribuito un carattere settario.

Il 24 gennaio a Baghdad almeno un milione di persone ha partecipato ad una grande marcia per chiedere la fine dell’occupazione statunitense nel paese arabo, in seguito all’uccisione del generale Soleimani. In Italia, i nostri media gli hanno dedicato pochissimo spazio, mentre nel resto del mondo hanno presentato immagini volte a sminuire la grande partecipazione alla manifestazione. In alcuni casi si è voluto sottolineare il carattere settario della marcia, presentandola come un raduno degli sciiti.

L’agenzia britannica Reuters sul suo account Twitter ha pubblicato un tweet con questo messaggio: “No, No all’America: MIGLIAIA di iracheni marciano contro la presenza militare americana”. La pubblicazione è stata pubblicata accompagnata da una foto che mostra un piccolo gruppo di iracheni arrabbiati.

L’American Associated Press (AP) ha anche informato i suoi lettori della stessa storia, con un messaggio ancor più travisato. Invece di mostrare l’unità esemplare del popolo iracheno nella massiccia marcia di venerdì, ha attribuito alla manifestazione un carettere settorio, come se fossero stati solo gli sciiti a parteciparvi.

Peggio ancora, l’AP ha pubblicato la foto di una strada deserta a Baghdad, spiegando che centinaia di iracheni si stavano radunando nel centro della capitale irachena a sostegno di un religioso radicale. In questo caso, non vi è inoltre alcuna visione aerea dell’enorme marcia che ha lasciato tutti stupiti.

Sulla stessa linea, il racconto del canale saudita Al Arabiya in inglese che ha riferito di centinaia di sciiti riuniti nel centro di Baghdad, pubblicando una foto scattata in precedenza. In effetti, l’immagine era stata pubblicata il 4 gennaio. Ma la verità è che le immagini “parlano da sole”!

Fonte: https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-video_la_grande_marcia_in_iraq_per_chiedere_la_fine_delloccupazione_usa_in_italia_censurata_nel_resto_del_mondo_sminuita/82_32777/

Libri e varie...
GOVERNO GLOBALE
La storia segreta del nuovo ordine mondiale
di Gianluca Marletta, Enrica Perucchietti

Governo Globale

La storia segreta del nuovo ordine mondiale

di Gianluca Marletta, Enrica Perucchietti

Vuoi scoprire cos'è il Nuovo Ordine Mondiale? Crisi economiche, rivoluzioni e guerre: che cosa si cela dietro il rischio di crollo dell'Eurozona? La cosiddetta "Primavera Araba", l'uccisione di Osama bin Laden, la guerra in Libia, i cablogrammi di Wikileaks, l'attentato di Oslo e Utoja e l'insediamento del governo Monti? Che cosa lega l'omicidio di John Kennedy all'assassinio di Olof Palme? Come fanno eventi in apparenza così diversi e distanti ad avere un'origine comune?

In questo saggio si svela per la prima volta in modo chiaro, completo e documentato, la storia segreta del Nuovo Ordine Mondiale, dagli inizi a oggi: la genesi, l'ideologia e le tappe storiche, dalle origini della modernità all'attuale sfida militare, che vede come terreno di battaglia il Medio Oriente.

Chi persegue in segreto il disegno di instaurazione di un Governo Globale e chi ha coniato questo termine? Quali interessi si nascondono dietro questo progetto? Che ruolo hanno i membri di affiliazioni e gruppi occulti che riuniscono i protagonisti della vita politica, economica e finanziaria a livello mondiale?

Quale disegno si nasconde dietro la diffusione della tossicodipendenza di massa, i fenomeni inquietanti e criminali come il satanismo e certi movimenti "culturali" o di "controcultura", come la "rivoluzione" psichedelica?

In questo gioco di equilibri, quale obiettivo nasconde il progetto di instaurazione di un Governo Globale, che lungo il suo cammino assoggetta i Popoli e fa cadere nazioni e governi come pedine di un complesso domino di cui non si riesce a vedere il disegno complessivo? Scoprilo leggendo queste pagine.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *