Gli scienziati vogliono clonare Gesù: la ricerca sul DNA del Messia è iniziata!

di George Busby

Per la prima volta nella storia, un uomo di fede e un uomo di scienza stanno collaborando per ricercare il DNA di Gesù.

Utilizzando i più recenti progressi nella tecnologia del DNA, di un genetista dell’Università di Oxford e di un biblista, si stanno studiando le più famose reliquie del mondo tra cui la “Sindone” di Torino, il “Sudario o Telo di Oviedo” e le ossa di recente scoperta di un cugino di Gesù, Giovanni il Battista. Con l’analisi di campioni di ciascuna di queste sante reliquie, sperano di recuperare un campione di DNA che forse apparterrebbe a Gesù o a un membro della sua famiglia.

In questo momento, gli esperti stanno cercando di “estrarre” il codice genetico della famiglia di Gesù Cristo. Ma cosa succederebbe se potessimo rintracciare il DNA del Messia? Ora, un documentario di History Channel, “The Jesus Strand”, esamina la questione.

The Jesus Strand è un viaggio in cui, per la prima volta nella storia, un uomo di fede e un uomo di scienza collaborano per la ricerca del DNA di Gesù. Utilizzando i più recenti progressi della tecnologia del DNA, il genetista della Oxford University Dr. George Busby e il biblista Pastore Joe Basile stanno dunque studiando queste famose reliquie. Il loro viaggio li porta in luoghi sacri di tutto il mondo da Spagna e Italia in Israele e le coste del Mar Nero.

George Busby, dell’Università di Oxford, che partecipa a The Jesus Strand, ha detto: Nel 2010, Kasimir Popkonstantinov scopre quello che lui ritiene siano le ossa di uno dei più famosi santi: Giovanni il Battista. Ero interessato a ciò che l’analisi del DNA avrebbe potuto dirci su queste ossa, e altre.”

“Quando Kasimir successivamente ha aperto il reliquiario, ha trovato cinque frammenti ossei. L’epitaffio sulla scatola più piccola, probabilmente utilizzato per trasportare le ossa quando si viaggia, è stata la prova chiave che lo ha portato a credere che le ossa potrebbero forse essere quelle di Giovanni il Battista. La scoperta è estremamente importante, in parte perché Giovanni Battista era sia un discepolo di Gesù sia suo cugino, nel senso che avrebbero condiviso il DNA“. Busby indica che non è ancora chiaro se il DNA è o no realmente di Giovanni Battista. Tuttavia, egli ha parlato con gli scienziati che hanno partecipato alla estrazione di numerosi campioni di DNA dalla Sindone di Torino.

La Sindone di Torino si crede essere il sudario di Gesù ed è al centro di un dibattito tra scettici, storici e archeologi. Il panno di circa 4,5 metri di lunghezza è stato il presunto sudario posto sopra il corpo di Gesù Cristo al momento della sua sepoltura. È rimasto come un oggetto di fascino sia per la fede cristiana che per la scienza. La sua origine è controversa, mentre alcuni credono che la Sindone abbia più di 2.000 anni,  altri credono che risalga a un periodo tra il 13° e 14° secolo, sulla base di una datazione al radiocarbonio effettuata sulla tela nel 1988. Inoltre, nonostante l’analisi scientifica approfondita, finora nessuno sa con certezza come l’immagine di una vittima in crocifissione sia potuta restare impressa sulla Sindone, anche se molti dicono che sia opera di Leonardo da Vinci.

È interessante notare che i ricercatori stanno lavorando anche aull’estrazione del DNA dal cosiddetto “Ossario di Giacomo”, una scatola di gesso del primo secolo che presumibilmente può contenere le ossa del fratello di Gesù.

Busby ha aggiunto: “Supponiamo per un momento che la contaminazione possa essere completamente esclusa e che l’analisi del DNA abbia dimostrato che il DNA estratto dalla Sindone fosse una partita familiare del DNA dall’Ossario di Giacomo. L’ossario di pietra calcarea che gli archeologi hanno datato al 63 dopo Cristo (ricordiamo che Giacomo detto “il Minore” morì lapidato nel 62), riporta una sorprendente iscrizione in lingua aramaica: ‘Giacomo, figlio di Giuseppe, fratello di Gesù’.  Questo potrebbe quindi essere anche il DNA di Gesù!”.

Articolo di George Busby

Tratto da: http://theconversation.com/can-we-ever-find-jesuss-dna-i-met-the-scientists-who-are-trying-to-find-out-72296

Fonte: http://zapping2017.myblog.it/

Libri e varie...
IL LIBRO SEGRETO DI GESù - VOL. 1
Il tempo del Risveglio
di Daniel Meurois

Il Libro Segreto di Gesù - Vol. 1

Il tempo del Risveglio

di Daniel Meurois

Daniel Meurois, amatissimo "viaggiatore astrale" che dal 1980 attinge alle Memorie dell'Akasha per restituirci con autenticità le testimonianze delle grandi anime del passato, intraprende un percorso eccezionale: raccontarci integralmente la vita di Gesù, anche nelle sfaccettature meno note, ove non del tutto sconosciute; i primi trent'anni della sua vita, gli studi presso gli Esseni, il viaggio di diciassette anni che lo conduce fino all'Himalaya e poi in Egitto, alla Grande Piramide, dove diventa a tutti gli effetti il Cristo.

Un viaggio emozionante, che metterà in discussione le nostre certezze e che verrà molto amato da chi ricorda con entusiasmo uno fra i più straordinari bestseller di Daniel Meurois e Anne Givaudan, L'altro volto di Gesù.

Dal Prologo:

"Questo è il libro più improbabile fra tutti quelli che io abbia mai pensato di dover e poter scrivere, ed è probabilmente anche la sfida più grande con cui mi sia confrontato fin qui.

I miei fedeli lettori sanno che in questi trentacinque anni di scrittura ho toccato una quantità di argomenti diversi, e che, fin dagli esordi, mi sono dedicato a far risorgere la verità dei tempi evangelici, nella bellezza e vastità degli insegnamenti del Cristo così come furono originariamente impartiti: testimonianze che si sono susseguite negli anni, e costituiscono una buona parte dell'anima dei miei libri...

Dopo Il testamento delle tre Marie, non immaginavo, tuttavia, di poter ancora aggiungere qualcosa in questo campo; non perché pensassi che la Vita mi avesse offerto una panoramica esauriente dell'argomento (quando si tratta dell'impatto del Cristo sul nostro mondo, nulla è mai esauriente), ma perché mi sembrava difficile potermi spingere oltre nell'intimità dei protagonisti privilegiati di quel tempo.

Non immaginavo, all'epoca, che avrei in seguito ricevuto un nuovo invito, ancora più intenso e decisivo, a varcare la soglia degli Annali dell'Akasha... Poi, l'improbabile è accaduto...

In una notte di giugno, il richiamo preciso e insistente alla stesura del Libro segreto di Gesù mi ha fatto emergere dal sonno. Era una richiesta esplicita, formulata in modo chiaro, rivolta alla mia anima affinché immergesse lo sguardo nella memoria akashica del Maestro Gesù.

Tuffarmi integralmente e con il cuore palpitante nella memoria della Sua vita, farne risalire la linfa fino in punta alla penna... e per quale ragione? Credo che la risposta sarà diversa per ciascuno dei miei lettori, quando scopriranno questa testimonianza e accetteranno di immergervisi.

Anche se la Fonte a cui tutti aspiriamo è una, la nostra sete è molteplice: gli uni, naturalmente, troveranno interessante la restituzione dei fatti storici, più vasti e presentati sotto una luce nuova e spesso inattesa; per altri, però, ci sarà soprattutto la Luce che ho cercato di cogliere con infinito rispetto in questi due anni di scrittura, e di cui 2 Daniel Meurois il nostro mondo, così crudelmente manchevole d'amore, ha perdutamente e urgentemente bisogno.

Questo libro non è scritto per tessere le lodi del tempo passato: gli eventi e gli insegnamenti che resuscita sono atemporali, fondamentali, archetipici, e come vedrete, la loro essenza è oggi più che mai attuale, giacché costituisce un "ponte vivo" incredibile fra il Divino e l'umano. E soprattutto ha lo scopo di risvegliare il Cristo dimenticato, e tuttavia in divenire, in ciascuno di noi. Al di là delle fedi e delle convinzioni religiose, non ha dunque altro intento se non stimolare il Sole autentico della nostra anima. Lungi dal voler essere nostalgiche, dunque, queste pagine sono un richiamo alla pace e alla felicità nel presente.

È per tutte queste ragioni, e per puro amore, che il Maestro Gesù, da lì dove si trova, ha probabilmente voluto offrire con semplicità il contenuto della Sua memoria agli uomini e alle donne di oggi.

Sappiate che misuro appieno l'insigne privilegio e la responsabilità di fungere, in questo, da cinghia di trasmissione; inizialmente quest'opera doveva essere costituita da un unico volume ma, cammin facendo, e di fronte all'abbondanza della materia, è diventato evidente che ce ne sarebbe voluto un secondo. A volte accade così, per certe opere che sfuggono alla volontà di chi ne cura la stesura, e crescono da sole.

Ora che il Libro segreto di Gesù è concluso, pronto a volare con le sue ali, la mia speranza è di essere degno della fiducia che è stata riposta in me, affinché germogli Ciò che ha da germogliare..."
Daniel Meurois

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *