Gli 83 comandamenti di George Gurdjieff

Traiamo ispirazione per la nostra crescita personale dagli 83 comandamenti di Gurdjieff.

George Gurdjieff

  1. Fissa la tua attenzione su te stesso, sii cosciente in ogni momento di quello che pensi, senti, desideri e fai.
  2. Finisci sempre quello che hai cominciato.
  3. Fa’ quello che stai facendo al meglio delle tue possibilità.
  4. Non incatenarti a nulla che alla lunga ti possa distruggere.
  5. Sviluppa la tua generosità senza testimoni.
  6. Tratta ogni persona come se fosse un parente prossimo.
  7. Riordina ciò che hai disordinato.
  8. Impara a ricevere e ringrazia per ogni regalo.
  9. Smettila di autodefinirti.
  10. Non mentire e non rubare, se lo fai menti e rubi a te stesso.
  11. Aiuta il prossimo senza renderlo dipendente da te.
  12. Non desiderare di essere imitato.
  13. Stila dei progetti di lavoro e realizzali.
  14. Non occupare troppo spazio.
  15. Non fare rumore, né gesti che non siano necessari.
  16. Se non hai fede, fà come se ce l’avessi.
  17. Non lasciarti impressionare dalle personalità forti.
  18. Non impadronirti di niente e di nessuno.
  19. Distribuisci in modo equanime.
  20. Non sedurre.
  21. Mangia e dormi il minimo indispensabile.
  22. Non parlare dei tuoi problemi personali.
  23. Non emettere giudizi, né critiche quando conosci solo una minima parte dei fatti.
  24. Non stringere amicizie inutili.
  25. Non seguire le mode.
  26. Non venderti.
  27. Rispetta i contratti che hai sottoscritto.
  28. Sii puntuale.
  29. Non invidiare i beni o i successi del prossimo.
  30. Parla il minimo indispensabile.
  31. Non pensare ai benefici che ti procurerà la tua opera.
  32. Non minacciare mai.
  33. Mantieni le promesse.
  34. In una discussione, mettiti nei panni dell’altro.
  35. Accetta di venire superato da qualcuno.
  36. Non eliminare, trasforma.
  37. Vinci le tue paure, dietro ciascuna di loro si nasconde un desiderio.
  38. Aiuta l’altro ad aiutarsi da solo.
  39. Vinci le tue antipatie e avvicinati alle persone che vorresti allontanare.
  40. Non agire come reazione a quello che dicono di te, nel bene e nel male.
  41. Trasforma il tuo orgoglio in dignità.
  42. Trasforma la tua collera in creatività.
  43. Trasforma la tua avarizia in rispetto per la bellezza.
  44. Trasforma la tua invidia in ammirazione per le qualità dell’altro.
  45. Trasforma il tuo odio in carità.
  46. Non ti lodare e non ti insultare.
  47. Tratta quello che non ti appartiene come se ti appartenesse.
  48. Non ti lamentare.
  49. Sviluppa la tua fantasia.
  50. Non dare ordini per il solo piacere di essere obbedito.
  51. Paga per i servizi che ti vengono dati.
  52. Non fare propaganda delle tue opere o idee.
  53. Non cercare di suscitare negli altri emozioni nei tuoi confronti come la pietà, l’ammirazione, la simpatia, la complicità.
  54. Non cercare di distinguerti per l’aspetto esteriore.
  55. Non contraddire mai, taci.
  56. Non contrarre debiti, compra e paga subito.
  57. Se offendi qualcuno, chiedigli scusa.
  58. Se hai offeso pubblicamente, scusati in pubblico.
  59. Se ti accorgi di aver detto qualcosa di sbagliato, non insistere per orgoglio nel tuo errore e desisti subito dai tuoi propositi.
  60. Non difendere le tue idee più antiche per il semplice fatto di essere stato tu a enunciarle.
  61. Non conservare oggetti inutili.
  62. Non farti bello delle idee altrui.
  63. Non farti fotografare vicino a personaggi famosi.
  64. Non rendere conto a nessuno, sii tu il giudice di te stesso.
  65. Non definirti in base a quello che possiedi.
  66. Non parlare mai di te senza concederti la possibilità di cambiare.
  67. Accetta l’idea che nulla è tuo.
  68. Quando ti chiedono la tua opinione riguardo qualcosa o qualcuno, dì soltanto le sue qualità.
  69. Quando ti ammali, invece di odiare il male, consideralo il tuo maestro.
  70. Non guardare di nascosto, guarda diritto negli occhi.
  71. Non dimenticare i tuoi morti, ma assegna loro un posto limitato, in modo che non invadano tutta la tua vita.
  72. Nel luogo in cui vivi, dedica sempre uno spazio al sacro.
  73. Quando rendi un servizio, non esagerare i tuoi sforzi.
  74. Se decidi di lavorare per gli altri, fallo con piacere.
  75. Se sei in dubbio tra il fare e il non fare, corri il rischio e fai.
  76. Non cercare di essere tutto per il tuo partner; accetta che cerchi in qualcun altro quello che tu non puoi offrirgli.
  77. Quando qualcuno ha il suo pubblico, non precipitarti a contraddirlo rubandogli l’attenzione dei presenti.
  78. Vivi del denaro che tu stesso ti sei guadagnato.
  79. Non ti vantare delle tue avventure amorose.
  80. Non ti pavoneggiare delle tue debolezze.
  81. Non andare mai a trovare qualcuno soltanto per passare il tempo.
  82. Ottieni per ridistribuire.
  83. Se stai meditando e arriva un diavolo, fallo meditare con te.

 

Fonte: http://crescitaindividuale.com/

Libri e varie...

George Ivanovitch Gurdjieff

Anatomia di un mito

di George I. Gurdjieff, James Moore

GEORGE IVANOVITCH GURDJIEFF
Anatomia di un mito
di George I. Gurdjieff, James Moore

La prima vera biografia completa di George Ivanovitch Gurdjieff, con un’inedita raccolta di note e riferimenti e il contributo degli allievi più importanti di questo autentico rivoluzionario del pensiero moderno.
 Una presentazione attendibile e gradevole di uno degli uomini più significativi di inizio secolo.
 Un quadro preciso ed obiettivo in cui la "verità mitica" viene soppesata alla luce della "verità storica" senza negare la validità di entrambe.
 Lo stile narrativo, con umanità e senso critico, con competenza ed umorismo, conferisce all’opera le migliori qualità del romanzo, trasformando la lettura in un viaggio straordinario che si snoda tra semplici aneddoti di vita quotidiana e complesse ambientazioni storicosociali, tra i suoni e i colori dell'ufficio di Gurdjieff (il Café de la Paix) e la genialità sorprendente di un grande essere che sapeva affrontare qualunque avversità con una risata beffarda....

SEX - Sesso e Sviluppo Spirituale

di John G. Bennett

SEX - SESSO E SVILUPPO SPIRITUALE
di John G. Bennett

J.G. Bennett, allievo diretto di Gurdjieff, illustra il ruolo vitale del sesso nello sviluppo spirituale e nella trasformazione personale.
All'attuale conquista della libertà nei comportamenti sessuali non segue una maggiore comprensione del significato esoterico dell'energia sessuale. In questa lucida esposizione, l'autore risponde alle domande a lui poste da ricercatori spirituali sugli effetti dell'attività e delle relazioni sessuali, tra cui le differenze essenziali tra uomini e donne, il rapporto di coppia e il collegamento fra sessualità e spiritualità. La sua guida che Bennett fornisce ci può aiutare ad apprezzare le nostre relazioni e a interpretare il ruolo che ciascuno di noi svolge, sviluppando da questo compassione e comprensione reciproche....

Speciale G.i. Gurdjeff - n.1/2011

di George I. Gurdjieff

SPECIALE G.I. GURDJEFF - N.1/2011
di George I. Gurdjieff

Box-Raccolta di 11 numeri de "La Quarta Via"
 Molti lo amarono, lo consideravano un uomo che aveva raggiunto una grande Conoscenza e cercarono in lui delle risposte. Altri lo odiarono e lo considerarono un millantatore. Una cosa è certa: ancora oggi, a distanza di oltre mezzo secolo dalla sua dipartita, Gurdjieff non lascia indifferenti.
 Questa raccolta racchiude i numeri da noi pubblicati in cui si è parlato del personaggio Gurdjieff attraverso le testimonianze dirette di alcuni suoi discepoli.
 Ecco alcuni dei temi affrontati in questo Speciale:
 
 - Viaggio in Armenia: sulle orme di Gurdjieff
 - Gurdjieff e la gnosi
 - Diventare coscienti con Gurdgjieff
 - Perché Ouspensky si distaccò da Gurdjieff
 - Alcuni episodi con Gurdjieff
 - Gurdjieff e il cristinesimo delle origini
 - Il sistema secondo Gurdjieff
 - Gurdjieff in Italia: testimonianze
 - Principi sul metodo di Gurdjieff
  E molto, ma molto altro ancora...
 Le dispense di studio de la Teca - Istituto per lo sviluppo armonico e di Gurdjieff.es ti daranno la possibilità di approfondire l'insegnamento di Gurdjieff in modo completo, inserendolo nel contesto del filone cristiano-gnostico che ha profondamente influenzato il maestro armeno. Studiando le nostre pubblicazioni rimarrai sorpreso nel fare scoperte sull'origine dell'insegnamento della Quarta Via e potrai, finalmente, avere degli strumenti nuovi per lavorare più adeguatamente su te stesso.
 Numeri contenuti nel box:
 
 - 2 - settembre 2008
 - 8 - settembre 2008
 - 9 - ottobre 2008
 - 10 - ottobre 2008
 - 22 - novembre 2008
 - 30 - novembre 2008
 - 36 - novembre 2008
 - 45 - dicembre 2008
 - 46 - dicembre 2008
 - 65 - marzo 2010
 - 70 - settembre 2010...

La Vita Reale

di Georges I. Gurdjieff

LA VITA REALE
di Georges I. Gurdjieff

Opera incompiuta, la «Terza serie» delle opere di G. I. Gurdjieff doveva all'inizio essere composta da cinque libri. Secondo la testimonianza dei suoi allievi più vicini, che avevano lavorato con lui per parecchi anni, solo alcuni capitoli sono stati redatti in forma pressappoco definitiva.
 Le cinque Conferenze che compaiono in questo libro erano destinate al primo libro. La quarta Conferenza, come si vede, è incompleta. Del quinto libro non vi è traccia, così come del secondo e del terzo nel quale dovevano essere inclusi tre capitoli a cui Gurdjieff fa riferimento in «Incontri con uomini straordinarì ».
 Il quarto libro verosimilmente avrebbe dovuto constare di due capitoli: «Il prologo» ed il testo incompleto «Il mondo esteriore ed il mondo inferiore dell'uomo».
 Il piano dell'opera di Gurdjieff era il seguente: con il titolo «Del tutto e di tutto» dovevano essere pubblicati i suoi scritti in dieci volumi in tre serie. La prima serie in tre libri comprende: «Racconti di Belzebù al suo nipotino», «Critica obiettivamente imparziale della vita degli uomini». Le seconda serie in due libri comprende «Incontri con uomini straordinarì» La terza serie in cinque libri comprende «La vita non è reale che quando "Io sono"»....

La Comprensione dell'Essere

Dagli isegnamenti di G.I. Gurdjieff

di George I. Gurdjieff

LA COMPRENSIONE DELL'ESSERE
Dagli isegnamenti di G.I. Gurdjieff
di George I. Gurdjieff

"Sai,Ogni giorno ringrazio Dio per avermi fatto conoscere Gurdjieff", confidava a un amico A.R. Orage, una settimana prima di morire.
 E in tale affermazione risiede la chiave per collocare l'opera dell'autore, considerato tra i più acuti critici letterari del suo tempo.
 Già alla ricerca di una verità che potesse lenire la sua profonda insoddisfazione interiore, Orage, nel 1921, incontra Gurdjieff, il Maestro che stava cercando. Di lui, lo attrae non solo il sistema filosofico, ma soprattutto il metodo, estremamente pratico e proveniente da un corpo di più antiche conoscenze.
 E' infatti dalla ricca fonte del sistema di Gurdjieff che trae origine La comprensione dell'essere (The Active Mind), questa raccolta di brevi saggi di carattere psicologico.
 In uno stile didattico, Orage spiega come "osservare", "leggere gli uomini", o "risparmiare le energie", dando spunti e suggerimenti per la comprensione di quel complesso "sistema-uomo", fatto di fisicità, personalità ed emozioni....

La Mia Fanciullezza con Gurdjieff

di Fritz Peters

LA MIA FANCIULLEZZA CON GURDJIEFF
di Fritz Peters

Ecco un libro assolutamente delizioso. Non solo rievoca aneddoti pieni dì spirito, ma è anche colmo di saggezza, la saggezza della vita. Il libro è egualmente ammirabile per la singolarità dell'incontro fra un ragazzino, Fritz Peters, e un essere straordinario [...].
 Si deve infatti tener sempre presente che, quando la madre lo affidò a Gurdjieff, che dirigeva allora l'Istituto per lo Sviluppo Armonico dell'Uomo, a Fontainebleau, il bambino ignorava tutto della personalità del suo interlocutore e di quello che egli poteva rappresentare. Ma se ne rese conto ben presto. Ad apertura di libro, si viene immediatamente sedotti da queste due nature così profondamente diverse, e si avverte come tutto, qui, sia molto lontano dalla banalità dei ricordi d'infanzia.
 Fritz Peters, il monello, fu abbastanza perspicace da rendersi conto che si trovava in presenza di un uomo assolutamente fuori del comune, di un essere che era stato definito come un maestro, un guru, un profeta [...]. Il libro affascinerà certamente anche chi di Gurdjieff non ha mai sentito parlare. E, in ogni caso, distrugge tutte le assurde leggende del « maestro e diavolo » che sono circolate a suo riguardo, delineando il ritratto di una delle figure più enigmatiche e controverse del nostro tempo. L'ho letto a più riprese, e ogni volta con interesse rinnovato.
 In un certo senso, lo considero come qualcosa di eguale ad Alice nel paese delle meraviglie, un autentico gioiello della nostra letteratura.
(Dallo scritto di Henry Miller) ...
LA COMPRENSIONE DELL'ESSERE
Dagli isegnamenti di G.I. Gurdjieff
di George I. Gurdjieff

"Sai,Ogni giorno ringrazio Dio per avermi fatto conoscere Gurdjieff", confidava a un amico A.R. Orage, una settimana prima di morire.
 E in tale affermazione risiede la chiave per collocare l'opera dell'autore, considerato tra i più acuti critici letterari del suo tempo.
 Già alla ricerca di una verità che potesse lenire la sua profonda insoddisfazione interiore, Orage, nel 1921, incontra Gurdjieff, il Maestro che stava cercando. Di lui, lo attrae non solo il sistema filosofico, ma soprattutto il metodo, estremamente pratico e proveniente da un corpo di più antiche conoscenze.
 E' infatti dalla ricca fonte del sistema di Gurdjieff che trae origine La comprensione dell'essere (The Active Mind), questa raccolta di brevi saggi di carattere psicologico.
 In uno stile didattico, Orage spiega come "osservare", "leggere gli uomini", o "risparmiare le energie", dando spunti e suggerimenti per la comprensione di quel complesso "sistema-uomo", fatto di fisicità, personalità ed emozioni....

La Comprensione dell'Essere

Dagli isegnamenti di G.I. Gurdjieff

di George I. Gurdjieff

"Sai,Ogni giorno ringrazio Dio per avermi fatto conoscere Gurdjieff", confidava a un amico A.R. Orage, una settimana prima di morire.

E in tale affermazione risiede la chiave per collocare l'opera dell'autore, considerato tra i più acuti critici letterari del suo tempo.

Già alla ricerca di una verità che potesse lenire la sua profonda insoddisfazione interiore, Orage, nel 1921, incontra Gurdjieff, il Maestro che stava cercando. Di lui, lo attrae non solo il sistema filosofico, ma soprattutto il metodo, estremamente pratico e proveniente da un corpo di più antiche conoscenze.

E' infatti dalla ricca fonte del sistema di Gurdjieff che trae origine La comprensione dell'essere (The Active Mind), questa raccolta di brevi saggi di carattere psicologico.

In uno stile didattico, Orage spiega come "osservare", "leggere gli uomini", o "risparmiare le energie", dando spunti e suggerimenti per la comprensione di quel complesso "sistema-uomo", fatto di fisicità, personalità ed emozioni.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*