Germogli, tante vitamine da coltivare in casa

I più comuni sono i germogli di soia, che per essere precisi dovremmo chiamare germogli di fagiolo mung, da tempo però nei supermercati l’offerta si è moltiplicata e si possono scegliere tra numerose qualità diverse di germogli.

Aggiungerli nella propria dieta è sicuramente un’ottima idea, in quanto il germoglio è un alimento ricco di vitamine del gruppo B compresa la B12 (una rarità nel mondo vegetale) e di sali minerali, è facile da digerire, economico e buonissimo. D’estate poi è perfetto per arricchire i propri piatti, perché è fresco e mangiarlo crudo è sicuramente la scelta ideale per sfruttarne al massimo i benefici.

Si possono facilmente preparare anche a casa propria. Anche i meno esperti potranno, con soddisfazione, creare la propria piccola coltivazione e, in 3-4 giorni, godere dei frutti. È importante scegliere i semi da germoglio provenienti da coltivazione biologica e non da semina, in questo caso infatti potrebbero essere stati trattati con sostanze chimiche.

Per coltivarli si devono mettere in ammollo per circa 12 ore, poi scolarli e, per i giorni successivi, sciacquarli fino a 3-4 volte al giorno e riporli in un vasetto di vetro chiuso con una garza. Con questa procedura i semi rimarranno sempre umidi, ma non bagnati… in questo caso marcirebbero. Quando i germogli saranno lunghi almeno 3 centimetri, saranno pronti per essere consumati. In commercio esistono anche germogliatori dotati da diversi ripiani, che rendono possibile la coltivazione di diverse qualità di germogli contemporaneamente.

È possibile coltivare e consumare numerose qualità di germogli, le più comuni sono quelle di fagioli mung o piselli, entrambi dal sapore molto delicato. Quelli di cavolo rosso hanno un colore che tende al violetto e un sapore piacevolmente piccante. I germogli di finocchio e quelli di porro, invece racchiudono il sapore del vegetale ‘cresciuto’ con, in più, tutte le qualità del germoglio. Quelli di ravanello sono decisamente piccanti, dal sapore molto intenso e di colore rosso scuro. Oltre ad aggiungerli a colorate insalate estive, si possono usare per rendere speciali delle ottime ricette.

Fonte: http://mangiarebuono.it/germogli-tante-vitamine-da-coltivare-in-casa/

Libri e varie...
GERMOGLIO - GERMOGLIATORE AUTOMATICO
Germogli in soli 3-5 giorni - BPA FREE

Germoglio - Germogliatore automatico

Germogli in soli 3-5 giorni - BPA FREE

Germoglio è un germogliatore automatico, semplice e funzionale, che ti consentirà di produrre i germogli in casa e di poterli mangiare ogni giorno.

Aggiungendo semplicemente semi e acqua, è possibile ottenere germogli freschi e biologici in soli 3-5 giorni.

Grazie ai germogli prodotti con questo innovativo germogliatore, la tua dieta sarà naturalmente ricca di enzimi, vitamine, sali minerali, oligoelementi, aminoacidi e proteine che conferiscono al tuo corpo un’incredibile carica energetica!

Tutte le plastiche di Germoglio a contatto con i germogli sono BPA free, cioè esenti da sostanze tossiche che a lungo andare possono favorire carcinomi mammari e prostatici, modifiche biochimiche nel cervello, problemi riproduttivi, obesità e disturbi neurologici.

› Completamente automatico
› Coltiva simultaneamente fino a quattro varietà diverse di germogli
› Materiale plastico atossico
› Bassissimo consumo energetico: 15w
› Silenzioso e non produce vibrazioni
› Educativo per i bambini

Il seme in fase di germinazione è nel momento di massima energia e la concentrazione di sostanze nutritive è circa 10 volte maggiore rispetto a quella alla pianta adulta! 

› I germogli sono poveri in grassi, e per questo consigliati a chiunque desideri integrare la propria dieta di alimenti a ridotto contenuto calorico.
› Sono in grado di rigenerare e donare vitalità ed energia all'organismo e di stimolare il funzionamento del sistema immunitario.
› Possono essere particolarmente gradevoli al gusto, dal sapore intenso, piccante, delicato o saporito a seconda delle specie o varietà e si adattano bene a pietanze di ogni tipo per arricchire, aromatizzare ed insaporire antipasti, primi e secondi.

 

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *