Errori medici? Un’ecatombe ogni anno

di Marcello Pamio

Ce ne siamo già occupati altre volte in passato: gli errori medici sono la terza causa di morte nel mondo Occidentale, dopo le malattie cardiovascolari e il cancro.

Errori mediciQuello che esce da un recente studio pubblicato dal British Medical Journal ha però dell’incredibile: l’errore medico non è incluso nei certificati medici e nelle statistiche riguardanti le cause di morte! Questo significa una sola cosa: i numeri delle morti che noi tutti conosciamo sono sottostimati. Quindi le cause iatrogene potrebbero risalire il podio diventando la seconda o addirittura la prima causa di morte al mondo.

Ovviamente i media tacciono. Argomento tabù, gli sponsor sono sacri. Farmaci killer spietati? Assolutamente no, le droghe non si toccano, gli interessi economici sotterrano le morti che passano in secondo piano. Esattamente come i morti civili nelle guerre: danni collaterali.

Oggi la realtà è la seguente: probabilmente i farmaci uccidono più delle guerre. A fare un po’ di luce, due ricercatori Martin Makary e Michael Daniel, che hanno cercato di stimare il contributo dell’errore medico sul tasso di mortalità americano. La loro ricerca è stata pubblicata il 3 maggio scorso, dalla prestigiosa e accreditata rivista britannica ‘British Medical Journal’ (3 maggio 2016; 353).

Libri e varie...

Scoperte mediche non autorizzate

Le cure proibite osteggiate dalle multinazionali del farmaco

di Marco Pizzuti

SCOPERTE MEDICHE NON AUTORIZZATE  - LIBRO
Le cure proibite osteggiate dalle multinazionali del farmaco
di Marco Pizzuti

A volte, ascoltare la cosiddetta "altra campana" può salvarci la vita!
 Scoperte mediche non autorizzate prende in esame una serie di scoperte che, per quanto censurate, screditate e bandite dall'establishment medico asservito a "big pharma", trovano conferma in documenti, ricerche scientifiche e testimonianze di numerosi pazienti.
 Molti malati sono infatti guariti da patologie ritenute incurabili (cancro, AIDS, autismo, sclerosi multipla ecc.), si sono alzati dalla sedia a rotelle o hanno migliorato le loro condizioni in modi che hanno fatto gridare al miracolo.
 Marco Pizzuti mette finalmente a nudo i meccanismi che trasformano la propaganda commerciale delle grandi case farmaceutiche in "scienza medica" e che etichettano grandi/scomode scoperte alla stregua di "clamorose bufale". Forte di una mole di dati clinici interamente verificabili, riporta fonti corroborate da interviste e dichiarazioni di eminenti luminari nel campo della sanità.
 Elenca inoltre per la prima volta tutte le informazioni di contatto necessarie per poter consultare i "medici eretici" citati nel testo e trarre le proprie conclusioni....

Effetti Collaterali: Morte

Le confessioni di un manager pentito delle grandi multinazionali del farmaco

di John Virapen

EFFETTI COLLATERALI: MORTE  - LIBRO
Le confessioni di un manager pentito delle grandi multinazionali del farmaco
di John Virapen

Un libro che mostra il volto più inquietante di un potere profondamente radicato nella nostra società, che fonda sulla sua immagine "rassicurante" la sua forza di convinzione delle masse, considerate soprattutto come consumatori, ben più che come pazienti, e soprattutto piuttosto che persone.
 I fatti sono profondamente circostanziati, e la visione "dall'interno" che viene fornita è lucida
 Raggelante.
Tra le inquietanti rivelazioni che si succedono nella narrazione, emerge la scelta di un uomo sicuramente coinvolto, ma che oggi ha deciso di rompere il muro del silenzio. Raccontando la verità....

Primo, non Curare chi è Normale

Contro l'invenzione delle malattie - La ribellione di uno Psichiatra contro l'eccesso di diagnosi, il DMS-5, Big Pharma e la medicalizzazione della normalità

di Allen Frances

PRIMO, NON CURARE CHI è NORMALE  - LIBRO
Contro l'invenzione delle malattie - La ribellione di uno Psichiatra contro l'eccesso di diagnosi, il DMS-5, Big Pharma e la medicalizzazione della normalità
di Allen Frances

Considerato dagli psichiatri di tutto il mondo il testo imprescindibile di riferimento, il DSM (Diagnostic and Statistical Manual), pubblicato dalla American Psychiatric Association e tradotto in decine di lingue, è la fonte primaria che definisce il limite tra ciò che è normale e ciò che è patologico in relazione alla psiche.
 Passato attraverso quattro edizioni, il manuale è giunto ora alla quinta stesura, il DSM-5, ma questa volta la pubblicazione ha scatenato feroci e allarmanti polemiche.
 A capo dei critici più agguerriti si trova Alien Frances, l'autore di questo libro, scienziato autorevole e psichiatra tra i più apprezzati, che sa bene di cosa parla, dal momento che proprio lui aveva diretto la redazione del precedente DSM-IV. Secondo la sua analisi, precisa e convincente, la nuova edizione del manuale diagnostico rischia di fare più male che bene.
 L'impostazione del volume allarga infatti a tal punto lo spettro delle patologie psichiche da lasciare ben poco spazio alla "normalità", che quasi scompare.
 Siamo tutti malati: un regalo alle industrie degli psicofarmaci e una resa di fronte alla crescente medicalizzazione della società, divenuta sempre meno capace di gestire serenamente fenomeni comuni, che sono sempre esistiti, come il lutto, l'invecchiamento o la naturale vivacità dei giovani. Si moltiplicano invece le diagnosi di patologie per ogni comportamento, perdendo in questo modo la visione pluralista dell'universo psichico......

Come Impedire al Vostro Medico di Nuocervi

Guida del Paziente Consapevole - Quando la medicina fa più male che bene - Edizione Economica

di Vernon Coleman

COME IMPEDIRE AL VOSTRO MEDICO DI NUOCERVI  - LIBRO
Guida del Paziente Consapevole - Quando la medicina fa più male che bene - Edizione Economica
di Vernon Coleman

La persona che ha maggiori probabilità statistiche di uccidervi
 non è un ladro, un rapinatore o uno squilibrato ubriaco alla guida della sua auto.
 Questa persona è semplicemente il vostro medico.
 Il tutto scientificamente provato:
 
 - "Soltanto il 15 per cento dei trattamenti medici è supportato da solide prove scientifiche".
 - "Quattro pazienti su dieci tra quelli che assumono farmaci soffrono di disturbi fastidiosi o molto gravi e perfino mortali che insorgono a causa dei farmaci e un paziente su sei tra quelli ricoverati in ospedale si trova lì perché un medico lo ha fatto ammalare".
 - "Diversi esperti indipendenti che hanno studiato l'uso degli antibiotici dichiarano che tra il 50 e il 90 per cento delle prescrizioni fatte non sono necessarie".
 - "Molte più persone vengono uccise dai farmaci prescritti che dalle droghe illegali come l'eroina o la cocaina".
 - "Tanti farmaci sono stati ritirati o sono soggetti a restrizioni perché considerati troppo pericolosi. Alcuni sono stati ritirati dal mercato dopo qualche mese, mentre molti altri dopo diversi anni. Potete immaginare le proteste se succedesse la stessa cosa per i metodi usati per testare le automobili o i prodotti alimentari, e tanti tipi di auto o di alimenti dovessero essere ritirati dal mercato?".
 - "Un gruppo di ricercatori ha esaminato le cartelle cliniche di 100 pazienti che, come rilevato poi dall'autopsia, erano deceduti in seguito a infarto. Lo studio ha rivelato che solo il 53 per cento di quegli infarti era stato diagnosticato. Ma quello che rende questa notizia ancora più allarmante è che la metà dei pazienti in questione era seguita da specialisti in cardiologia".
 - "Uno studio condotto su 131 pazienti psichiatrici scelti a caso ha dimostrato che per circa tre quarti (cioè per il 75 per cento) dei pazienti la diagnosi probabilmente era sbagliata".
  E poi cancro, AIDS, antibiotici, interventi chirurgici, ospedali, esami diagnostici, farmaci, infezioni, tranquillanti, Ritalin ecc.
 Come puoi allora difenderti dal tuo dottore?
 Il medico e divulgatore scientifico Vernon Coleman risponde a questa domanda fornendo una serie di consigli pratici e suggerimenti per vivere più a lungo in maniera sana e naturale, per tutelarsi dalla superficialità, dall'incompetenza e talvolta dall'arroganza del sistema sanitario ufficiale.
 Leggendo queste pagine puoi:
 
 - diventare un paziente più consapevole e capace di controllare la tua vita;
 - sapere che domande porre al tuo medico;
 - imparare ad ascoltare il tuo corpo;
 - sopravvivere in ospedale;
 - usare la medicina alternativa quando possibile;
 - controllare il dolore senza l'aiuto del medico;
 - evitare di farti prescrivere farmaci inutili;
 - vincere i problemi cardiaci senza farmaci o chirurgia;
 - essere in grado di affrontare una diagnosi di cancro;
 - stare meglio cambiando dieta;
 - e molto altro
  Indice Prefazione 
Introduzione all'edizione originale
 Capitolo 1. Non permettete al vostro medico di trattarvi con arroganza
Capitolo 2. Esami e analisi: sono sicuri? 
Capitolo 3. Che effetti avrà quel farmaco su di voi?
Capitolo 4. Il vostro medico sta provando un nuovo farmaco su di voi?
Capitolo 5. La vera causa del cancro e la soluzione 
Capitolo 6. State prendendo troppi antibiotici?
Capitolo 7. Quanto sono sicure le prescrizioni ripetute nel tempo?
Capitolo 8. Qualche domanda da fare al medico prima di assumere i farmaci che vi prescrive
Capitolo 9. Non permettete al vostro medico di etichettarvi
Capitolo 10. Come sopravvivere in ospedale
Capitolo 11. Attenzione agli effetti collaterali
Capitolo 12. Quando chiedere un secondo parere 
Capitolo 13. Il vostro medico è veramente qualificato?
Capitolo 14. Non permettete al vostro medico di condannarvi a morte 
Capitolo 15. Perché non è sempre opportuno sottoporsi alle cure per la salute mentale
Capitolo 16. Come proteggersi dalle infezioni
Capitolo 17. Avere la meglio sui problemi cardiaci senza farmaci o chirurgia
Capitolo 18. Imparate ad ascoltare il vostro corpo
Capitolo 19. Imparate a controllare il dolore senza l'aiuto del vostro medico
Capitolo 20. Medicinali da banco. Attenzione! 
Capitolo 21. Come ottenere il meglio dal vostro medico 
Capitolo 22. Imparate quando usare la medicina alternativa 
Capitolo 23. Stare meglio semplicemente cambiando la dieta 
Capitolo 24. Come ridurre il rischio di cancro dell'80 per cento
Capitolo 25. Mangiare per rimanere sani e snelli tutta la vita
Capitolo 26. Mantenersi sani con abbracci, baci e coccole 
Capitolo 27. In nove malattie su dieci il corpo guarisce da solo
Capitolo 28. Come vivere fino a cent'anni 
Capitolo 29. Qualche semplice consiglio su come manipolare il vostro medico
Capitolo 30. Fatevi sentire, starete meglio 
Capitolo 31. Denti devitalizzati, una bomba a orologeria? 
Capitolo 32. Ritalin: abuso di minori su prescrizione
Capitolo 33. Acqua, acqua dappertutto... e neanche una goccia buona da bere
Capitolo 34. Cosa farei se mi venisse detto che ho il cancro
Capitolo 35. Capire il vostro medico
Capitolo 36. Non fatevi dare farmaci che non volete
Capitolo 37. I pericoli di troppe radiografie
Capitolo 38. Tranquillanti a base di benzodiazepine. Quello che tutti i pazienti dovrebbero sapere 
Capitolo 39. Come abbassare il tasso di colesterolo nel sangue
Capitolo 40. Dieci buone ragioni per non fidarsi del proprio medico
Capitolo 41. Gli scandali del cancro al seno 
Capitolo 42. Alcune domande da fare al chirurgo 
Capitolo 43. Come ottenere il meglio dal vostro medico
 Epilogo
 I libri di Vernon Coleman
 Indirizzi utili
Siti Internet
Letture consigliate...

Il Farmaco Moderno

Un patto esemplare fra uomo e natura

di Bruno Silvestrini

IL FARMACO MODERNO  - LIBRO
Un patto esemplare fra uomo e natura
di Bruno Silvestrini

Subordinare la natura ai bisogni dell'uomo o sentirsene parte? Il farmaco è simbolo di questo conflitto fra le due anime del progresso scientifico e tecnologico.
 L'autore dopo averne illustrato le proprietà elementari, tratta prima del farmaco naturale, dalla sua comparsa nella scienza fino alla rivoluzione darwiniana, poi del farmaco di sintesi, ricordandone i meriti, ma mettendo anche in rilievo senza preconcetti le conseguenze negative che ha avuto sulla ricerca, sull'assetto del settore farmaceutico e sulla medicina....

Salute e Bugie

Come difendersi da farmaci inutili, cure fasulle e ciarlatani

di Salvo di Grazia

SALUTE E BUGIE  - LIBRO
Come difendersi da farmaci inutili, cure fasulle e ciarlatani
di Salvo di Grazia

Per la salute e la bellezza si è disposti a credere a tutto, anche che sia possibile con una lozione far ricrescere i capelli o che con la cartilagine di squalo, l'aculeo velenoso dello scorpione, o addirittura con le mandorle, si guarisca dal cancro.
 Contro le truffe in farmacia, le cure inutili e le illusioni della medicina alternativa, qui dimostrate da chi le denuncia da anni, l'unico antidoto è l'informazione: per salvaguardare noi stessi e il progresso scientifico, quello al servizio dell'uomo e non degli interessi delle aziende farmaceutiche e degli speculatori.
 "Il problema dell'umanità è che gli stupidi sono strasicuri e gli intelligenti sono pieni di dubbi."
 Bertrand Russell
 "Non si è liberi di scegliere se non si è correttamente informati... Fate di tutto per non ingrassare ciarlatani, imbonitori e guru."
 Salvo Di Grazia, "MedBunker"...

La lista annuale delle cause più comuni di morte negli Stati Uniti è stilata dal CDC, il Centro di Controllo e Prevenzione delle Malattie. Tale lista utilizza i certificati di morte compilati da medici, agenzie funebri e medici legali.

Uno dei maggiori limiti del certificato di morte è che esso fa affidamento al codice ICD di assegnazione internazionale della Classificazione delle Patologie che causano la morte. Ciò che ne risulta è che le cause di morte non associate ad un codice ICD, come ad esempio fattori legati a errori dell’uomo o del sistema, non vengono menzionati!

I due ricercatori hanno analizzato la letteratura scientifica sugli errori medici, per identificare il loro contributo nella mortalità negli USA, in relazione alle cause elencate dal CDC.

Morte da “attenzioni mediche”

Cause iatrogene di morteL’errore medico è stato definito un atto inconsapevole o un processo che non raggiunge il risultato aspettato (errore di esecuzione), o l’utilizzo di un piano di azione errato per raggiungere uno scopo (errore di pianificazione) o una deviazione del processo di cura, che può o meno causare danno al paziente. Il danno al paziente può provenire da un errore medico a livello individuale o di sistema.

Ci focalizziamo su eventi letali evitabili, per sottolineare il range dei potenziali miglioramenti da mettere in atto. Il ruolo dell’errore può essere complesso. Mentre molti errori sono non-consequenziali (non portano cioè a conseguenze gravi per la salute), in altri casi un solo errore può determinare la morte in qualcuno con un’aspettativa di vita lunga o accelerarne la fine.

Il seguente caso dimostra come un errore possa contribuire alla morte di una persona.

Caso: ruolo svolto dall’errore medico nella morte di una paziente
Una giovane donna guarì dopo aver subito un intervento di trapianto andato a buon fine. Successivamente, venne ricoverata nuovamente per alcuni disturbi non specificati che vennero studiati sottoponendola ad un iter di esami intensivi, alcuni dei quali non necessari, inclusa una pericardiocentesi. Giorni dopo, in seguito ai suddetti esami, dovette tornare in ospedale per un’emorragia intra-addominale e un arresto cardiopolmonare. L’autopsia rivelò che l’ago inserito durante la pericardiocentesi aveva escoriato il fegato causando un pseudoaneurisma che sfociò in una rottura dello stesso e nella conseguente morte della donna. Il certificato di morte riportò, però, che la causa del decesso era da ricondursi ad una patologia cardiovascolare della paziente.

Quanto è grande il problema?

Negli Stati Uniti la più comune fonte che riporta stime di decessi annuali causati da errori medici, è un report datato 1999, molto limitato e obsoleto dell’Istituto di Medicina (IOM). Tale report descrive una media di 44.000 – 98.000 decessi annuali, che però non si basava su una ricerca primaria condotta dall’istituto stesso, ma su uno studio di pratica medica condotto ad Harvard nel 1984, e su uno studio del 1992 condotto in Utah e in Colorado.

Già nel 1993, Leape, un investigatore che si occupava dello studio di Harvard, pubblicò un articolo secondo il quale le stime riportate in tale studio erano troppo basse, sostenendo che il 78% anziché il 51% delle 180.000 morti iatrogene effettivamente riscontrate erano evitabili (alcuni sostengono che tutte le morti iatrogene siano evitabili). Questa incidenza più elevata è stata conseguentemente supportata da studi che affermano che il report IOM del 1999 ha sottostimato l’entità del problema.

Errori medici con morte del pazienteUn altro report del 2004, riguardante i decessi di pazienti ricoverati associati all’Agenzia per la Qualità nella Sanità e per la Verifica della Sicurezza del Paziente, riferita alla popolazione con assistenza sanitaria, stimò che 575.000 decessi fossero staticausati da errori medici tra il 2000 e il 2002, che corrispondono a circa 195.000 morti all’anno.

Allo stesso modo, il Ministero della Salute degli Stati Uniti esaminando gli archivi dei ricoverati nel 2009, riportò che 180.000 decessi tra coloro che possedevano un’assicurazione sanitaria erano dovuti a errori medici. Utilizzando metodi simili, le pubblicazioni mediche di D.C. Classen descrivono una media di 1,13%.

Se questa media, venisse applicata a tutte le ammissioni registrate negli ospedali statunitensi nel 2013, il numero delle morti diventerebbe più di 400.000 all’anno, e cioè 4 volte maggiore alle morti stimate dal IOM.

Similarmente, pubblicazioni di Classes e Landrigan che hanno cooperato a pubblicazioni riguardanti la Sicurezza del Paziente, hanno riportato che lo 0,6% delle ammissioni ospedaliere in un gruppo di ospedali della Carolina del Nord, nell’arco di 6 anni (2002-2007), sono risultate letali a causa di eventi avversi ed è stato stimato che il 63% fosse causato da errori medici. Riportati ad una media nazionale questi dati si traducono in 134.581 morti annuali di pazienti a causa di una scarsa cura del paziente.

Da notare che nessuno di questi studi menziona le morti di pazienti curati esternamente, ovvero quelle risultanti da errori su pazienti curati a casa o assistiti nelle loro case, oppure di pazienti curati in ambulatori esterni o cliniche private.

Una rivista specializzata redatta da James stimò gli inconvenienti in campo medico utilizzando una analisi ponderata e descrisse un range pari a 210.000 – 400.000 di morti annuali, associate ad errori medici tra i pazienti ricoverati negli ospedali.

Noi abbiamo calcolato una media di decessi causati da errori medici di 251.454 per anno, utilizzando gli studi sviluppati sul report dell’IOM del 1999, valutando anche le ammissioni ospedaliere registrate nel 2013 negli Stati Uniti.

Crediamo che anche la nostra ricerca non sia del tutto realistica e sia molto riduttiva, in quanto si basa per lo più su documenti o ricerche che comunque riguardano esclusivamente i decessi di pazienti in ospedale.

Nonostante le nostre supposizioni fatte estrapolando dati di studi effettuati sul più ampio range di popolazione statunitense possibile, emerge sempre di più la quasi totale assenza di dati nazionali evidenti e la conseguente necessità di una sistematica analisi di questo problema.

Confrontando le nostre stime con quelle del Centro Clinico di Controllo e Prevenzione (CDC) nazionale se ne deduce che gli errori medici sono la terza causa più comune di decessi negli Stati Uniti. 

Cause di decessi negli Stati Uniti, anno 2013

  • Malattie cardiache: 611.000
  • Cancro: 585.000
  • Errori medici: 251.000 (tra gli errori medici non sono registrate le morti al di fuori degli ospedali).
  • Suicidi: 41.000
  • Incidenti: 34.000
  • Armi da fuoco: 34.000

Le priorità della Salute

Abbiamo stimato che gli errori medici siano la 3a causa di morte negli Stati Uniti e pertanto ciò richiede la dovuta attenzione. Gli errori medici che conducono alla morte del paziente sono sottostimati e poco conosciuti anche in molti altri paesi, incluso il Regno Unito e il Canada. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO), 117 nazioni codificano i decessi utilizzando la classifica standard ICD (che esclude l’errore umano) come metodo primario di valutazione. 

Il metodo ICD ha una ridotta capacità di individuare l’errore umano. Al massimo ci sono alcuni codici che includono un qualche aspetto legato al ruolo di eventuali errori che possano aver influenzato l’evoluzione della patologia, come ad esempio la codifica legata a patologie anti-coagulanti possibilmente sviluppatesi come effetto collaterale di un’overdose di farmaci.

Quando un errore medico sfocia nella morte del paziente, sia l’aspetto psicologico della morte che i problemi legati alla somministrazione della cura dovrebbero essere analizzati. La questione degli errori medici non deve essere svincolata dall’approccio scientifico. Una più appropriata analisi tecnica del ruolo dell’errore medico nella morte del paziente, potrebbe aumentare la consapevolezza e guidare alla collaborazione tra diverse realtà, nonché ad un maggiore investimento su Ricerca e Prevenzione.

Contributi e Fonti:  Martin Makary è lo sviluppatore della checklist post operatoria, precursore della checklist chirurgica istituita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Makary è un chirurgo oncologo al John Hopkins Hospital e autore di “Unaccountable”, libro che tratta la trasparenza di informazioni nella sanità.

Micheal Daniel è un allievo specializzato nella Ricerca per la Sicurezza del Paziente al John Hopkins ed è particolarmente coinvolto nella Ricerca e Analisi dei Servizi Sanitari.

Questo articolo è nato da una discussione tra loro riguardante la scarsità di fondi a disposizione per supportare un servizio di qualità e di sicurezza relativo alle “altre” cause di morte (ovvero l’errore medico).

Articolo di Marcello Pamio

Traduzione: Lorenza Veronese

Fonte: http://www.disinformazione.it/errori_medici.htm

Libri e varie...

Effetti Collaterali: Morte

Le confessioni di un manager pentito delle grandi multinazionali del farmaco

di John Virapen

EFFETTI COLLATERALI: MORTE  - LIBRO
Le confessioni di un manager pentito delle grandi multinazionali del farmaco
di John Virapen

Un libro che mostra il volto più inquietante di un potere profondamente radicato nella nostra società, che fonda sulla sua immagine "rassicurante" la sua forza di convinzione delle masse, considerate soprattutto come consumatori, ben più che come pazienti, e soprattutto piuttosto che persone.
 I fatti sono profondamente circostanziati, e la visione "dall'interno" che viene fornita è lucida
 Raggelante.
Tra le inquietanti rivelazioni che si succedono nella narrazione, emerge la scelta di un uomo sicuramente coinvolto, ma che oggi ha deciso di rompere il muro del silenzio. Raccontando la verità....

Cancro SPA

Il business intoccabile: le cose da sapere che possono salvarti la vita - Prefazione di Giuseppe Di Bella

di Marcello Pamio

CANCRO SPA - LIBRO
Il business intoccabile: le cose da sapere che possono salvarti la vita - Prefazione di Giuseppe Di Bella
di Marcello Pamio

Secondo lo storico della scienza e filosofo statunitense Thomas Samuel Kuhn, nessuna teoria nuova e rivoluzionaria, per quanto geniale e ricca di prove, può essere accettata dall'establishment medico-scientifico. Produce piuttosto una situazione di crisi, in cui la comunità cerca di negare o ridimensionare il fenomeno.
 Ed è proprio quello che sta accadendo oggi: tutte le teorie che si scontrano con il paradigma ufficiale vengono sistematicamente demolite e i coraggiosi ricercatori che hanno continuato a portarle avanti sono stati personalmente attaccati, isolati, licenziati, indagati… Oggi la "Casta del Cancro" - interconnessa con Big Pharma - difende a spada tratta la chemioterapia e la radioterapia, nonostante i risultati fallimentari degli ultimi 40 anni!
 Ogni anno, secondo i dati dell'OMS nel mondo intero oltre 15 milioni di persone sono colpite dal tumore. In Italia ogni giorno 1000 persone ricevono una diagnosi di tumore maligno. A questi si dovrebbero aggiungere i tumori epiteliali, che per le loro peculiarità biologiche e biochimiche è consuetudine considerarli separatamente. Sommandoli tutti il numero annuale delle diagnosi di tumore nel nostro paese supera le 400.000 unità: una vera e propria pandemia.
 La situazione è veramente grave: i dati su incidenza e mortalità pubblicati dalla rivista Lancet Oncology non lasciano spazio a dubbi: il cancro è la prima causa di morte nei paesi sviluppati. 
 Non ci viene detto però che la sopravvivenza a 5 anni dalla chemio supera di poco il 2%, e questo perché le sostanze usate, sono esse stesse "cancerogene", "mutagene" e "teratogene". 
 Viene da chiedersi: come mai ai malati di cancro vengono somministrate sostanze costosissime e altamente tossiche per l'organismo, al punto da richiederne l'incenerimento ad alte temperature? Ignoranza, malafede, interessi economici?
 Oggi la potentissima Casta del Cancro difende a spada tratta la chemioterapia e la radioterapia, nonostante i risultati fallimentari degli ultimi 40 anni.
 "Business is business", e anche il cancro non è immune da tale logica commerciale: la chemio può costare fino 50.000 euro al mese, un solo trapianto di midollo 36.000, un ciclo completo di radioterapia 26.000 euro, ecc. Il costo medio di un paziente oncologico è di oltre 200.000 euro, e ogni anno in Italia sono 270.000 i nuovi malati… 
 
 - I protocolli usati in oncologia sono cancerogeni e mutageni
 - La sopravvivenza a 5 anni alla chemioterapia non supera il 2%
 - Il cancro è la prima causa di morte nei paesi sviluppati
 - In Italia ogni anno a 400.000 persone viene diagnosticato un cancro
 - Le terapie oncologiche sono la prima spesa sanitaria
 - Con il cancro le industrie guadagnano più di qualsiasi altra malattia
  "Pamio tratta uno degli aspetti più immorali e inaccettabili dei nostri tempi, la gestione autoritaria della salute mediante una dittatura terapeutica unicamente finalizzata allo sfruttamento della sofferenza e della malattia".
Dalla Prefazione di Giuseppe Di Bella...

Come Impedire al Vostro Medico di Nuocervi

Guida del Paziente Consapevole - Quando la medicina fa più male che bene - Edizione Economica

di Vernon Coleman

COME IMPEDIRE AL VOSTRO MEDICO DI NUOCERVI  - LIBRO
Guida del Paziente Consapevole - Quando la medicina fa più male che bene - Edizione Economica
di Vernon Coleman

La persona che ha maggiori probabilità statistiche di uccidervi
 non è un ladro, un rapinatore o uno squilibrato ubriaco alla guida della sua auto.
 Questa persona è semplicemente il vostro medico.
 Il tutto scientificamente provato:
 
 - "Soltanto il 15 per cento dei trattamenti medici è supportato da solide prove scientifiche".
 - "Quattro pazienti su dieci tra quelli che assumono farmaci soffrono di disturbi fastidiosi o molto gravi e perfino mortali che insorgono a causa dei farmaci e un paziente su sei tra quelli ricoverati in ospedale si trova lì perché un medico lo ha fatto ammalare".
 - "Diversi esperti indipendenti che hanno studiato l'uso degli antibiotici dichiarano che tra il 50 e il 90 per cento delle prescrizioni fatte non sono necessarie".
 - "Molte più persone vengono uccise dai farmaci prescritti che dalle droghe illegali come l'eroina o la cocaina".
 - "Tanti farmaci sono stati ritirati o sono soggetti a restrizioni perché considerati troppo pericolosi. Alcuni sono stati ritirati dal mercato dopo qualche mese, mentre molti altri dopo diversi anni. Potete immaginare le proteste se succedesse la stessa cosa per i metodi usati per testare le automobili o i prodotti alimentari, e tanti tipi di auto o di alimenti dovessero essere ritirati dal mercato?".
 - "Un gruppo di ricercatori ha esaminato le cartelle cliniche di 100 pazienti che, come rilevato poi dall'autopsia, erano deceduti in seguito a infarto. Lo studio ha rivelato che solo il 53 per cento di quegli infarti era stato diagnosticato. Ma quello che rende questa notizia ancora più allarmante è che la metà dei pazienti in questione era seguita da specialisti in cardiologia".
 - "Uno studio condotto su 131 pazienti psichiatrici scelti a caso ha dimostrato che per circa tre quarti (cioè per il 75 per cento) dei pazienti la diagnosi probabilmente era sbagliata".
  E poi cancro, AIDS, antibiotici, interventi chirurgici, ospedali, esami diagnostici, farmaci, infezioni, tranquillanti, Ritalin ecc.
 Come puoi allora difenderti dal tuo dottore?
 Il medico e divulgatore scientifico Vernon Coleman risponde a questa domanda fornendo una serie di consigli pratici e suggerimenti per vivere più a lungo in maniera sana e naturale, per tutelarsi dalla superficialità, dall'incompetenza e talvolta dall'arroganza del sistema sanitario ufficiale.
 Leggendo queste pagine puoi:
 
 - diventare un paziente più consapevole e capace di controllare la tua vita;
 - sapere che domande porre al tuo medico;
 - imparare ad ascoltare il tuo corpo;
 - sopravvivere in ospedale;
 - usare la medicina alternativa quando possibile;
 - controllare il dolore senza l'aiuto del medico;
 - evitare di farti prescrivere farmaci inutili;
 - vincere i problemi cardiaci senza farmaci o chirurgia;
 - essere in grado di affrontare una diagnosi di cancro;
 - stare meglio cambiando dieta;
 - e molto altro
  Indice Prefazione 
Introduzione all'edizione originale
 Capitolo 1. Non permettete al vostro medico di trattarvi con arroganza
Capitolo 2. Esami e analisi: sono sicuri? 
Capitolo 3. Che effetti avrà quel farmaco su di voi?
Capitolo 4. Il vostro medico sta provando un nuovo farmaco su di voi?
Capitolo 5. La vera causa del cancro e la soluzione 
Capitolo 6. State prendendo troppi antibiotici?
Capitolo 7. Quanto sono sicure le prescrizioni ripetute nel tempo?
Capitolo 8. Qualche domanda da fare al medico prima di assumere i farmaci che vi prescrive
Capitolo 9. Non permettete al vostro medico di etichettarvi
Capitolo 10. Come sopravvivere in ospedale
Capitolo 11. Attenzione agli effetti collaterali
Capitolo 12. Quando chiedere un secondo parere 
Capitolo 13. Il vostro medico è veramente qualificato?
Capitolo 14. Non permettete al vostro medico di condannarvi a morte 
Capitolo 15. Perché non è sempre opportuno sottoporsi alle cure per la salute mentale
Capitolo 16. Come proteggersi dalle infezioni
Capitolo 17. Avere la meglio sui problemi cardiaci senza farmaci o chirurgia
Capitolo 18. Imparate ad ascoltare il vostro corpo
Capitolo 19. Imparate a controllare il dolore senza l'aiuto del vostro medico
Capitolo 20. Medicinali da banco. Attenzione! 
Capitolo 21. Come ottenere il meglio dal vostro medico 
Capitolo 22. Imparate quando usare la medicina alternativa 
Capitolo 23. Stare meglio semplicemente cambiando la dieta 
Capitolo 24. Come ridurre il rischio di cancro dell'80 per cento
Capitolo 25. Mangiare per rimanere sani e snelli tutta la vita
Capitolo 26. Mantenersi sani con abbracci, baci e coccole 
Capitolo 27. In nove malattie su dieci il corpo guarisce da solo
Capitolo 28. Come vivere fino a cent'anni 
Capitolo 29. Qualche semplice consiglio su come manipolare il vostro medico
Capitolo 30. Fatevi sentire, starete meglio 
Capitolo 31. Denti devitalizzati, una bomba a orologeria? 
Capitolo 32. Ritalin: abuso di minori su prescrizione
Capitolo 33. Acqua, acqua dappertutto... e neanche una goccia buona da bere
Capitolo 34. Cosa farei se mi venisse detto che ho il cancro
Capitolo 35. Capire il vostro medico
Capitolo 36. Non fatevi dare farmaci che non volete
Capitolo 37. I pericoli di troppe radiografie
Capitolo 38. Tranquillanti a base di benzodiazepine. Quello che tutti i pazienti dovrebbero sapere 
Capitolo 39. Come abbassare il tasso di colesterolo nel sangue
Capitolo 40. Dieci buone ragioni per non fidarsi del proprio medico
Capitolo 41. Gli scandali del cancro al seno 
Capitolo 42. Alcune domande da fare al chirurgo 
Capitolo 43. Come ottenere il meglio dal vostro medico
 Epilogo
 I libri di Vernon Coleman
 Indirizzi utili
Siti Internet
Letture consigliate...

Il Farmaco Moderno

Un patto esemplare fra uomo e natura

di Bruno Silvestrini

IL FARMACO MODERNO  - LIBRO
Un patto esemplare fra uomo e natura
di Bruno Silvestrini

Subordinare la natura ai bisogni dell'uomo o sentirsene parte? Il farmaco è simbolo di questo conflitto fra le due anime del progresso scientifico e tecnologico.
 L'autore dopo averne illustrato le proprietà elementari, tratta prima del farmaco naturale, dalla sua comparsa nella scienza fino alla rivoluzione darwiniana, poi del farmaco di sintesi, ricordandone i meriti, ma mettendo anche in rilievo senza preconcetti le conseguenze negative che ha avuto sulla ricerca, sull'assetto del settore farmaceutico e sulla medicina....

Sanità S.P.A. (eBook)

Tagliare il malaffare per salvare il diritto di tutti alla cura e all'assistenza

di Daniela Francese

SANITà S.P.A. (EBOOK)
Tagliare il malaffare per salvare il diritto di tutti alla cura e all'assistenza
di Daniela Francese

130 miliardi di euro è il costo annuale della salute in Italia. Denaro pubblico che viene investito senza un efficace sistema di controlli e per questo fa gola a tanti: medici e politici corrotti ai posti di comando nelle ASL, industrie farmaceutiche avide di profitti.
 Ma ogni euro che finisce in mazzette, che è investito per produrre farmaci fotocopia, che è speso in appalti mafiosi o sprecato per un ricovero inutile, viene sottratto alla cura di chi è davvero malato. Ed è la causa dei tagli sempre più pesanti che gravano sulla spesa sanitaria e contribuiscono ad amputare un servizio, il Sistema Sanitario Nazionale, che rappresenta una delle più importanti conquiste italiane del XX secolo.
 Governi di destra e sinistra si sono succeduti senza mai predisporre unadeguata pianificazione degli investimenti e delle azioni ispettive sui centri di spesa, che potessero tutelare il comparto della Sanità. Con il rischio, in un futuro molto prossimo, che il sistema sanitario non sia più in grado di rispondere alla domanda di cura e assistenza, destinata invece a crescere.
 Sanità S.p.a. è un'inchiesta serrata che alza il velo sulle colpe della politica, che analizza i fatti e fa nomi e cifre che non possono più essere ignorati, se si vuole salvaguardare uno dei diritti fondamentali di ogni cittadino. Un'inchiesta sui mali che affliggono la Sanità per agire subito, in prima persona, e non rinunciare a un nostro diritto fondamentale....

Salute e Bugie

Come difendersi da farmaci inutili, cure fasulle e ciarlatani

di Salvo di Grazia

SALUTE E BUGIE  - LIBRO
Come difendersi da farmaci inutili, cure fasulle e ciarlatani
di Salvo di Grazia

Per la salute e la bellezza si è disposti a credere a tutto, anche che sia possibile con una lozione far ricrescere i capelli o che con la cartilagine di squalo, l'aculeo velenoso dello scorpione, o addirittura con le mandorle, si guarisca dal cancro.
 Contro le truffe in farmacia, le cure inutili e le illusioni della medicina alternativa, qui dimostrate da chi le denuncia da anni, l'unico antidoto è l'informazione: per salvaguardare noi stessi e il progresso scientifico, quello al servizio dell'uomo e non degli interessi delle aziende farmaceutiche e degli speculatori.
 "Il problema dell'umanità è che gli stupidi sono strasicuri e gli intelligenti sono pieni di dubbi."
 Bertrand Russell
 "Non si è liberi di scegliere se non si è correttamente informati... Fate di tutto per non ingrassare ciarlatani, imbonitori e guru."
 Salvo Di Grazia, "MedBunker"...
STERMINIO SEGRETO  - LIBRO
Ciò che non ti viene detto sulla sanità
di Monia Benini

Può apparire allucinante, può sembrare assurdo, può suonare incredibile...
Ma come ho dimostrato nel libro ci sono persone nei ristretti gruppi che detengono il potere che non solo se ne lavano le mani se le loro attività hanno effetti letali, ma addirittura, come profeti del dio denaro, si arrogano la facoltà di ruotare il pollice verso, condannando l'umanità a uno sterminio segreto.
Monia Bernini
 In un discorso tenuto nel 2008, Zbigniew Brzezinski, allora consigliere per la politica estera del neo eletto presidente Obama, ammette senza difficoltà che "Forse un tempo era più facile controllare un milione di persone, anziché ucciderle fisicamente. Oggi è infinitamente più facile uccidere un milione di persone piuttosto che controllarle."
 In sostanza "È più facile uccidere che controllare".
 Risalendo all'indietro nel tempo sino alla fine del 1974, un altro protagonista della politica statunitense e internazionale, Henry Kissinger sottoscrive, insieme all'allora presidente Nixon, un piano adottato meno di un anno dopo da Gerald Ford. Si tratta del National Security Study Memorandum 200: 'Implicazioni derivanti dalla crescita della popolazione per la sicurezza e per gli interessi oltremare statunitensi', che presenta nero su bianco la necessità di eliminare 3 miliardi di persone dalla faccia della terra.
 Da allora a oggi sono passati quasi 40 anni, ma l'obiettivo è rimasto immutato, al punto che un esperto consigliere delle Nazioni Unite nel 2012 ha rivolto un appello ai governi del mondo per ridurre la crescita della popolazione mondiale e per lavorare congiuntamente per modificare il clima.
 Ogni misura diventa lecita per abbattere il numero di abitanti sul globo terrestre.
 Un silenzioso sterminio è in atto nel nostro pianeta; uno sterminio condotto dalle élites al potere che si arrogano qualunque decisione sanitaria sulla popolazione globale.
 Ogni diritto è loro.
Anche quello di vita e di morte della popolazione mondiale
 Indice Introduzione
 
 - L'Europa in crisi: una sanità non più garantita
 - Diritto alla vita e alla salute. Non per tutti
 - Vaccini e farmaci: una 'leva' per la riduzione della popolazione mondiale?
 - Dai farmaci agli OGM
 - II più temibile 'gioco d'azzardo': imporre le nanotecnologie (ENM) sulla natura
 - Dalla guerra batteriologica a quella climatica
 - Presi per la gola
 - Salvare la vita
  Postfazione
 Ringraziamenti
Biografia...

Sterminio Segreto

Ciò che non ti viene detto sulla sanità

di Monia Benini

Può apparire allucinante, può sembrare assurdo, può suonare incredibile...
Ma come ho dimostrato nel libro ci sono persone nei ristretti gruppi che detengono il potere che non solo se ne lavano le mani se le loro attività hanno effetti letali, ma addirittura, come profeti del dio denaro, si arrogano la facoltà di ruotare il pollice verso, condannando l'umanità a uno sterminio segreto.
Monia Bernini

In un discorso tenuto nel 2008, Zbigniew Brzezinski, allora consigliere per la politica estera del neo eletto presidente Obama, ammette senza difficoltà che "Forse un tempo era più facile controllare un milione di persone, anziché ucciderle fisicamente. Oggi è infinitamente più facile uccidere un milione di persone piuttosto che controllarle."

In sostanza "È più facile uccidere che controllare".

Risalendo all'indietro nel tempo sino alla fine del 1974, un altro protagonista della politica statunitense e internazionale, Henry Kissinger sottoscrive, insieme all'allora presidente Nixon, un piano adottato meno di un anno dopo da Gerald Ford. Si tratta del National Security Study Memorandum 200: 'Implicazioni derivanti dalla crescita della popolazione per la sicurezza e per gli interessi oltremare statunitensi', che presenta nero su bianco la necessità di eliminare 3 miliardi di persone dalla faccia della terra.

Da allora a oggi sono passati quasi 40 anni, ma l'obiettivo è rimasto immutato, al punto che un esperto consigliere delle Nazioni Unite nel 2012 ha rivolto un appello ai governi del mondo per ridurre la crescita della popolazione mondiale e per lavorare congiuntamente per modificare il clima.

Ogni misura diventa lecita per abbattere il numero di abitanti sul globo terrestre.

Un silenzioso sterminio è in atto nel nostro pianeta; uno sterminio condotto dalle élites al potere che si arrogano qualunque decisione sanitaria sulla popolazione globale.

Ogni diritto è loro.
Anche quello di vita e di morte della popolazione mondiale

Indice

Introduzione

  • L'Europa in crisi: una sanità non più garantita
  • Diritto alla vita e alla salute. Non per tutti
  • Vaccini e farmaci: una 'leva' per la riduzione della popolazione mondiale?
  • Dai farmaci agli OGM
  • II più temibile 'gioco d'azzardo': imporre le nanotecnologie (ENM) sulla natura
  • Dalla guerra batteriologica a quella climatica
  • Presi per la gola
  • Salvare la vita

Postfazione

Ringraziamenti
Biografia

...

Un commento

  1. I NUMERI VERI
    Hanno fatti i conti e risulta che la medicina moderna ha fatto più morti di:
    Tutte le guerre
    Tutte le repressioni
    Tutti gli olocausti
    Tutte le epidemie
    Tutte le carestie
    Dell’intera storia umana messe insieme
    HAI DUBBI?
    Nel 2009 è stata presentata al parlamento europeo una ricerca da cui risulta che in Europa un decesso ospedaliero su 5 è causato da reazioni avverse ai farmaci. Si tratta di una ecatombe
    RISULTATO per le persone ZERO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*