Elicotteri neri, non identificabili, sorvolano sempre più spesso i cieli italiani

A chi appartengono e che funzioni hanno gli elicotteri neri che molti cittadini osservano sia in concomitanza con i voli “chimici” sia in altre occasioni?

Talvolta ronzano minacciosamente vicino alle abitazioni di attivisti e ricercatori, in altri casi sorvolano i crop circles. Non di rado sono scorti nei luoghi in cui sono perpetrate misteriose mutilazioni del bestiame, soprattutto bovini ed equini. Non mancano, poi, elicotteri, non necessariamente verniciati di scuro, che disperdono veleni, addirittura generando scie riconducibili a quelle dei famigerati aerei.

È possibile che tali velivoli saranno impiegati sempre più spesso in futuro per compiti di sorveglianza, spionaggio ed intervento, all’interno di scenari connotati da emergenza, in occasione di calamità “naturali”, crisi politiche e sociali con disordini e tumulti.

Sono aeromobili che rivelano la strisciante militarizzazione della società e denotano la creazione di forze sopranazionali che, a poco a poco, esautoreranno le polizie e gli eserciti dei singoli stati. La polizia europea, denominata “Eurogendfor”, infatti, è divenuta di recente una realtà; è dotata di poteri pressoché illimitati e de facto e de iure sostituisce le omologhe strutture di ciascuna nazione.

Questi mezzi aerei sono in dotazione al F.E.N.C.E.N. (Federal Emergency National Center), una forza di pubblica sicurezza, dipendente dall’O.N.U, che attualmente conta circa 300.000 effettivi negli Stati Uniti d’America. E una delle sue particolarità, è che le uniformi degli agenti sono nere, senza alcun segno di identificazione. Rigorosamente neri sono pure, i camion, le jeep, gli elicotteri.

Nel novembre 1993, nei dintorni di Montréal (Quebec, Canada), si svolsero delle esercitazioni con l’impiego di circa settanta elicotteri del F.E.N.C.E.N. Nel novembre 1990, il presidente George Bush senior aveva firmato un ordine esecutivo che trasferiva un terzo dei veicoli della riserva aerea strategica degli Stati Uniti al F.E.N.C.E.N., con un investimento di 12,8 miliardi di dollari: i costi dell’operazione furono scaricati sui contribuenti statunitensi. Gli elicotteri, privi di contrassegno, furono verniciati di nero…

Fonte: https://www.universo7p.it/elicotteri-nerinon-identificabili-sorvolano-sempre-piu-spesso-i-cieli-italiani

Libri e varie...
L'ARISTOCRAZIA NERA
di Riccardo Tristano Tuis

L'Aristocrazia Nera

di Riccardo Tristano Tuis

Questo monumentale saggio unico nel suo genere tratta l'occulta firma storica dell'aristocrazia nera, ovvero le famiglie che da secoli controllano la guerra, il culto, la cultura e l'economia del pianeta, presentando alcuni eventi temporali circoscritti che hanno portato questa a incarnare le eminenze grigie dietro la politica mondiale. La sanguinaria storia dell'aristocrazia nera che nel tempo prende le sembianze delle famiglie di banchieri europei legate alla Chiesa e ad alcune specifiche casate reali eurasiatiche, non sono realmente europee poiché provenienti da alcuni popoli noti come Kazari, Sarmati e Sadducei che a un certo punto conversero perlopiù all'interno di un gruppo noto come Askenaziti, mascherandosi come ebrei ortodossi o paladini della Cristianità, raggiungendo le più alte cariche in tutta Europa.  Queste famiglie iniziarono a spartirsi gli Stati europei, dando così vita a faide interne come quella dei guelfi e dei ghibellini e a uno scontro diretto con tutti i loro oppositori, fino a giungere all'attuale Nuovo Ordine Mondiale con il suo occulto controllo globale attraverso una rete di organi sovranazionali, congregazioni religiose, corporazioni economiche e di comunicazione di massa con uno specifico fil rouge simbolico che ne palesa la loro affiliazione all'agenda di questi occulti burattinai. Quest'opera riesce a mettere a nudo alcuni dei più intimi segreti di questa oscura élite smascherando l'intricata rete che lega le religioni mondiali con le più piccole sette e movimenti, le società segrete con la politica e i servizi segreti e di come dietro a tutto ciò si celi un pyramidion di potere insospettabile cui la stessa aristocrazia nera ne incarna lo strumento....

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*