Dalla carne alle verdure: il sindaco vegan che sta rivoluzionando una cittadina del Texas

di Roberta Ragni

Nella cittadina di Marshall, in Texas, sta avvenendo una piccola rivoluzione.

Marshall CommunityQui, in questo angolo del Texas, barbecue, bistecche e pollo fritto sono uno stile di vita; così come anche obesità, diabete, cancro e malattie cardiache. Ma, grazie al suo sindaco, gli abitanti hanno iniziato a evitare i prodotti animali. E stanno diventando vegani…

Il primo cittadino Ed Smith, infatti, ha abbracciato una dieta a base vegetale dopo aver sviluppato il cancro. Da allora mangia solo verdure, frutta, noci, semi, legumi e cereali integrali. Oggi la sua orribile malattia è scomparsa. E lui tenta in ogni modo di diffondere la dieta vegan tra i suoi concittadini, sperando di riuscire presto a farlo anche in tutti gli Stati Uniti.

Per aiutare la transizione, il sindaco e sua moglie Amanda, invitano gli abitanti a casa loro una volta al mese per condividere cibi vegan sani, scambiare ricette e discutere di storie di successo. Come quella della signora VanDeCarr, 52 anni, arrivata a Marshall dalla vicina Beckville, per il New You Health Fest, un evento che promuove la dieta vegana, e che nella sua terza edizione ha attirato più di 400 persone provenienti da 17 stati e 3 nazioni.

La signora VanDeCarr, pensava che essere vegani significasse mangiare cartone, ma dopo aver visto il film documentario “Forks Over Knives”, è diventata vegana e ha aiutato la figlia, il cognato, i consuoceri e quattro nipoti a convertirsi a una dieta a base vegetale. La sua scelta non è un caso isolato.

Molti residenti della zona hanno scelto di dire addio ai derivati animali, perdendo chili e migliorando la loro salute. Il gruppo di Facebook “Get Healthy Marshall”, dell’organizzazione no profit alla base del movimento, conta oltre mille membri ad oggi. L’associazione può contare su un supermercato locale, che offre scorte di alimenti vegan a volontà, dalla quinoa al latte di mandorla, e su tanti ristoranti locali che hanno aggiunto piatti vegan al loro menu.

In verità, a Marshall preferiscono parlare della nuova dieta evitando il termine vegan, che richiamerebbe alla mente delle persone una lista di cose che non bisogna mangiare, così come l’aspetto legato ai diritti degli animali. Non sarebbe questa la tattica appropriata per l’East Texas, dove si vive proprio dell’allevamento del bestiame nei ranch.

edward_smith2

“Le persone sono molto più ricettive sulla tematica della salute. Abbiamo visto persone fare il cambiamento per motivi di salute, e una volta che sono stati in grado di dissociarsi dai prodotti di origine animale, tutto ad un tratto sono diventati sensibili anche sulla tematica degli animali da allevamento”, spiega il sindaco-eroe che ha convinto la sua piccola comunità di fedeli carnivori a mangiare solo verdure, con beneficio dell’ambiente, della salute e degli animali.

Articolo di Roberta Ragni

Fonte: http://www.greenme.it/mangiare/vegetariano-a-vegano/13887-sindaco-vegan-cittadina-texas)

Libri sull'argomento
Comprendere i Messaggi delle Nostre Articolazioni di Jean-Pierre Barral
Il Nuovo Equilibrio Emozionale di Roy Martina, Joy Martina
Erbe Officinali del Giardino del Signore di Maria Treben
 di Giorgio Mambretti
Il Libro dei Rimedi Naturali di James F. Balch, Mark Stengler
Curarsi con Acqua e Limone di Simona Oberhammer
RELAZIONI CRUDELI
Narcisismo, sadismo e dipendenza affettiva
di Nicola Ghezzani

Relazioni Crudeli

Narcisismo, sadismo e dipendenza affettiva

di Nicola Ghezzani

Egoismo, narcisismo, crudeltà e i loro caratteri complementari, ossia masochismo e dipendenza affettiva, sono parti costitutive della natura umana? O piuttosto sono una deformazione di tratti psicologici che avrebbero potuto avere un miglior destino?

Nicola Ghezzani risponde a questa domanda attraverso avvincenti storie cliniche e psicobiografie di icone della cultura come Ingmar Bergman ("un egoista", secondo la sua stessa definizione) e il fondatore del sadismo, il marchese de Sade.

La natura umana è sociale e socievole, e la sua forza biologica primaria è l'empatia. Dunque, benché l'empatia non sia distribuita equamente nella popolazione umana, la personalità crudele nasce sempre e comunque da un abuso della sua natura.

Traumi infantili e adolescenziali, abusi e violenze sociali e ancor più l'imprinting culturale di intere società votate alla sopraffazione possono strutturare personalità nelle quali la crudeltà è il tratto dominante o personalità complementari nelle quali l'adorazione, o quantomeno la sopportazione della crudeltà, si impongono contro lo stesso interesse personale. Vengono così a delinearsi con forza, nel corso del libro, le figure drammatiche complementari del narcisista sadico e della vittima latente, che non di rado sono unite da un comune destino.

Guarire la psicopatologia sadico-narcisistica e quella complementare masochistico-dipendente significa, nelle parole di Ghezzani, non solo salvare la vita di individui condannati alla sofferenza, ma anche portare una vera e propria rivoluzione culturale in un mondo sempre più dominato dal potere seduttivo della violenza e dell'abuso.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *