“Creiamo Porno per Bambini”: l’agghiacciante proposta di una Giornalista inglese

di Cristina Gauri

Flora Gill, conduttrice radiofonica e giornalista collaboratrice di GQST Style MagazineThe Sunday Times Magazine e Evening Standard, ha recentemente scritto su Twitter che “qualcuno dovrebbe creare dei porno per bambini”.

Sessualizzazione precoce: come proteggere i bambini?

Il porno per bambini è la nuova frontiera della sessualizzazione precoce. È l’agenda progressista, bellezza, e la proposta non dovrebbe sconcertarci più di tanto: vogliono inculcare il sesso nella testa dei bambini il più precocemente possibile. La sessualizzazione dei minori sin dalla più tenera età fa parte dei loro scopi e gli ultrà del pensiero unico non si fanno più nemmeno scrupolo di nasconderlo o di proporlo. Salvo cancellare il tweet, come ha fatto la Gill alcuni istanti dopo averlo pubblicato, forse comprendendo di averla, come si suol dire, fatta fuori dal vaso.

Perché se è vero che i liberal terminali e gli alfieri del mondo Lgbt ormai tifano apertamente per lo sdoganamento della sessualità anche tra i bambini, la maggioranza delle persone — perlomeno quelle che ancora non si sono frullate il cervello e se lo sono bevuto — trasecola e rabbrividisce all’idea di una categoria porno per bambini.

Libri e varie...

La Gill prova a fare marcia indietro…

Qualcuno dovrebbe creare porno per bambini. Ascoltatemi […]: I giovani adolescenti guardano già i porno, ma online trovano solo video hardcore aggressivi che forniscono una visione terribile del sesso. Hanno bisogno di siti porno di livello base! Un sito softcore dove tutti chiedono il consenso. Insomma, per ovviare al porno hardcore, altamente diseducativo per gli adolescenti perché oggettifica la donna e non insegna il consenso — cosa peraltro vera — l’unica soluzione secondo la giornalista è abbassare l’età degli spettatori e inventarsi dei siti soft di “livello base” da dare in pasto ai bambini.

…Troppo tardi

Immagine

Purtroppo per la Gill, decine, forse centinaia di utenti inorriditi hanno fatto in tempo ad eseguire lo screenshot del tweet, diffondendolo in rete ed iniziando una shitstorm di dimensioni epocali nei suoi confronti. La donna ha quindi tentato di chiarire il post originale spiegando che con “bambini” non intendeva “bambini più piccoli”. “Chiarisco: bambini significa “sotto i 18 anni”. Sto parlando di 14/15/16 anni”. Ma quelli si chiamano “adolescenti” o “teenager” Anche quel tweet ora è stato cancellato.

Dopo ore di attacchi feroci, la Gill si è vista costretta a capitolare e chiedere venia — fatto assai esotico per un progressista — ammettendo che il tweet originale era mal formulato: “Questo è letteralmente ciò che intendevo: dovrebbe esistere un genere porno incentrato sul consenso. E dovremmo smettere di fingere che i minori di 18 anni non guardino i porno. Ma ho compreso di avere formulato la mia proposta in modo… estremo”.

Articolo di Cristina Gauri

Fonte: https://www.ilprimatonazionale.it/esteri/creiamo-porno-per-bambini-giornalista-inglese-203933/

Libri e varie...
SCHIAVI DI UN Sé FANTASMA
Come ritrovare sè stessi liberandosi dalle forze occulte che ci manipolano
di David Icke

Schiavi di un Sé Fantasma

Come ritrovare sè stessi liberandosi dalle forze occulte che ci manipolano

di David Icke

David Icke torna a scuotere le fondamenta della realtà e della società

Cosa sta accadendo nel mondo? Cos'è veramente la "vita"? Sempre più persone provano un senso di disagio per la direzione che sta prendendo la società, ma non sanno il perché. Sta succedendo qualcosa, ma cosa?

David Icke, giornalista, autore e punto di riferimento della controinformazione impegnato da oltre 25 anni a svelare i segreti della realtà e delle forze che ci manipolano, risponde a queste domande rivelandoci verità nascoste e scomode.

In questo nuovo libro ci spiega come sta avvenendo il controllo dell'umanità, mentre le persone sono troppo impegnate nella loro vita quotidiana per rendersene conto. I tiranni che comandano ci nascondono la verità, controllano i media, le scoperte scientifiche, le religioni e anche l'educazione con lo scopo di modellare le giovani menti per sostenere il sistema.

Con l'aiuto delle rivelazioni contenute in questo libro, tutti noi possiamo finalmente accorgerci che siamo dei fantocci manipolati e che stiamo vivendo in un "mondo prigione".

David Icke ci spiega come la realtà che noi crediamo così "reale" non sia altro che una simulazione virtuale controllata da una forza occulta, che ha manipolato l'umanità per renderla schiava di false percezioni del mondo e della realtà. 

L'essere umano ha però la possibilità di superare questo stato di cose, facendo un lavoro mirato su se stesso.

La chiave è ciò che David chiama "Sé fantasma", quel "tu" che credi di essere, ma che non sei. È il "tu" che ti guarda dallo specchio, quello a cui dai un nome, una storia e una serie di definizioni. Ma non sei tu. È un falso "tu", che rende schiavo il tuo senso della realtà limitandolo e rinchiudendolo in un luogo ristretto.

Viviamo nel regno del Sé fantasma, ed è per questo che la società arriva ad essere così pazza, stupida e brutale. 
Solo aprendo le porte al Sé infinito questa follia finirà.

"Dopo la lettura di questo libro l'opinione che hai della tua vita e del mondo, non sarà più la stessa!"

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *