Come la mela di Biancaneve: cibi che contengono veleno

di Enrico Carotenuto

Molti cibi contengono sostanze potenzialmente nocive, siano esse presenti naturalmente o frutto del processo industriale. Ecco una lista di sostanze tossiche presenti nei cibi che consumiamo abitualmente.

pesce spada olive pomodirini - mercurio nel pesce1. Mercurio nel pesce. Molti pesci di grossa taglia come tonno, spada, palombo, marlin, verdesca, luccio, smeriglio, squalo, nascondo tracce di metalli, superando il limite del milligrammo ogni chilo previsto dalla legge. Il metilmercurio è una sostanza tossica che si sviluppa negli ambienti marini, aggredendo la fauna acquatica a partire dai batteri per poi moltiplicarsi in ogni passaggio della catena alimentare. Per questo la sua presenza risulta marginale nei piccoli pesci e man mano più importante nelle taglie maggiori. I rischi riguardano soprattutto le funzionalità del sistema nervoso, per questo si sconsiglia il consumo di tali specie a donne in gravidanza, evitando così di esporre il feto, il cui apparato cerebrale è ancora in formazione, a sostanze tossiche. Le precauzioni possono essere quelle di limitare l’utilizzo di tali specie e preferire il pesce in scatola, prodotto dalla lavorazione di animali più giovani e quindi tendenzialmente meno esposti a tali inquinanti.

Libri e varie...

Ingredienti Pericolosi

Guida ai veleni della vita quotidiana - Alimenti, indumenti, cosmetici e prodotti per l'igiene personale, giocattoli, detergenti, prodotti per il bricolage e per il giardinaggio

di Rachel Frèly

INGREDIENTI PERICOLOSI  - LIBRO
Guida ai veleni della vita quotidiana - Alimenti, indumenti, cosmetici e prodotti per l'igiene personale, giocattoli, detergenti, prodotti per il bricolage e per il giardinaggio
di Rachel Frèly

Ingredienti pericolosi dimostra che nei paesi industrializzati sono di uso comune più di 72.000 sostanze tossiche presenti ovunque: in casa, in giardino, nei campi, persino negli alimenti, negli indumenti, nei giocattoli e nei prodotti che usiamo paradossalmente per il nostro "benessere".
 Pesticidi, diserbanti, additivi, edulcoranti di sintesi, diossina, ftalati, formaldeide, cloro, solventi, benzene e molti altri veleni esercitano sulla salute e sull'ambiente un impatto devastante.
 Il pesante tributo lo paghiamo con un numero crescente di casi di allergie, patologie respiratorie tra cui l'asma infantile, malattie degenerative e tumori.
 Un prezzo davvero troppo alto al quale abbiamo il diritto e la possibilità di dire basta.
 Rachel Frély svela i retroscena, informa e insegna a leggere l'etichetta dei prodotti che usiamo e consumiamo nella quotidianità e ci aiuta a compiere scelte consapevoli, perché vivere senza veleni è possibile.
 Il taglio pragmatico e la semplicità di utilizzo fanno di questo manuale un valido strumento nella scelta di uno stile di vita sano ed ecologico.
 
 -  I veleni nel cibo: conservanti, coloranti, aromi artificiali, addensanti, edulcoranti.
 -   I veleni nei prodotti per il bricolage: formaldeide, benzene, toluene.
 -  I veleni nei detergenti: ammoniaca, cloro, sbiancanti ottici, solventi.
 -  I veleni in giardino: insetticidi, pesticidi ed erbicidi.
 -   I veleni nell'acqua: nitrati, pesticidi, metalli pesanti.
 -  I veleni nei prodotti per l'infanzia e nei giocattoli. 
 - Le soluzioni alternative 
  Indice
  Introduzione
 1. I veleni nell'alimentazione
2. I veleni in casa: materiali da costruzione, mobili e complementi d'arredo
3. I veleni nei prodotti per la pulizia
4. I veleni nei prodotti per l'infanzia
5. I veleni in medicina
6. I veleni in giardino
7. I veleni nell'acqua
 Bibliografia
Stampa
Internet
 Nota sull'autrice
 Dall'Introduzione Per nutrirvi e vivere senza angosce eccessive non fate come lo struzzo, bensì informatevi e imparate a leggere bene l'etichetta! Variate i distributori.
 Senza trasformarvi in paranoici, questa guida vi aiuterà ad avere i riflessi pronti, così da individuare i veleni e riuscire a sostituirli, se possibile in maniera ecologica e naturale.
  Puntate su una maggior semplicità e su un ritorno all'autenticità....

Disintossicati e Recupera la Salute in 11 Giorni

di Bernard Jensen

DISINTOSSICATI E RECUPERA LA SALUTE IN 11 GIORNI - LIBRO
di Bernard Jensen

Una dieta detox per disintossicarsi! La maggior parte delle malattie di oggi è di natura cronica. Come prevenirle e curarle?
Il dottor Bernard Jensen, già autore del bestseller Intestino Libero, in questa guida spiega come superare una condizione di cronicità attraverso un corretto stile di vita, una buona alimentazione e un programma disintossicante.
 Questa guida ti spiega come disintossicare il tuo organismo attraverso una dieta detox di 11 giorni.
 Attraverso un regime alimentare prevalentemente vegano puoi ottenere la pulizia di tutto il corpo e recuperare o mantenere una salute perfetta.
 Leggendo questo opera puoi:
 
 - capire come le indisposizioni del colon influiscono su altri organi;
 - conoscere e seguire un’alimentazione che ti aiuta a superare molte malattie croniche.
  Nel testo ci sono, inoltre, indicazioni per ripristinare lo stato integrale di salute:
 
 - esercizi di ginnastica;
 - consigli per un’alimentazione che tenga conto del meccanismo acido/alcalino;
 - integratori alimentari o fitoterapici utili....

Processo alla Carne

Tutto quello che non ci hanno mai detto sul rapporto tra cibo e cancro (e non solo)

di Franco Berrino, Pino Africano, Michele Emiliano

PROCESSO ALLA CARNE - LIBRO
Tutto quello che non ci hanno mai detto sul rapporto tra cibo e cancro (e non solo)
di Franco Berrino, Pino Africano, Michele Emiliano

Un dialogo tra un magistrato e un esperto di salute, stilato come un rapporto processuale, un ragionamento a due sul cibo e sulla salute.
Un magistrato interroga, come "persona informata dei fatti", uno dei massimi esperti nel nostro Paese sullo stretto rapporto tra ciò che mangiamo e la nostra salute.
Secondo l'American Institute for Cancer Research, le cattive abitudini alimentari sono responsabili di circa 3 tumori su 10; per il Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro, il 30-40% dei tumori può essere evitato con una dieta più sana; per l'Airc il consumo di cibi di origine animale (e quindi l'assunzione eccessiva di grassi saturi e ferro in essi contenuti) è correlato all'aumento del colesterolo, dei livelli di insulina nel sangue, dell'infiammazione del tratto intestinale e del rischio di patologie e tumori; per l'Organizzazione Mondiale della Sanità è sufficiente introdurre un consumo sufficiente di frutta e verdura fresca al giorno per salvare ogni anno circa 3 milioni di vite.
Un libro molto originale, con due autori che non ti aspetti, e che si legge con passione: domande incalzanti e provocatorie, risposte chiare e sintetiche, di una logica stringente.
E alla fine le pillole della salute: in 130 secondi si leggono le cose essenziali da sapere....

Il Veleno nel Piatto

I rischi mortali nascosti in quello che mangiamo

di Marie-Monique Robin

IL VELENO NEL PIATTO
I rischi mortali nascosti in quello che mangiamo
di Marie-Monique Robin

Gli alimenti contengono il più delle volte prodotti chimici tossici. Si tratta di un dato di cui i consumatori sono all'oscuro. In un'inchiesta choc di un'importante giornalista – pluripremiata in tutto il mondo per i suoi libri – le responsabilità, le omissioni, le complicità che minano la sicurezza dell'intera catena produttiva del cibo.
 Moltissime ricerche scientifiche ed epidemiologiche segnalano che nel corso degli ultimi trent'anni il tasso di incidenza dei tumori è aumentato del 40 per cento in paesi come gli Stati Uniti, la Norvegia e la Svezia. Sempre in questo lasso di tempo la progressione delle leucemie e dei tumori cerebrali tra i bambini (secondo quanto sostengono gli studi dell'International Agency for Research on Cancer) è stato del 2 per cento annuo. Per non parlare dell'evoluzione simile per le malattie neurologiche (Parkinson e Alzheimer) e autoimmuni.
 Come spiegare questa epidemia inquietante, che colpisce soprattutto i paesi "sviluppati"? Alla domanda risponde Marie-Monique Robin in questo libro choc, frutto di un'inchiesta condotta per due anni tra America del Nord, Asia ed Europa (anche in Italia).
 Nell'appoggiarsi su numerosi studi scientifici, ma anche sulle testimonianze dei ricercatori e dei rappresentanti delle agenzie di regolamentazione, l'autrice dimostra che la causa principale di questa vera e propria epidemia è di tipo ambientale. In particolare per la presenza di decine di molecole chimiche che hanno invaso il nostro ambito quotidiano e l'alimentazione dalla fine della Seconda guerra mondiale.
 Per questo, l'autrice ripercorre l'intera catena produttiva del cibo: dall'utilizzo dei pesticidi nei campi fino all'impiego di additivi e plastiche per uso alimentare nei nostri piatti. Nel fare ciò mette a nudo il sistema di valutazione e omologazione dei prodotti chimici, attraverso gli esempi emblematici dei pesticidi, dell'aspartame e del bisfenolo A. E infine descrive le pressioni e le manipolazioni messe in atto dall'industria chimica per mantenere sul mercato prodotti altamente tossici....

Ciò che non sai sul Cibo che potrebbe salvarti la Vita

di Stefano Momentè

CIò CHE NON SAI SUL CIBO CHE POTREBBE SALVARTI LA VITA - LIBRO
di Stefano Momentè

• I farmaci nel cibo
• I danni della caseina
• Cibo cotto o cibo crudo?
• Alimentazione e malattie
• La vera dieta mediterranea
• Quando il sistema immunitario si ribella
• Le diete iperproteiche: dalla padella alla brace
• Perché mangiamo carne: la verità sulle proteine
Sei davvero sicuro che quello che hai nel piatto ti faccia bene? E sai cosa ti viene nascosto sul cibo? Qual è il rapporto tra alimentazione e le cosiddette malattie del benessere?
Basandosi su una ricca bibliografia di studi scientifici, Stefano Momentè dimostra quanto ancora sia limitata la conoscenza sul potere che ha il cibo di modificare lo stato di salute, in meglio o in peggio. Sfatando luoghi comuni quali: "Hai bisogno di consumare carne per assimilare proteine" oppure: "I latticini sono utili perché ti forniscono il calcio" ecc., mette in luce il lato oscuro dell'alimentazione moderna e della pubblicità fuorviante, quando propone immagini idilliache che si rivelano veri e propri attentati alla salute. 
Grazie a un linguaggio semplice e immediato, Ciò che non sai sul cibo che potrebbe salvarti la vita permette di comprendere l'origine delle principali malattie dell'era moderna e si rivela una guida preziosa per tutti coloro che ritengono che la buona salute cominci a tavola, per chi vuole cambiare modo di alimentarsi e migliorare così la propria condizione, per chi segue o vorrebbe seguire un'alimentazione vegetariana o vegana, per chi ha a cuore il proprio benessere e quello dei propri cari.
 ...

La Rivoluzione degli Smoothies

I succhi verdi per essere sempre sani, in forma e pieni di energia

di Victoria Boutenko

LA RIVOLUZIONE DEGLI SMOOTHIES  - LIBRO
I succhi verdi per essere sempre sani, in forma e pieni di energia
di Victoria Boutenko

Le mode alimentari di oggi, spesso condizionate dalla pubblicità, trascurano da troppo tempo frutta, ortaggi e verdure. Il risultato è sotto gli occhi di tutti: sono sempre più diffusi malesseri quali stanchezza, insonnia, distrazione, irritabilità.
 La nostra vita frenetica non può essere un alibi per mangiare sempre in fretta cibi cotti male o non freschi.
 Grazie a questo libro il lettore capirà perché i succhi verdi fanno così bene al nostro organismo, quali principi nutritivi contengono, in che modo è possibile combinarli tra di loro e con altri alimenti, per una dieta sana ed equilibrata, da seguire ogni giorno senza alcuna difficoltà.
 Quella dei succhi verdi (gli smoothies) è una dieta efficace e priva di controindicazioni, ma è anche una scelta etica perché frutto della consapevolezza di come l'uomo debba rapportarsi agli altri esseri viventi e all'ambiente.
 Questo libro fornisce utili informazioni e consigli sulla preparazione dei succhi verdi, oltre a un ricco ricettario per le occasioni più diverse.
 Oltre 200 ricette di succhi verdi,
 illustrate passo dopo passo, di facile realizzazione, 
che soddisfano i gusti più diversi e sono adatte a tutte le età.
  
 La rivoluzione dei frullati verdi è cominciata - Prefazione di "La Rivoluzione degli Smoothies" È giunta l'ora della rivoluzione del frullato verde:
grazie a voi, a me e a chiunque altro al mondo ami questa deliziosa bevanda.
 L'aspetto più sbalorditivo di quella che possiamo considerare una pozione magica consiste nel fatto che, pur essendo superverde nel colore ed estremamente salutare, è anche oltremodo deliziosa ed è facile innamorarsene.
 Continua a leggere : > La rivoluzione dei frullati verdi è cominciata
 Il miracolo dei cibi verdi - Estratto da "La Rivoluzione degli Smoothies" Le piante cominciano ad accumulare sostanze nutritive molto prima che si formino i semi, e quale posto migliore delle foglie per immagazzinare e conservare sostanze.
 Questo classifica il verde nella categoria dei cibi più nutrienti del pianeta.
 Continua a leggere : > Il miracolo dei cibi verdi
 Indice Prefazione. La rivoluzione dei frullati verdi è cominciata
 Parte prima. Liberare il potere curativo dei cibi verdi
 1. Il miracolo dei cibi verdi
2. Cibi verdi, l'ingrediente chiave nella nutrizione umana
3. Il primo frullato verde
4. L'importanza di variare gli ingredienti verdi nei frullati
5. Frullare rispetto a spremere
6. Domande frequenti sui frullati verdi
7. Frullati verdi per bambini
8. Frullati verdi per i nostri animali
9. Combinare gli alimenti per i frullati verdi
10. Linee guida per un consumo ottimale dei frullati verdi
 Parte seconda. Ricette di frullati verdi
 Trucchi e suggerimenti preziosi per la preparazione di frullati
Frullati verdi per principianti
Frullati superverdi
Gustosi frullati e zuppe verdi
Frullati verdi per spiriti avventurosi
Mousse verdi
Frullati verdi per bambini
Frullati verdi per gli animali domestici
Frullati verdi per la cura del corpo
 Postfazione. La rivoluzione dei frullati verdi in tutto il mondo
 Appendice 1. Straordinaria perdita di peso: studio di un caso
Appendice 2. Vivere di frullati verdi, Clent Manich
Appendice 3. Come siamo diventati crudisti...

bicchiere di vino - solfiti in crostacei frutta vino2. Solfiti in crostacei, frutta, vino. I solfiti sono utilizzati come additivi per prevenire l’ossidazione e l’annerimento di cibi da mantenere invitanti e vendibili, come crostacei, soprattutto i gamberi, ma anche frutta, vino, pane. Sotto forma di anidride solforosa, bisolfito di sodio, bisolfito di potassio, metabisolfito di potassio, sono aggiunti come conservanti. Gli effetti dannosi sono molteplici: con la distruzione di molte vitamine, impoveriscono le proprietà organolettiche degli alimenti, ma soprattutto appesantiscono il nostro organismo agendo come allergeni, all’origine di eczemi, orticarie, reazioni asmatiche. Nel vino i solfiti sono presenti naturalmente, in quanto si formano durante la fermentazione alcolica; tuttavia, spesso sono aggiunti artificialmente: la legge prevede di indicarne la presenza solo quando il dosaggio superi i 10 mg al litro. I solfiti possono nascondersi anche nei succhi di frutta, nelle uve da tavola e in altri frutti, nelle conserve e nelle merendine confezionate.

Idrocarburi policiclici nei prodotti affumicati3. Idrocarburi policiclici nei prodotti affumicati. Gli idrocarburi policiclici sono sostanze inquinanti dalle potenzialità cancerogene, derivanti da certe forme di combustione. Per affumicarli, prodotti come speck, salmone, pesce spada, wurstel, provola sono sottoposti a processi di disidratazione, essiccazione e soprattutto contatto con fumi senza fiamma, che penetrano gradualmente nell’alimento. Oltre alle sostanze aromatiche, tuttavia, il cibo incorpora così anche quelle dannose, come il benzopirene e il benzoantracene. Per una alimentazione equilibrata gli alimenti affumicati devono dunque acquisire un ruolo occasionale, preferibilmente accompagnati da verdure in grado di facilitarne l’assorbimento; si deve inoltre preferire l’affumicatura industriale, normata dalla legge, ai rimedi casalinghi, meno controllati.

Ormoni e antibiotici nella carne4. Ormoni e antibiotici nella carne. Polli, tacchini, conigli, maiali, imbottiti di farmaci negli allevamenti intensivi: le sostanze che si possono trovare nella carne vanno da cloramfenicolo e boldenone a steroidi e anabolizzanti, ma la prassi è quella di utilizzare ormoni e antibiotici; lo scopo è prevenire le malattie (che negli allevamenti intensivi si diffonderebbero immediatamente) e stimolare la crescita dell’animale e il suo bisogno di nutrirsi. Il rischio per l’uomo che consuma carni allevate in questo modo è quello di sviluppare una resistenza sempre maggiore agli antibiotici, sminuendo così i loro effetti di salvaguardia e cura, oltre a ingerire sostanze dalle potenzialità cancerogene. Va precisato che l’Unione Europea ha elaborato – e continua a studiare – norme che rendano illegali alcune sostanze, mentre per altre è ampiamente limitato il dosaggio. Bisogna fare perciò attenzione alle carni che provengono da altri mercati e alle frodi, privilegiando gli allevamenti biologici in cui l’animale vive in condizione di minore stress e maggiore naturalità. Oppure, ancora meglio, evitare di mangiare carne.

Miristicina nel prezzemolo5. Miristicina nel prezzemolo. Tra le piante aromatiche più utilizzate in cucina, il prezzemolo è indispensabile in piatti a base di pesce, crostacei, funghi, protagonista di preparazioni come il court-bouillon, contrappunto ideale per intingoli e salse (si pensi alla tartara). Sorpresa terribile: in dosi massicce può sviluppare effetti tossici. La miristicina ha caratteristiche neurotossiche, agisce dannosamente sulle cellule del sistema nervoso, mentre l’apiolo contenuto nei frutti ha la capacità di stimolare l’afflusso di sangue nell’utero, tanto che anticamente era usato come abortivo. In questo caso, però, non c’è da preoccuparsi: le quantità normalmente impiegate in cucina non permettono una concentrazione velenosa. Possiamo, quindi, continuare a chiedere ai commensali se lo gradiscono sugli spaghetti alle vongole.

Metileugenolo nel basilico6. Metileugenolo nel basilico. Ingrediente principe del pesto, dall’aroma riconoscibile e intenso, è la guarnizione irrinunciabile per verdure e pizze tradizionali. I rischi sono legati alla presenza naturale di metileugenolo, a cui recenti studi attribuiscono potenzialità cancerogene; la concentrazione è maggiore nelle piante piccole, al di sotto dei 10 centimetri, e nelle foglie più giovani. In corso d’approfondimento anche il ruolo dell’estragolo, ravvisabile nel basilico essiccato. Come per il prezzemolo, bisogna considerare le quantità ingerite, spesso molto ridotte, e comunque prediligere la foglia fresca e non troppo giovane.

Prodotti sintetici nello zucchero bianco raffinato7. Prodotti sintetici nello zucchero bianco raffinato. I cristalli bianchi di zucchero sono bellissimi da vedere, soffici, danno subito tono ai nostri dolci o al caffè in cui li mescoliamo; per diventare così bello, tuttavia, lo zucchero è sottoposto a processi che possono risultare dannosi per il nostro organismo. Inizialmente il succo è estratto dalla barbabietola e depurato con latte di calce, per poi procedere alla cristallizzazione; le sostanze dall’azione tossica sono immesse dopo queste fasi: per eliminare il latte di calce in eccesso si usa anidride carbonica, per sbiancare si usa l’anidride solforosa; una volta cotto, lo zucchero è nuovamente decolorato con carbone animale. I rischi possono riguardare il sistema circolatorio, quello nervoso, ma anche l’equilibrio della flora intestinale e le funzionalità del sistema immunitario. Subendo meno processi di raffinazione chimica, gli zuccheri di canna integrali risultano maggiormente sani e mantengono un più alto valore di nutrienti.

Coloranti artificiali8. Coloranti artificiali. Si tratta di additivi usati per modificare il colore naturale di un prodotto; con processo chimico, i pigmenti ritenuti utili sono estratti da altre materie commestibili e poi riutilizzati. L’Unione Europea ha decretato che la presenza di coloranti deve necessariamente essere indicata in etichetta, con codici differenti a seconda che siano utilizzati nel prodotto edibile o soltanto per involucri e rivestimenti. Mentre i coloranti naturali sono completamente innocui, quelli sintetici possono avere effetti dannosi. In particolare, i coloranti derivati dall’azobenzene possono originare fenomeni allergici , asmatici e orticarie; la combinazione di coloranti e benzoato di sodio nelle bibite gassate è additata come una possibile causa dell’iperattività in età infantile.

Acido cianidrico nelle ciliegie9. Acido cianidrico nelle ciliegie. Troppo voluttuose, troppo buone per non nascondere un’insidia. La polpa, deo gratias, rimane totalmente innocua: le azioni tossiche sono legate al nocciolo. Quest’ultimo contiene infatti acido cianidrico, veleno potentissimo in grado di bloccare la respirazione cellulare. Sebbene per diventare letali le dosi debbano essere ben più considerevoli, quando buttiamo giù una ciliegia dietro l’altra, stiamo attenti a non mordicchiare o ingerire il nocciolo. Anche altri tipi di semi contengono questo veleno: albicocche, pesche, susine, prugne.

Solanina nelle patate10. Solanina nelle patate. La solanina è un glicoalcaloide che può provocare una serie variegata di effetti negativi: da stati di stanchezza e sonnolenza, a emicranie, fino a irritazione della mucosa gastrica e emorragie; in dosi importanti può addirittura rivelarsi letale. Tale sostanza tossica si concentra soprattutto nella buccia, nei fiori e nelle parti esposte al sole che assumono colorazione verde. Affinché le patate non abbiano alcun effetto nocivo, basterà dunque non utilizzare esemplari vecchi e ossidati, eliminare le porzioni deteriorate e verdi, i germogli e rimuovere la buccia. La cottura provvede poi ad attenuare la concentrazione di solanina.

Fonte: http://www.agrodolce.it/2015/02/23/veleni-nel-cibo/

Libri e varie...

Ciò che non sai sul Cibo che potrebbe salvarti la Vita

di Stefano Momentè

CIò CHE NON SAI SUL CIBO CHE POTREBBE SALVARTI LA VITA - LIBRO
di Stefano Momentè

• I farmaci nel cibo
• I danni della caseina
• Cibo cotto o cibo crudo?
• Alimentazione e malattie
• La vera dieta mediterranea
• Quando il sistema immunitario si ribella
• Le diete iperproteiche: dalla padella alla brace
• Perché mangiamo carne: la verità sulle proteine
Sei davvero sicuro che quello che hai nel piatto ti faccia bene? E sai cosa ti viene nascosto sul cibo? Qual è il rapporto tra alimentazione e le cosiddette malattie del benessere?
Basandosi su una ricca bibliografia di studi scientifici, Stefano Momentè dimostra quanto ancora sia limitata la conoscenza sul potere che ha il cibo di modificare lo stato di salute, in meglio o in peggio. Sfatando luoghi comuni quali: "Hai bisogno di consumare carne per assimilare proteine" oppure: "I latticini sono utili perché ti forniscono il calcio" ecc., mette in luce il lato oscuro dell'alimentazione moderna e della pubblicità fuorviante, quando propone immagini idilliache che si rivelano veri e propri attentati alla salute. 
Grazie a un linguaggio semplice e immediato, Ciò che non sai sul cibo che potrebbe salvarti la vita permette di comprendere l'origine delle principali malattie dell'era moderna e si rivela una guida preziosa per tutti coloro che ritengono che la buona salute cominci a tavola, per chi vuole cambiare modo di alimentarsi e migliorare così la propria condizione, per chi segue o vorrebbe seguire un'alimentazione vegetariana o vegana, per chi ha a cuore il proprio benessere e quello dei propri cari.
 ...

Scelte Alimentari non Autorizzate

Dai cibi di distruzione di massa a una nuova coscienza agroalimentare

di Marco Pizzuti

SCELTE ALIMENTARI NON AUTORIZZATE
Dai cibi di distruzione di massa a una nuova coscienza agroalimentare
di Marco Pizzuti

La rivoluzione scientifica e culturale della nutrigenomica, oltre i pericoli del cibo industriale, gli inganni della scienza ufficiale e i condizionamenti pubblicitari.
Il cibo ormai non è più come un tempo e per ottenere le vitamine di un'arancia degli anni '30 oggi ne dobbiamo consumare 8. Frutta e verdura sono quasi insapori e in ogni alimento troviamo tracce di sostanze tossiche all'origine di molte patologie.
Multinazionali onnipotenti stanno utilizzando la genetica per brevettare gli alimenti e impadronirsi del mercato mondiale del cibo, mentre alcuni scienziati denunciano pericolose manipolazioni scientifiche che hanno come unico scopo il massimo profitto.
Quasi tutta la mangimistica dei nostri allevamenti è già stata sostituita con prodotti geneticamente modificati e i generi alimentari di eccellenza italiani sono stati contaminati da ciò che mangiano gli animali.
Tuttavia, i ricercatori della nutrigenomica stanno guidando una rivoluzione scientifica e culturale sugli eccezionali effetti di una corretta alimentazione: attivare geni preziosi del nostro DNA, disattivare quelli difettosi, guarire dalle malattie o prevenirle senza medicine.
La salute è il bene più prezioso che abbiamo, ed è opportuno conoscere i pericoli del cibo industriale, gli alimenti da evitare e come applicare le nuove scoperte nella vita di tutti i giorni.
"Chi controlla il cibo controlla la popolazione."
Henry Kissinger...

Ingredienti Pericolosi

Guida ai veleni della vita quotidiana - Alimenti, indumenti, cosmetici e prodotti per l'igiene personale, giocattoli, detergenti, prodotti per il bricolage e per il giardinaggio

di Rachel Frèly

INGREDIENTI PERICOLOSI  - LIBRO
Guida ai veleni della vita quotidiana - Alimenti, indumenti, cosmetici e prodotti per l'igiene personale, giocattoli, detergenti, prodotti per il bricolage e per il giardinaggio
di Rachel Frèly

Ingredienti pericolosi dimostra che nei paesi industrializzati sono di uso comune più di 72.000 sostanze tossiche presenti ovunque: in casa, in giardino, nei campi, persino negli alimenti, negli indumenti, nei giocattoli e nei prodotti che usiamo paradossalmente per il nostro "benessere".
 Pesticidi, diserbanti, additivi, edulcoranti di sintesi, diossina, ftalati, formaldeide, cloro, solventi, benzene e molti altri veleni esercitano sulla salute e sull'ambiente un impatto devastante.
 Il pesante tributo lo paghiamo con un numero crescente di casi di allergie, patologie respiratorie tra cui l'asma infantile, malattie degenerative e tumori.
 Un prezzo davvero troppo alto al quale abbiamo il diritto e la possibilità di dire basta.
 Rachel Frély svela i retroscena, informa e insegna a leggere l'etichetta dei prodotti che usiamo e consumiamo nella quotidianità e ci aiuta a compiere scelte consapevoli, perché vivere senza veleni è possibile.
 Il taglio pragmatico e la semplicità di utilizzo fanno di questo manuale un valido strumento nella scelta di uno stile di vita sano ed ecologico.
 
 -  I veleni nel cibo: conservanti, coloranti, aromi artificiali, addensanti, edulcoranti.
 -   I veleni nei prodotti per il bricolage: formaldeide, benzene, toluene.
 -  I veleni nei detergenti: ammoniaca, cloro, sbiancanti ottici, solventi.
 -  I veleni in giardino: insetticidi, pesticidi ed erbicidi.
 -   I veleni nell'acqua: nitrati, pesticidi, metalli pesanti.
 -  I veleni nei prodotti per l'infanzia e nei giocattoli. 
 - Le soluzioni alternative 
  Indice
  Introduzione
 1. I veleni nell'alimentazione
2. I veleni in casa: materiali da costruzione, mobili e complementi d'arredo
3. I veleni nei prodotti per la pulizia
4. I veleni nei prodotti per l'infanzia
5. I veleni in medicina
6. I veleni in giardino
7. I veleni nell'acqua
 Bibliografia
Stampa
Internet
 Nota sull'autrice
 Dall'Introduzione Per nutrirvi e vivere senza angosce eccessive non fate come lo struzzo, bensì informatevi e imparate a leggere bene l'etichetta! Variate i distributori.
 Senza trasformarvi in paranoici, questa guida vi aiuterà ad avere i riflessi pronti, così da individuare i veleni e riuscire a sostituirli, se possibile in maniera ecologica e naturale.
  Puntate su una maggior semplicità e su un ritorno all'autenticità....

Il Mostro in Tavola

L'inchiesta che svela i pericoli contenuti nel cibo che mangiamo

di Davide Ciccarese

IL MOSTRO IN TAVOLA  - LIBRO
L'inchiesta che svela i pericoli contenuti nel cibo che mangiamo
di Davide Ciccarese

Alimentarsi nel modo giusto è una scelta che oggi più che mai può innescare una cambiamento
 di cui noi possiamo essere gli attori principali
Davide Ciccarese
 Un'inchiesta approfondita sulle tante ombre che circondano la produzione e la commercializzazione del cibo che mangiamo.
 Oggi produciamo troppo e male, e gli alimenti di cui ci nutriamo sono sempre più manipolati. C'è una pericolosa convergenza, ricca di effetti negativi, tra gli interessi della scienza e quelli della criminalità: il mercato alimentare è un business tra i più ricchi e liquidi, mentre la sperimentazione sugli alimenti dà risultati immediati.
 ll paradosso che viviamo ogni giorno è quello che ormai nessuno conosce davvero gli ingredienti di ciò che mangia.
 Il libro di Davide Ciccarese è ricchissimo di informazioni e di dati.
 I temi trattati sono numerosi: si va dall'agropirateria (i cibi falsi, come i San Marzano cinesi) alle pandemie alimentari, dalle verdure che non marciscono mai allo zafferano colorato, dai pesticidi alla carne alla diossina, dallo zucchero di sintesi alle mozzarelle blu, dai vini con l'aggiunta dei solfiti al pesce al mercurio, dai grassi vegetali idrogenati ai tantissimi conservanti, fino alle scadenze fittizie.
 Ciccarese fornisce esempi e ricostruisce alcuni dei casi più clamorosi, ma soprattutto spiega come evitare le contraffazioni e le adulterazioni, grazie a una maggiore consapevolezza. Occorre raccogliere sempre maggiori informazioni sui cibi che mangiamo, leggere bene le etichette e confrontarle, affidarsi a produttori locali, conosciuti e apprezzati, diffidando della pubblicità.
 Non è più solo una questione economica, ma di salute e di benessere. 
 Indice L'inganno del cibo
La potenza del cibo
Vino mistificato
Succhi senza frutta
Frutta bacata
Amara dolcezza
Carne guasta
Pesce low cost
Latte e formaggi
Grassi vegetali
Verdure non verdure
Pesticidio
Finanza e caffeina
Zafferano pirata: l'oro giallo
Pandemie alimentari
Spreco di cibo
Cibo e futuro
L'era del cibo
Cosa fare nel quotidiano?
 L'inganno del cibo - Anteprima del libro "Il Mostro in Tavola" In questo libro ci metteremo sulle tracce sia di geniali mistificatori sia di semplici goffi criminali da strapazzo. Scenari di una spy story in cui il protagonista, il consumatore, non riesce a venire a capo della verità nella babele del cibo.
 Ingredienti che possono diventare veleni senza antidoto.
 Una trappola a basso prezzo o falsificazioni delle migliori opere d'autore, come i prosciutti o i premiati formaggi stagionati. Vini battuti alle migliori aste, falsi vinacci da tavola, apprezzati, rifiutati e ancora apprezzati, nella totale confusione tra i veri e i falsi. Finanza criminosa e speculatrice della nera bevanda chiamata caffè. L'oro giallo del mondo, lo zafferano, un bene prezioso che cresce nella terra, contrabbandato e rivenduto a ignari consumatori.
 Continua a leggere: > L'inganno del cibo - Anteprima del libro "Il Mostro in Tavola"...

Processo alla Carne

Tutto quello che non ci hanno mai detto sul rapporto tra cibo e cancro (e non solo)

di Franco Berrino, Pino Africano, Michele Emiliano

PROCESSO ALLA CARNE - LIBRO
Tutto quello che non ci hanno mai detto sul rapporto tra cibo e cancro (e non solo)
di Franco Berrino, Pino Africano, Michele Emiliano

Un dialogo tra un magistrato e un esperto di salute, stilato come un rapporto processuale, un ragionamento a due sul cibo e sulla salute.
Un magistrato interroga, come "persona informata dei fatti", uno dei massimi esperti nel nostro Paese sullo stretto rapporto tra ciò che mangiamo e la nostra salute.
Secondo l'American Institute for Cancer Research, le cattive abitudini alimentari sono responsabili di circa 3 tumori su 10; per il Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro, il 30-40% dei tumori può essere evitato con una dieta più sana; per l'Airc il consumo di cibi di origine animale (e quindi l'assunzione eccessiva di grassi saturi e ferro in essi contenuti) è correlato all'aumento del colesterolo, dei livelli di insulina nel sangue, dell'infiammazione del tratto intestinale e del rischio di patologie e tumori; per l'Organizzazione Mondiale della Sanità è sufficiente introdurre un consumo sufficiente di frutta e verdura fresca al giorno per salvare ogni anno circa 3 milioni di vite.
Un libro molto originale, con due autori che non ti aspetti, e che si legge con passione: domande incalzanti e provocatorie, risposte chiare e sintetiche, di una logica stringente.
E alla fine le pillole della salute: in 130 secondi si leggono le cose essenziali da sapere....

Disintossicati e Recupera la Salute in 11 Giorni

di Bernard Jensen

DISINTOSSICATI E RECUPERA LA SALUTE IN 11 GIORNI - LIBRO
di Bernard Jensen

Una dieta detox per disintossicarsi! La maggior parte delle malattie di oggi è di natura cronica. Come prevenirle e curarle?
Il dottor Bernard Jensen, già autore del bestseller Intestino Libero, in questa guida spiega come superare una condizione di cronicità attraverso un corretto stile di vita, una buona alimentazione e un programma disintossicante.
 Questa guida ti spiega come disintossicare il tuo organismo attraverso una dieta detox di 11 giorni.
 Attraverso un regime alimentare prevalentemente vegano puoi ottenere la pulizia di tutto il corpo e recuperare o mantenere una salute perfetta.
 Leggendo questo opera puoi:
 
 - capire come le indisposizioni del colon influiscono su altri organi;
 - conoscere e seguire un’alimentazione che ti aiuta a superare molte malattie croniche.
  Nel testo ci sono, inoltre, indicazioni per ripristinare lo stato integrale di salute:
 
 - esercizi di ginnastica;
 - consigli per un’alimentazione che tenga conto del meccanismo acido/alcalino;
 - integratori alimentari o fitoterapici utili....
CIò CHE NON SAI SUL CIBO CHE POTREBBE SALVARTI LA VITA - LIBRO
di Stefano Momentè

• I farmaci nel cibo
• I danni della caseina
• Cibo cotto o cibo crudo?
• Alimentazione e malattie
• La vera dieta mediterranea
• Quando il sistema immunitario si ribella
• Le diete iperproteiche: dalla padella alla brace
• Perché mangiamo carne: la verità sulle proteine
Sei davvero sicuro che quello che hai nel piatto ti faccia bene? E sai cosa ti viene nascosto sul cibo? Qual è il rapporto tra alimentazione e le cosiddette malattie del benessere?
Basandosi su una ricca bibliografia di studi scientifici, Stefano Momentè dimostra quanto ancora sia limitata la conoscenza sul potere che ha il cibo di modificare lo stato di salute, in meglio o in peggio. Sfatando luoghi comuni quali: "Hai bisogno di consumare carne per assimilare proteine" oppure: "I latticini sono utili perché ti forniscono il calcio" ecc., mette in luce il lato oscuro dell'alimentazione moderna e della pubblicità fuorviante, quando propone immagini idilliache che si rivelano veri e propri attentati alla salute. 
Grazie a un linguaggio semplice e immediato, Ciò che non sai sul cibo che potrebbe salvarti la vita permette di comprendere l'origine delle principali malattie dell'era moderna e si rivela una guida preziosa per tutti coloro che ritengono che la buona salute cominci a tavola, per chi vuole cambiare modo di alimentarsi e migliorare così la propria condizione, per chi segue o vorrebbe seguire un'alimentazione vegetariana o vegana, per chi ha a cuore il proprio benessere e quello dei propri cari.
 ...

Ciò che non sai sul Cibo che potrebbe salvarti la Vita

di Stefano Momentè

• I farmaci nel cibo
• I danni della caseina
• Cibo cotto o cibo crudo?
• Alimentazione e malattie
• La vera dieta mediterranea
• Quando il sistema immunitario si ribella
• Le diete iperproteiche: dalla padella alla brace
• Perché mangiamo carne: la verità sulle proteine

Sei davvero sicuro che quello che hai nel piatto ti faccia bene? E sai cosa ti viene nascosto sul cibo? Qual è il rapporto tra alimentazione e le cosiddette malattie del benessere?

Basandosi su una ricca bibliografia di studi scientifici, Stefano Momentè dimostra quanto ancora sia limitata la conoscenza sul potere che ha il cibo di modificare lo stato di salute, in meglio o in peggio. Sfatando luoghi comuni quali: "Hai bisogno di consumare carne per assimilare proteine" oppure: "I latticini sono utili perché ti forniscono il calcio" ecc., mette in luce il lato oscuro dell'alimentazione moderna e della pubblicità fuorviante, quando propone immagini idilliache che si rivelano veri e propri attentati alla salute. 

Grazie a un linguaggio semplice e immediato, Ciò che non sai sul cibo che potrebbe salvarti la vita permette di comprendere l'origine delle principali malattie dell'era moderna e si rivela una guida preziosa per tutti coloro che ritengono che la buona salute cominci a tavola, per chi vuole cambiare modo di alimentarsi e migliorare così la propria condizione, per chi segue o vorrebbe seguire un'alimentazione vegetariana o vegana, per chi ha a cuore il proprio benessere e quello dei propri cari.

 

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*