Chico Xavier: il mese della verità, Luglio 2019

Come alcuni appassionati di profezie ricorderanno, questo mese di Luglio 2019, coincide con la data chiave data da Chico Xavier per il contatto extraterrestre. Sempre che non scoppi la Terza Guerra Mondiale che vanificherebbe tutto!

Francisco Cândido Xavier, più conosciuto come Chico Xavier, (2 aprile 1910 – 30 giugno 2002), è stato un medium del movimento spiritista brasiliano. È stato anche scrittore e filantropo, ha psicografato più di 450 libri, ha venduto più di 50 milioni di copie e ha donato tutto il ricavato delle sue opere letterarie. Così è presentato il medium brasiliano su wikipedia, e quello che più stupisce, è la totale donazione in favore dei poveri e dei bisognosi di tutto quello che ha guadagnato. Questo gli ha conferito una fama e un rispetto sconfinato in tutto il Sud America.

Perchè il veggente è famoso in tutto il mondo? Per le sue profezie e perchè indica nel luglio del 2019 la data ultima prima del grande contatto extraterrestre, a patto che l’umanità non sia così stupida da innescare una nuova grande terribile guerra.

Libri e varie...

La profezia

Chico Xavier sosteneva e confidava agli amici più prossimi che, in occasione dell’arrivo dell’uomo sulla luna il 20 luglio del 1969, sarebbe avvenuto un incontro tra le potenze celesti del nostro sistema solare, per controllare il progresso della società terrena. In quell’occasione, avrebbero deciso, quindi, di concedere un periodo di 50 anni per evolverci moralmente e convivere pacificamente senza provocare una terza guerra mondiale.

Se fossimo riusciti a convivere in questo modo fino alla “Data Limite”, l’umanità, da quel momento in poi, sarebbe stata pronta ad entrare in una nuova era della sua esistenza e eventi magnifici si sarebbero verificati dappertutto, addirittura i nostri fratelli di altri pianeti sarebbero stati espressamente autorizzati a presentarsi pubblicamente e ufficialmente agli abitanti della terra.

E se l’attualissima ennesima crisi IRAN-USA sfociasse in un conflitto mondiale?

Questo nella migliore ipotesi: quella in cui l’umanità riuscisse a rimanere in pace fino al termine dei 50 anni. Ma cosa succederebbe se le nazioni entrassero in un conflitto nucleare? Qualora l’umanità decidesse di seguire il malaugurato cammino della Terza Guerra Mondiale, con conseguenze imprevedibili e catastrofiche, in quel frangente Madre Terra, sotto l’egida della “Vita Maggiore” reagirebbe con violenza impensabile anche per i nostri scienziati.

L’essere umano inizierebbe così il “Grande Scontro”, ma a terminarlo sarebbero le forze telluriche terrestri, stanche degli abusi umani… e noi ci confronteremmo allora con immani sismi, maremoti ed enormi onde conseguenti agli tsunami.

Vedremmo l’esplosione di vulcani estinti da tantissimo tempo; dovremmo affrontare sferzate di disgeli che farebbero spostare i poli, con effetti tragici sulle zone costiere per l’innalzamento delle acque, e in tale occasione, le ceneri vulcaniche associate alle radiazioni nucleari nocive, finirebbero per rendere completamente inabitabili tantissime zone della Terra.

Ragazzi mancano pochi giorni al 20 luglio 2019… non facciamo scherzi che io il periodo di pace e amore infinito me lo godrei più che volentieri!

Fonte: https://www.nibiru2012.it/chico-xavier-mese-verita-luglio-2019/

Libri e varie...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *