Bellissimo “Discorso all’Umanità” di Charlie Chaplin (da: “Il grande dittatore”)

“Mi dispiace, ma io non voglio fare l’imperatore. Non voglio né governare né comandare nessuno. Vorrei aiutare tutti: ebrei, ariani, uomini neri e bianchi”.

Charlie Chaplin ne "Il Grande dittatore"

Charlie Chaplin ne “Il Grande dittatore”

“Tutti noi esseri umani dovremmo unirci, aiutarci sempre, dovremmo godere della felicità del prossimo. Non odiarci e disprezzarci l’un l’altro. In questo mondo c’è posto per tutti. La natura è ricca e sufficiente per tutti noi.

La vita può essere felice e magnifica, ma noi l’abbiamo dimenticato. L’avidità ha avvelenato i nostri cuori, fatto precipitare il mondo nell’odio, condotti a passo d’oca verso le cose più abiette.

Abbiamo i mezzi per spaziare, ma ci siamo chiusi in noi stessi. La macchina dell’abbondanza ci ha dato povertà, la scienza ci ha trasformati in cinici, l’abilità ci ha resi duri e cattivi. Pensiamo troppo e sentiamo poco.

Più che macchine ci serve umanità, più che abilità ci serve bontà e gentilezza. Senza queste qualità la vita è vuota e violenta e tutto è perduto.

L’aviazione e la radio hanno avvicinato la gente, la natura stessa di queste invenzioni reclama la bontà dell’uomo, reclama la fratellanza universale. L’unione dell’umanità.

Persino ora la mia voce raggiunge milioni di persone. Milioni di uomini, donne, bambini disperati, vittime di un sistema che impone agli uomini di segregare, umiliare e torturare gente innocente. Non disperate! Perché l’avidità che ci comanda è soltanto un male passeggero, come la pochezza di uomini che temono le meraviglie del progresso umano.

"Il grande dittatore" di Charlie Chaplin

“Il grande dittatore” di Charlie Chaplin

L’odio degli uomini scompare insieme ai dittatori. Il potere che hanno tolto al popolo, al popolo tornerà. E qualsiasi mezzo usino, la libertà non può essere soppressa.

Soldati! Non cedete a dei bruti, uomini che vi comandano e che vi disprezzano, che vi limitano, uomini che vi dicono cosa dire, cosa fare, cosa pensare e come vivere! Che vi irregimentano, vi condizionano, vi trattano come bestie! Voi vi consegnate a questa gente senza un’anima! Uomini macchine con macchine al posto del cervello e del cuore. Ma voi non siete macchine! Voi non siete bestie! Siete uomini! Voi portate l’amore dell’umanità nel cuore. Voi non odiate. Coloro che odiano sono solo quelli che non hanno l’amore altrui. Soldati, non difendete la schiavitù, ma la libertà!

Ricordate che nel Vangelo di Luca è scritto: «Il Regno di Dio è nel cuore dell’Uomo». Non di un solo uomo, ma nel cuore di tutti gli uomini. Voi, il popolo, avete la forza di creare le macchine, il progresso e la felicità. Voi, il popolo, avete la forza di fare si che la vita sia bella e libera. Voi potete fare di questa vita una splendida avventura.

Soldati, in nome della democrazia, uniamo queste forze. Uniamoci tutti! Combattiamo tutti per un mondo nuovo, che dia a tutti un lavoro, ai giovani la speranza, ai vecchi la serenità ed alle donne la sicurezza.

Promettendovi queste cose degli uomini sono andati al potere. Mentivano! Non hanno mantenuto quelle promesse e mai lo faranno. E non ne daranno conto a nessuno. Forse i dittatori sono liberi perché rendono schiavo il popolo.

Combattiamo per mantenere quelle promesse. Per abbattere i confini e le barriere. Combattiamo per eliminare l’avidità e l’odio. Un mondo ragionevole in cui la scienza ed il progresso diano a tutti gli uomini il benessere. Soldati! Nel nome della democrazia siate tutti uniti!”

Tratto da: Charlie Chaplin, “Il grande dittatore”

Fonte: hovistocosechevoiumani.wordpress.com

I 7 PASSI DEL PERDONO (VIDEOCORSO DIGITALE)
La scienza della felicità - Un metodo rivoluzionario per guarire e realizzarsi

I 7 Passi del Perdono (Videocorso Digitale)

La scienza della felicità - Un metodo rivoluzionario per guarire e realizzarsi

I 7 Passi del Perdono, ideato dal Dr. Daniel Lumera, rappresenta probabilmente lo studio integrato più completo sul perdono e offre all'utente un metodo teorico e pratico per arrivare a comprenderne gli straordinari effetti sul corpo e sulla salute, sulla creatività e sulla forza vitale, sulle emozioni, sui pensieri, nelle relazioni, nell'integrazione del passato e nella sfera spirituale e della coscienza.

In questo Videocorso viene presentato il metodo de I 7 Passi del Perdono e i diversi livelli di comprensione e realizzazione del perdono per ottenere cambiamenti nella sfera personale, relazionale e collettiva. Il perdono non è un atto puntuale, ma un processo che comprende delle fasi ben precise, che permettono di attraversare tre tappe fondamentali:

  • recuperare la capacità di liberarsi dalla sofferenza
  • guarire i propri squilibri
  • realizzarsi

Gli esercizi contenuti possono essere applicati sia per se stessi sia per gli altri.

Questo Videocorso è uno strumento di comprensione della dimensione più straordinaria del perdono, dove si perdono i limiti e i confini conosciuti e si entra in un'area di esperienza che unisce scienza e coscienza, modificando profondamente il tessuto della realtà, sia quella interiore sia quella relativa al mondo che ci circonda.

Questo videocorso è valido per avere accesso ai corsi di specializzazione della ISF (International School of Forgiveness), l'Istituto Internazionale di Formazione fondato nel 2013 da Daniel Lumera, dedicato al profondo impatto del perdono sugli individui, nelle relazioni e nella trasformazione della società.

...

Un commento

  1. Meraviglioso ma purtroppo stanno vincendo loro, siamo manipolati più di quanto non lo siamo mai stati, e lo saremo sempre di piu, il nostro cervello non pensa più, sta diventando solo una memoria, e manipolati ci stiamo distruggendo noi e questo meraviglioso pianeta in nome dell’idiozia. Un bacio a tutti vi abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *