Accogliamo la calma dell’Autunno

di Gabriella Origano

“L’autunno è una seconda primavera dove ogni foglia è un fiore” (Albert Camus)

Quando arriva l’autunno, le giornate soleggiate e calde finisco e si accorciano, le foglie colorate dalle mille sfumature cadono, creando uno spettacolo unico che la natura ci regala ispirando pittori e poeti di tutti i tempi.
Secondo le leggi della natura (Tao) gli alberi si spogliano per poter risparmiare l’energia e affrontare l’inverno. Per alcune specie animali, che si preparano ad affrontare situazioni avverse, è il momento per entrare in letargo.

Per l’uomo invece, il passaggio dall’estate all’inverno, rappresenta spesso il rientro al ritmo incalzante della routine quotidiana, quando invece bisognerebbe rallentare e prepararsi al rigore dell’inverno. Tra settembre e ottobre le agende si riempiono di qualsiasi tipo di proposta culturale, sportiva, creativa,  pianificando  attività e obiettivi  allo scopo di ottimizzare i mesi invernali che seguiranno. Ma l’autunno è la stagione ideale per concentrare l’energia sull’ascolto ed entrare in  contatto con il proprio spazio interiore.

Secondo il Feng Shui l’autunno è caratterizzato dall’energia metallo, che nella vita viene associato all’ordine, all’organizzazione, alla chiarezza, al guardarsi dentro, a porre l’attenzione verso se stessi e al fare delle riflessioni su quanto si è fatto.

Libri e varie...

È l’energia del fuoco caratterizzata dall’estate, che esprime espansione, movimento e che accelera i processi: gli alberi sono al massimo della fioritura e gli animali in piena attività. Le vacanze sono sempre attive, mare, spiaggia, sole, amicizie, nuove esperienze. A volte le vacanze estive richiedono così tanta energia e impegno che quasi ci dimentichiamo di riposare, sembra un paradosso ma d’estate siamo così frenetici che al rientro spesso siamo più stanchi di prima.

L’autunno, invece, è la stagione del lasciar andare e  come avviene in natura è il periodo più propizio per eliminare il superfluo. E’ un buon momento per riordinare il guardaroba o la casa in generale, iniziare una dieta depurativa o programmare un’attività introspettiva che possa essere di supporto alla nostra crescita personale.

È importante osservare come la natura con le sue regole lentamente si appresta al letargo dell’inverno. Quando le giornate si accorciano e le temperature calano gradualmente dobbiamo iniziare a pensare al recupero delle energie per prepararci all’anno solare con il suo nuovo ciclo produttivo. In autunno, l’albero durante lo spoglio, concentra tutte le sue energie all’interno.

Oggigiorno, grazie agli ambienti artificiali non abbiamo più l’esigenza di difenderci e ripararci dal freddo, di riposare seguendo il ciclo della luce, la stessa tecnologia ha modificato la naturale durata di 24 ore della giornata a cui i nostri corpi erano abituati e ci spinge ad andare a letto sempre più tardi.

Il disturbo del sonno va spesso attribuito proprio alla tecnologia che ci circonda, è consigliabile allora spegnere il wifi, i cellulari e i dispositivi elettronici prima di andare a letto per recuperare energia attraverso un sonno profondo e riposante.

È importante non sottovalutare questo aspetto del riposo, perché il periodo che ci attende e che abbiamo appena iniziato a vivere, è molto intenso (YANG) e solo attraverso attività rilassanti (meditazione/arte/musica, attività YIN) possiamo bilanciare questo aspetto. Stessa cosa per quanto riguarda l’ambiente, è opportuno vivere in ambienti tranquilli e confortevoli (di tipo YIN).

Concediamoci del tempo per ritrovare un ciclo naturale del corpo e della mente. Nella scelta di cosa fare dopo le vacanze, non trascuriamo il riposo, scegliamo attività per il nostro benessere, dedichiamoci a momenti di rigenerazione, diamo degli stop al nostro sistema. Non rischiamo di perderci nella solita frenesia del fare, adottiamo un approccio un po’ più lento solo così riusciremo a raggiungere ciò che appare sfuggente!

Articolo di Gabriella Origano

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte d’informazioni sul Feng Shui: Master Paola Neglia – LivingNaturally.it

Fonte: http://news.olisticmap.it/arti-per-il-benessere/accogliamo-la-calma-del-autunno-di-gabriella-origano/

Libri e varie...
STOP ALLO STRESS
Guida pratica per gestire meglio tempo ed energia
di Marcella Danon

Stop allo Stress

Guida pratica per gestire meglio tempo ed energia

di Marcella Danon

Lo stress, indispensabile alla sopravvivenza, consente all'organismo di fornirci un surplus di energia ogni qualvolta dobbiamo affrontare un imprevisto o una minaccia.

Ma è un meccanismo antico, ancora tarato sulla possibilità di incontrare, ogni tanto, una tigre dai denti a sciabola o un'orsa coi suoi cuccioli. Oggi, un ingorgo stradale o una richiesta inaspettata, ci stravolgono fisicamente tanto quanto i pericoli con cui si confrontavano i nostri antenati. La grossa differenza consiste nel fatto che non possiamo in nessun modo dare sfogo all'energia pronta all'uso né neutralizzare l'adrenalina ormai in circolazione nell'organismo.

La reazione di difesa dell'organismo diventa, così, ben più pericolosa dei problemi che la generano. Ad aggravare la situazione, gioca anche il diverso stile di vita e l'alta frequenza degli imprevisti con cui ci confrontiamo quotidianamente e quindi l'iperattivazione di questo prestito energetico senza il tempo necessario per il recupero dell'equilibrio alterato.

Stop allo stress vuole essere una guida pratica che ci accompagna nel conoscere la natura, la fisiologia e la dinamica dello stress, per insegnarci a non subirlo ma a gestirlo attraverso una maggior presenza a noi stessi e alla realtà da affrontare, per elaborare le strategie di volta in volta più adatte alla circostanza, per garantirci attività utili a scaricare le tensioni e tempi di recupero indispensabili dopo ogni picco.

"Non siamo condannati allo stress purtroppo dilagante e liberarsene non vuol dire necessariamente tornare a vivere in campagna o nascondersi in cima a una montagna. Lo scopo di questo libro è insegnare a mettere in atto una progressiva trasformazione interiore per cambiare l'atteggiamento con cui affrontiamo anche solo una metropolitana affollata, una tangenziale bloccata, una pila di documenti da registrare o un nuovo progetto da realizzare."

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *