Abuela Margarita, discendente del popolo Maya: “La morte non esiste”

Abuela Margarita, Nonna Margherita, guaritrice e guardiana della tradizione maya, è cresciuta con la sua bisnonna, che era guaritrice e faceva “miracoli”.

Abuela Margarita

Abuela Margarita

“Quando desidero qualcosa.. chiedo a me stessa…” dice Abuela Margarita, che pratica e conosce i circoli di danza del sole, della terra, della luna, e la ricerca della visione. Appartiene al consiglio degli anziani indigeni e si dedica a seminare salute e conoscenza in cambio della gioia che le produce il farlo, perché per mantenersi continua a coltivare la terra.

Quando viaggia in aereo e le assistenti di volo le danno un nuovo bicchiere di plastica, lei si afferra al primo: “No, ragazza, questo va a finire alla Madre Terra”. Sprizza saggezza e potere, è qualcosa che si percepisce nitidamente. I suoi rituali, come gridare alla terra il nome del neonato, affinché riconosca e protegga il suo frutto, sono esplosioni di energia che fanno bene a chi è presente; e quando ti guarda negli occhi e ti dice che siamo sacri, si muove qualcosa di profondo.

Lei ci dice: «Ho 71 anni. Sono nata in campagna, nello stato di Jalisco, Messico, e vivo in montagna. Sono vedova, ho due figlie e due nipoti da parte delle mie figlie, però ne ho a migliaia con cui ho potuto imparare l’amore senza attaccamento. La nostra origine sono la madre Terra e il padre Sole. Sono venuta sulla terra per ricordare a voi ciò che c’è dentro ciascuno

Libri e varie...

Noi e l'Infinito

Scopri la coscienza del mondo

di Vittorio Marchi

NOI E L'INFINITO  - DVD
Scopri la coscienza del mondo
di Vittorio Marchi

Il professor Vittorio Marchi ci rivela la sua profonda conoscenza dei misteri dell'Universo e della sua struttura naturale e intelligente, fornendo risposte chiare ai complessi interrogativi della scienza.
 Da millenni l'uomo vive sulla Terra un dualismo culturale e genetico: l'osservatore e l’osservato, la separazione tre me e l'Altro, l'alienazione tra uomo ed ecologia, tra uomo e Dio.
 Tra l'essere umano e il suo corpo interferiscono medici e farmaci, tra individui e collettività si inseriscono politici e media, mentre in realtà tra spirito e materia esiste un vuoto pieno: tutto è interconnesso.
 Marchi illustra con maestria e leggerezza una preziosa enciclopedia di concetti ed esempi di fisica classica e contemporanea, mostrando la nostra evoluzione come esseri.
 La grande rivelazione che ci attende è che:
la morte non esiste, perché noi siamo l'UNO....

Sastun

Apprendistato con un guaritore Maya

di Rosita Arvigo

SASTUN
Apprendistato con un guaritore Maya
di Rosita Arvigo

Don Elijo è uno sciamano Maya quasi centenario che vive nelle foreste pluviali del Centroamerica. Cura ogni genere di malattie con la medicina degli Antichi e con l'ausilio di un "oggetto di potere" - il Sastun - collegamento diretto con gli spiriti Maya. La sua figura è leggendaria e spesso giungono a lui malati considerati incurabili o con problemi "soprannaturali".
 Rosita Arvigo, terapeuta americana, lo incontra quasi per caso e, affascinata dalla portata delle sue conoscenze, chiede al curandero di poter diventare sua allieva.
 Sastun è la storia affascinante di questo incontro, il reciproco riconoscersi di due esseri intimamente votati alla cura delle sofferenze umane, sebbene assai distanti per cultura e tradizione.
 La Arvigo riuscirà appieno nel suo compito, divenendo guaritrice essa stessa e ricevendo dalle divinità Maya il suo personale Sastun.
 Attualmente, lo studio delle piante di don Elijo presso Istituti di Ricerca americani ha rilevato sorprendenti proprietà curative antitumorali e anti-AIDS....

La Morte non Esiste

di Francesco Brunelli

LA MORTE NON ESISTE
di Francesco Brunelli

Quando l'uomo è messo di fronte a qualcosa molto più grande di lui, delle sue forze, quando è precipitato nell'abisso e nel buio, riesce a riconoscere dentro di sé una forza nuova e prima sconosciuta, nascosta dal quotidiano dei pregiudizi e delle convenzioni sociali… La morte non esiste, attraverso una trama serrata ed avvincente, apre il lettore ad una nuova attenzione verso la globalità della realtà che lo circonda, mettendolo in cammino…
 L'Autore ha inserito nel testo una precisa chiave di lettura esoterica, che nasconde importanti messaggi sulla natura nascosta della razza umana e la formula del segreto della Creazione, così come tramandata dalle antiche civiltà del nostro pianeta sino a noi attraverso la ininterrotta Tradizione Iniziatica. Si tratta di un codice segreto fatto di parole, numeri e colori che appaiono e scompaiono nel testo, e che sta al lettore attento cercare di scoprire e mettere in sequenza intuitivamente (provando e riprovando, "solve et coagula"), sotto l'apparenza del linguaggio di un avvincente romanzo di fantascienza…
 Seppure il tema narrativo sia collocato in un futuro a breve termine, il lettore avrà la suggestione analogica di trovarsi, al di sopra del tempo e dello spazio, dentro la letteratura iniziatica medievale come nel calendario cosmico di civiltà estinte da migliaia di anni… Forse, per cominciare a capire che gran parte del pensiero dell'uomo si esaurisce nella memoria inconscia di sé stesso attraverso decine di migliaia di anni…...

La Morte Non Esiste

La mia vita oltre i confini della vita

di Pippo Franco , Rita Coruzzi

LA MORTE NON ESISTE
La mia vita oltre i confini della vita
di Pippo Franco
                                  ,                          Rita Coruzzi

Non siamo esseri umani in cerca di un'esperienza spirituale ma esseri spirituali in cerca di un'esperienza umana.
 A partire da questa convinzione Pippo Franco rilegge la sua avventura esistenziale e artistica in una chiave originale, capace di andare al di là dei semplici avvenimenti autobiografici - l'infanzia, le prime esperienze professionali, il successo in teatro e in televisione - e di approdare attraverso la filigrana della fede oltre i confini della vita. A guidare questo percorso è la presenza dello Spirito, una forza che sostiene e trasforma la vita quotidiana con doni speciali che definiscono la missione terrena di ogni persona.
 Avvenimenti eclatanti, coincidenze, miracoli, incontri sono gli ingredienti dell'esperienza di un uomo e di un artista che non si è lasciato intimidire dal soprannaturale, ma ha deciso di indagarlo, scoprendo come sia possibile entrare in contatto con quelle voci e quelle presenze che in maniera misteriosa e coinvolgente ci parlano dell'aldilà. Sono voci che suggeriscono una speranza: la morte non è l'ultima parola, ma una porta che si apre sull'infinito....

Vivi Ora e Oltre la Morte

Un libro per sempre

di Elisabeth Kübler-Ross

VIVI ORA E OLTRE LA MORTE
Un libro per sempre
di Elisabeth Kübler-Ross

Un libro che invita a vivere ogni giorno come se fosse l'ultimo che trascorriamo con le persone che amiamo: solo così potremo apprezzare molto di più i nostri simili, invece di lamentarci sempre, e il mondo sarebbe molto più bello.
 Un testo importante della dottoressa svizzera, scomparsa nel 2004, che è stata una delle psichiatre più conosciute del nostro tempo, fondatrice della moderna ricerca sulla morte, detta anche "psicotanatologia" e uno dei più noti esponenti dei death studies.
 La sua definizione delle cinque fasi del morire (rifiuto, rabbia, negoziazione, depressione e accettazione), oggi riconosciuta a livello scientifico, è stata una vera rivoluzione nella ricerca sulla morte.
 Per il suo instancabile lavoro, stimato in tutto il mondo, ha ricevuto venti lauree ad honorem in diverse università e college. Il Time Magazine l'ha inserita tra le 100 grandi personalità scientifiche e intellettuali del XX secolo.
 In questo libro l'Autrice ci rivela la risposta alla domanda di gran lunga più importante sulla vita e sulla morte: Come possiamo preparare la nostra vita oggi per riconciliarci con la nostra morte?
 La Kübler-Ross diceva: "La Terra è la scuola della vita, dobbiamo vivere questa esistenza fisica per imparare le cose che non possiamo imparare dall'altra parte. Perché dall'altra parte sperimenteremo soltanto l'amore incondizionato"....

La Morte è di Vitale Importanza

Riflessioni sul passaggio dalla vita alla vita dopo la morte

di Elisabeth Kübler-Ross

LA MORTE è DI VITALE IMPORTANZA
Riflessioni sul passaggio dalla vita alla vita dopo la morte
di Elisabeth Kübler-Ross

L'autrice, laureata in medicina e specializzata in psichiatria, narra le sue esperienze a contatto con i malati terminali nelle corsie degli ospedali, restituendoci intatti gli ultimi istanti dei pazienti: bambini, adulti, anziani; ci illustra gli stati d'animo dei parenti al capezzale degli ammalati, aiutandoci a comprendere con quanta grazia e pace suprema lo spirito umano si prepara ad affrontare la vita eterna.
 Già, perché la morte, come emerge da queste pagine intense e commoventi, non è che un passaggio sublime e dolcissimo, che ciascuno di noi può vivere come tale, lasciandosi alle spalle i rimpianti per la vita terrena, la paura del distacco dalle persone amate e le incognite per ciò che ci attende nell'Aldilà.
 Un testo illuminante che può aiutare tutti noi ad affrontare l'idea della morte con serenità e nella consapevolezza che la Verità non è di questo mondo.
 Un grande classico scritto da una delle autrici più amate e rispettate sul tema della morte e del morire.
 'Le persone sono come le vetrate colorate: brillano e scintillano quando c'è il sole, ma, al calar delle tenebre, la loro vera bellezza si rivela solo se vi è una luce al loro interno".
 "Dal mio lavoro pluridecennale con gli ammalati è risultato evidente che, nonostante esistiamo da milioni di anni come esseri umani, non siamo ancora riusciti a comprendere chiaramente quella che forse è la questione più importante, e cioè la definizione, il significato e lo scopo della vita e della morte.
 E mia intenzione esaminare con voi una parte di questa ricerca riguardante la morte e la vita ultraterrena".
Elisabeth Kübler-Ross...

«Dove andiamo dopo questa vita?»

«Oh, figlia mia, a divertirci. La morte non esiste. La morte è semplicemente lasciare il corpo fisico, se vuoi.»

«Come se vuoi…?»

«Te lo puoi portare via. Mia bisnonna era chichimeca (NdT: popolazioni seminomadi dell’America centro-sud, termine peggiorativo un po’ come i nostri zingari), sono cresciuta con lei fino ai 14 anni, era una donna prodigiosa, una guaritrice, magica, miracolosa. Ho imparato molto da lei.»

«Ormai si nota che lei è una saggia, Nonna.»

«Il potere del cosmo, della terra e del grande spirito è lì per tutti, basta prenderlo. Noi guaritori valorizziamo e amiamo molto i 4 elementi (fuoco, acqua, aria, terra), li chiamiamo nonni. Una volta ero in Spagna, accudivo a un fuoco e ci siamo messi a chiacchierare.»

«Con chi?»

«Con il fuoco. “Io sono in te”, mi disse. “Lo so già”, risposi. “Quando decidi di morire ritornerai allo spirito, perché non ti porti il corpo?” disse. “Come faccio?” domandai.»

«Interessante conversazione.»

«“Tutto il tuo corpo è pieno di fuoco e anche di spirito” mi disse, “occupiamo il cento per cento dentro di te. L’aria sono i tuoi modi di pensare e ascendono se sei leggero. Di acqua abbiamo più del’80% e sono i sentimenti ed evaporano. E terra siamo meno del 20%, cosa ti costa portarti via questo?”»

«E perché vuoi il corpo?»

Abuela Margarita guaritrice may«Ovvio, per godermela, perché mantieni i 5 sensi e ormai non soffri di attaccamenti. Adesso sono qui con noi gli spiriti di mio marito e di mia figlia.» «Il morto più recente della mia famiglia è mio suocero, che se ne è andato a più di 90 anni. Tre mesi prima di morire decise il giorno. “Se me ne dimentico” ci disse “ricordatemelo.” Arrivò il giorno e glielo ricordammo. Si lavò, si mise vestiti nuovi e ci disse: “Ora me ne vado a riposare”. Si buttò sul letto e morì. Lo stesso vi posso raccontare della mia bisnonna, dei miei genitori, delle mie zie.»

«E lei, nonna, come vuole morire?»

«Come il mio maestro Martinez Paredes, un maya poderoso. Andò in montagna e disse: “Al tramonto venite a prendere il mio corpo”. Lo si udì cantare tutto il giorno e quando andarono a cercarlo, la terra era piena di orme. Così voglio morire io, danzando e cantando. Sapete cosa ha fatto mio padre?»

«Cosa ha fatto?»

«Una settimana prima di morire andò a raccogliere i suoi passi. Percorse i luoghi che amava e visitò la gente che amava e si prese il lusso di salutare. La morte non è morte, è la paura che abbiamo del cambiamento. Mia figlia mi sta dicendo: “Parla di me” e perciò vi parlerò di lei.»

«Anche sua figlia decise di morire?»

«Sì. C’è molta gioventù che non può realizzarsi, e nessuno desidera vivere senza senso.»

«Cosa vale la pena?»

«Quando guardi gli occhi e lasci entrare l’altro in te e tu entri nell’altro e diventate uno. Questa relazione di amore è per sempre, lì non c’è noia. Dobbiamo capire che siamo esseri sacri, che la Terra è nostra madre e il Sole nostro padre. Fino a pochissimo tempo fa gli Huicholes (NdT: detti anche Wirrarika o Wixarika o Huichol, sono nativi americani della Sierra Madre Occidentale del Messico, adorano il cactus allucinogeno peyote) non accettavano contratti di proprietà della terra. “Come sarei proprietario della madre Terra?” dicevano.

«Qui la terra si sfrutta, non si venera.»

«La felicità è tanto semplice! Consiste nel rispettare ciò che siamo, e siamo terra, cosmo e grande spirito. E quando parliamo della madre terra, parliamo anche della donna che deve occupare il suo posto di educatrice.»

Abuela Margarita«Qual’è la missione della donna?»

«Insegnare all’uomo ad amare. Quando avranno imparato, avranno un’altra maniera di comportarsi con la donna e con la madre terra. Dobbiamo vedere il nostro corpo come sacro e sapere che il sesso è un atto sacro, quello è il modo per renderlo dolce e che ci riempia di senso. La vita arriva per mezzo di questo atto d’amore. Se banalizzi questo, cosa ti resta? Restituire il potere sacro alla sessualità cambia la nostra attitudine verso la vita. Quando la mente si unisce al cuore tutto è possibile. Voglio dire qualcosa a tutto il mondo…»

«…?»

«Che possono usare il potere del Grande Spirito nel momento in cui lo vogliono. Quando capisci chi sei, i tuoi pensieri diventano realtà. Io, quando ho bisogno di qualcosa, lo chiedo a me stessa. E funziona.»

«Ci sono molti credenti che pregano Dio, e Dio non concede.»

«Perché una cosa è chiedere l’elemosina e un’altra ordinare a se stessi, sapere cos’è ciò di cui hai bisogno. Molti credenti sono diventati dipendenti, e lo spirito è totalmente libero; di questo bisogna convincersi. Ci hanno insegnato ad adorare immagini invece di adorare noi stessi e adorarci tra di noi. Senza sentirsi imbarazzati. Dobbiamo utilizzare la nostra ombra, essere più leggeri, affinare le capacità, capire. Allora è facile curare, esser telepatici e comunicare con gli altri, le piante, gli animali. Se decidi di vivere tutte le tue capacità per fare il bene, la vita è piacere

«Da quando lo sa?»

«Alcuni momenti prima di morire mia figlia mi disse: “Mamma, prendi la tua pipa sacra, devi condividere la tua saggezza e viaggerai molto. Non temere, io ti accompagnerò.” Io vidi con grande sorpresa come lei si incorporava al cosmo. Sperimentai che la morte non esiste. L’orizzonte si ampliò e le percezioni persero i limiti, per questo ora posso vederla e ascoltarla, lo crede possibile?»

«Sì.»

«I miei antenati hanno lasciato a noi nonni la custodia della conoscenza: “Verrà il giorno in cui si ritornerà a condividere in circoli aperti”. Credo che questo tempo sia arrivato.»

http://www.youtube.com/x5jDj6CbIRY

«Una delle mie attività, da vari anni, è parlare del risveglio del femminino. Credo che in questi tempi il femminino, che sta sia nell’uomo che nella donna, e che è Amore, sia realizzarsi con Amore. L’Amore non è soltanto la sessualità, l’Amore è la disponibilità ad amare. Il Potere è dentro di noi. Anche la Paura. Infatti, noi nasciamo con queste due possibilità: l’Amore e la Paura. A furia di metterci in testa la svalutazione, eccola, ora c’è, sta accadendo. Io credo che sia meglio non aver paura.»

«La donna deve cominciare a credere nel proprio valore, a crederci moltissimo, ad amarsi e onorarsi. Deve cominciare a sapere che vale. Nel ’93, su invito degli indigeni Seminoles, ho camminato per due mesi e mezzo attraverso tutta la Florida, proprio dalla punta fino alla frontiera nord. Camminavamo ogni giorno, e il tema era: il cambiamento attraverso la donna.»

«Riguardo a questo argomento, una delle cose che dicevo è che migliaia e migliaia, se non milioni – e non credo di esagerare! – di anni fa, la donna era considerata uguale all’uomo, con l’unica differenza di essere, rispettivamente, manifestazione femminile e maschile. Fino a quando la donna fu considerata in questo modo, la Terra non fu mai avvelenata. Mai. Il giorno in cui la donna lasciò il suo spazio, fu il giorno in cui la Terra cominciò ad esser avvelenata. Le spiegazioni sono molte, anche se non voglio addentrarmi troppo nell’argomento adesso, comunque dicono che i Maya, e gli Olmechi, conoscessero il simbolo del Cerchio, la forza della ruota, ma non la fecero mai girare, perché era il Cerchio della Vita, perché sapevano che il giorno in cui si fosse fatta girare la ruota, sarebbero sorte le industrie, e tutto quello che sta accadendo in questo momento.»

«Questo è quello che posso dire: il Cerchio della Vita è qualcosa che ha uno stretto rapporto con l’Amore, con il fatto che siamo tutti, un punto sul bordo (la circonferenza) e, al contempo, possiamo entrare facilmente in relazione con il Centro, di modo che, a sua volta, il Centro si occupi del posto dove ci troviamo (A.M. indica con la mano di nuovo la circonferenza).»

«La mia casa si chiama Hunab Ku. È rotonda. Hunab Ku vuol dire Dio nella lingua Maya. Nella mia casa metto del sahumerio, del coppale (una resina di origine vegetale), del cedro o qualche altra pianta che serve ad onorare, e onoro la mia casa. I mattoni della mia casa sono vivi – le mura sono di mattone. Il tetto della mia casa è di legno ed è vivo. Io non penso che è morto, credo che possa anche parlare. Poiché la mia casa è viva, onoro anche me stessa, con una foto mia grande così. Quando ricevetti questa foto, avevo un po’ di piantine di orchidee, e ora ci metto sempre dei fiori. Anche se sembra strano, perché si tratta della mia foto… però dentro questa scimmia che cammina, che sono io, (ride) c’è il Grande Spirito. Dunque, onorarci serve, perché dobbiamo esser ben consapevoli, del tutto sicuri che Dio è dentro di noi, sin dal giorno in cui siamo stati concepiti. Dopo i 65 anni poi diventiamo oro in polvere per l’umanità.»

«Ho una cerimonia, che chiamo Flor y Canto (fiore e canto), che si fa con la luna piena, e contiene vari canti, e uno fa così:

LUNA PIENA, LUNA PIENA,

RIEMPIMI, RIEMPIMI D’AMORE,

LUNA PIENA, LUNA PIENA,

RIEMPIMI, RIEMPIMI D’AMORE.

NONNA LUNA, NONNA LUNA,

CAMBIA I MIEI SENTIMENTI

IN PURO AMORE,

NONNA LUNA, NONNA LUNA,

CAMBIA I MIEI SENTIMENTI

IN PURO AMORE. 

Traduzione in italiano di Anna Paola Maestrini

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte: http://www.versoilsole.it/soltrenews/spiritualit%C3%A0/347-quando-desidero-qualcosa-chiedo-a-me-abuela-margarita.html

Libri e varie...

La Luce Dopo la Vita

Un viaggio scientifico nel mondo spirituale

di Konstantin Korotkov

LA LUCE DOPO LA VITA
Un viaggio scientifico nel mondo spirituale
di Konstantin Korotkov

I cambiamenti che avvengono in una persona durante il processo di morte sono
 di grandissimo interesse. I numerosi casi di persone che hanno sperimentato la
 morte clinica e che hanno avuto esperienze mistiche sono la dimostrazione che 
la morte non è il processo di trasformazione della sostanza intellettuale vivente 
in cenere, ma il processo di separazione del corpo mortale dall'anima immortale.
È possibile osservare oggettivamente il processo di separazione di due sostanze, l'anima immortale e il corpo mortale, senza basarsi su testimonianze dirette? Il processo avviene immediatamente, o l'anima lascia il corpo in modo graduale?
Queste sono alcune delle domande dal significato universale fondamentale che necessitano di risposte convincenti, poiché determinano il nostro atteggiamento verso il mondo e la nostra posizione in esso.
II dottor Korotkov risponde a queste domande nel libro: unico nel suo genere, con
tiene i dati e le riflessioni ricavati dalle osservazioni e dall'analisi dell'attività post
mortem negli esseri umani. Il dottor Korotkov ha messo a punto lestrumentazioni e il software per codurre questi esperimenti usando la fotografia kirlian....

La Morte non Esiste

di Francesco Brunelli

LA MORTE NON ESISTE
di Francesco Brunelli

Quando l'uomo è messo di fronte a qualcosa molto più grande di lui, delle sue forze, quando è precipitato nell'abisso e nel buio, riesce a riconoscere dentro di sé una forza nuova e prima sconosciuta, nascosta dal quotidiano dei pregiudizi e delle convenzioni sociali… La morte non esiste, attraverso una trama serrata ed avvincente, apre il lettore ad una nuova attenzione verso la globalità della realtà che lo circonda, mettendolo in cammino…
 L'Autore ha inserito nel testo una precisa chiave di lettura esoterica, che nasconde importanti messaggi sulla natura nascosta della razza umana e la formula del segreto della Creazione, così come tramandata dalle antiche civiltà del nostro pianeta sino a noi attraverso la ininterrotta Tradizione Iniziatica. Si tratta di un codice segreto fatto di parole, numeri e colori che appaiono e scompaiono nel testo, e che sta al lettore attento cercare di scoprire e mettere in sequenza intuitivamente (provando e riprovando, "solve et coagula"), sotto l'apparenza del linguaggio di un avvincente romanzo di fantascienza…
 Seppure il tema narrativo sia collocato in un futuro a breve termine, il lettore avrà la suggestione analogica di trovarsi, al di sopra del tempo e dello spazio, dentro la letteratura iniziatica medievale come nel calendario cosmico di civiltà estinte da migliaia di anni… Forse, per cominciare a capire che gran parte del pensiero dell'uomo si esaurisce nella memoria inconscia di sé stesso attraverso decine di migliaia di anni…...

La Morte e la Vita Dopo la Morte

Morire è come nascere

di Elisabeth Kübler-Ross

LA MORTE E LA VITA DOPO LA MORTE
Morire è come nascere
di Elisabeth Kübler-Ross

Nel campo della ricerca sulla morte, la dottoressa Elizabeth Kübler-Ross si è meritatamente conquistata grande fama. Le innumerevoli ore che trascorse accanto ai pazienti allo stadio terminale le consentirono di fare scoperte in seguito confermate da altri ricercatori, ormai patrimonio acquisito di questo campo di studio. 
 Elizabeth Kübler-Ross non esitò a mettere a repentaglio il suo buon nome di scienziata affermando ciò che le esperienze dei morenti le avevano insegnato: la morte in realtà non esiste, "è un passaggio a un altro stato di coscienza, in cui si continua a crescere psichicamente e spiritualmente". "Per tanti secoli", disse, "si è cercato di convincere la gente a credere alle cose ultraterrene. Per me non è più questione di credere, ma di sapere: la morte è soltanto il passaggio ad una casa più bella!"....

Vivi Ora e Oltre la Morte

Un libro per sempre

di Elisabeth Kübler-Ross

VIVI ORA E OLTRE LA MORTE
Un libro per sempre
di Elisabeth Kübler-Ross

Un libro che invita a vivere ogni giorno come se fosse l'ultimo che trascorriamo con le persone che amiamo: solo così potremo apprezzare molto di più i nostri simili, invece di lamentarci sempre, e il mondo sarebbe molto più bello.
 Un testo importante della dottoressa svizzera, scomparsa nel 2004, che è stata una delle psichiatre più conosciute del nostro tempo, fondatrice della moderna ricerca sulla morte, detta anche "psicotanatologia" e uno dei più noti esponenti dei death studies.
 La sua definizione delle cinque fasi del morire (rifiuto, rabbia, negoziazione, depressione e accettazione), oggi riconosciuta a livello scientifico, è stata una vera rivoluzione nella ricerca sulla morte.
 Per il suo instancabile lavoro, stimato in tutto il mondo, ha ricevuto venti lauree ad honorem in diverse università e college. Il Time Magazine l'ha inserita tra le 100 grandi personalità scientifiche e intellettuali del XX secolo.
 In questo libro l'Autrice ci rivela la risposta alla domanda di gran lunga più importante sulla vita e sulla morte: Come possiamo preparare la nostra vita oggi per riconciliarci con la nostra morte?
 La Kübler-Ross diceva: "La Terra è la scuola della vita, dobbiamo vivere questa esistenza fisica per imparare le cose che non possiamo imparare dall'altra parte. Perché dall'altra parte sperimenteremo soltanto l'amore incondizionato"....

Sastun

Apprendistato con un guaritore Maya

di Rosita Arvigo

SASTUN
Apprendistato con un guaritore Maya
di Rosita Arvigo

Don Elijo è uno sciamano Maya quasi centenario che vive nelle foreste pluviali del Centroamerica. Cura ogni genere di malattie con la medicina degli Antichi e con l'ausilio di un "oggetto di potere" - il Sastun - collegamento diretto con gli spiriti Maya. La sua figura è leggendaria e spesso giungono a lui malati considerati incurabili o con problemi "soprannaturali".
 Rosita Arvigo, terapeuta americana, lo incontra quasi per caso e, affascinata dalla portata delle sue conoscenze, chiede al curandero di poter diventare sua allieva.
 Sastun è la storia affascinante di questo incontro, il reciproco riconoscersi di due esseri intimamente votati alla cura delle sofferenze umane, sebbene assai distanti per cultura e tradizione.
 La Arvigo riuscirà appieno nel suo compito, divenendo guaritrice essa stessa e ricevendo dalle divinità Maya il suo personale Sastun.
 Attualmente, lo studio delle piante di don Elijo presso Istituti di Ricerca americani ha rilevato sorprendenti proprietà curative antitumorali e anti-AIDS....

La Morte Non Esiste

La mia vita oltre i confini della vita

di Pippo Franco , Rita Coruzzi

LA MORTE NON ESISTE
La mia vita oltre i confini della vita
di Pippo Franco
                                  ,                          Rita Coruzzi

Non siamo esseri umani in cerca di un'esperienza spirituale ma esseri spirituali in cerca di un'esperienza umana.
 A partire da questa convinzione Pippo Franco rilegge la sua avventura esistenziale e artistica in una chiave originale, capace di andare al di là dei semplici avvenimenti autobiografici - l'infanzia, le prime esperienze professionali, il successo in teatro e in televisione - e di approdare attraverso la filigrana della fede oltre i confini della vita. A guidare questo percorso è la presenza dello Spirito, una forza che sostiene e trasforma la vita quotidiana con doni speciali che definiscono la missione terrena di ogni persona.
 Avvenimenti eclatanti, coincidenze, miracoli, incontri sono gli ingredienti dell'esperienza di un uomo e di un artista che non si è lasciato intimidire dal soprannaturale, ma ha deciso di indagarlo, scoprendo come sia possibile entrare in contatto con quelle voci e quelle presenze che in maniera misteriosa e coinvolgente ci parlano dell'aldilà. Sono voci che suggeriscono una speranza: la morte non è l'ultima parola, ma una porta che si apre sull'infinito....
VIVI ORA E OLTRE LA MORTE
Un libro per sempre
di Elisabeth Kübler-Ross

Un libro che invita a vivere ogni giorno come se fosse l'ultimo che trascorriamo con le persone che amiamo: solo così potremo apprezzare molto di più i nostri simili, invece di lamentarci sempre, e il mondo sarebbe molto più bello.
 Un testo importante della dottoressa svizzera, scomparsa nel 2004, che è stata una delle psichiatre più conosciute del nostro tempo, fondatrice della moderna ricerca sulla morte, detta anche "psicotanatologia" e uno dei più noti esponenti dei death studies.
 La sua definizione delle cinque fasi del morire (rifiuto, rabbia, negoziazione, depressione e accettazione), oggi riconosciuta a livello scientifico, è stata una vera rivoluzione nella ricerca sulla morte.
 Per il suo instancabile lavoro, stimato in tutto il mondo, ha ricevuto venti lauree ad honorem in diverse università e college. Il Time Magazine l'ha inserita tra le 100 grandi personalità scientifiche e intellettuali del XX secolo.
 In questo libro l'Autrice ci rivela la risposta alla domanda di gran lunga più importante sulla vita e sulla morte: Come possiamo preparare la nostra vita oggi per riconciliarci con la nostra morte?
 La Kübler-Ross diceva: "La Terra è la scuola della vita, dobbiamo vivere questa esistenza fisica per imparare le cose che non possiamo imparare dall'altra parte. Perché dall'altra parte sperimenteremo soltanto l'amore incondizionato"....

Vivi Ora e Oltre la Morte

Un libro per sempre

di Elisabeth Kübler-Ross

Un libro che invita a vivere ogni giorno come se fosse l'ultimo che trascorriamo con le persone che amiamo: solo così potremo apprezzare molto di più i nostri simili, invece di lamentarci sempre, e il mondo sarebbe molto più bello.

Un testo importante della dottoressa svizzera, scomparsa nel 2004, che è stata una delle psichiatre più conosciute del nostro tempo, fondatrice della moderna ricerca sulla morte, detta anche "psicotanatologia" e uno dei più noti esponenti dei death studies.

La sua definizione delle cinque fasi del morire (rifiuto, rabbia, negoziazione, depressione e accettazione), oggi riconosciuta a livello scientifico, è stata una vera rivoluzione nella ricerca sulla morte.

Per il suo instancabile lavoro, stimato in tutto il mondo, ha ricevuto venti lauree ad honorem in diverse università e college. Il Time Magazine l'ha inserita tra le 100 grandi personalità scientifiche e intellettuali del XX secolo.

In questo libro l'Autrice ci rivela la risposta alla domanda di gran lunga più importante sulla vita e sulla morte: Come possiamo preparare la nostra vita oggi per riconciliarci con la nostra morte?

La Kübler-Ross diceva: "La Terra è la scuola della vita, dobbiamo vivere questa esistenza fisica per imparare le cose che non possiamo imparare dall'altra parte. Perché dall'altra parte sperimenteremo soltanto l'amore incondizionato".

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*