8 Lezioni sull’Alimentazione di T. C. Campbell

Il biochimico statunitense T. Colin Campbell, autore di “The China Study”, ha fatto della sana alimentazione la propria missione di vita.

Reso famoso dal suo studio comparativo tra l’alimentazione cinese e quella occidentale:The China Study”, Campbell è anche autore di “Whole. Vegetale e Integrale’”, libro che completa il precedente lavoro di ricerca. Nelle sue opere il nutrizionista americano si concentra sul rapporto tra alimentazione e malattia, ma le sue conclusioni sono state e continuano ad essere oggetto di controversie. Ciò non toglie che il suo punto di vista sia rivoluzionario nel campo dell’alimentazione. Le sue affermazioni hanno inoltre portato molti a seguire le sue regole nutritive, uno tra tutti Bill Clinton.

E’ davvero possibile fare regredire una malattia o addirittura evitarla, soltanto tramite l’assunzione consapevole di cibo? Ecco per te alcune citazioni tratte dai libri di Campbell, che potrebbero farti cambiare idea sul cibo e sul mangiare.

# 1 Consapevolezza

È tempo di opporsi, sgomberare il campo e assumere il controllo della nostra salute.”

Viviamo credendo di sapere perfettamente come dobbiamo comportarci quando la nostra salute comincia a perdere colpi. Siamo cresciuti nella cultura del libero arbitrio, del ‘io decido per me’, ma sono solo parole. In realtà, è il dottore o chi per esso a dirci come affrontare un’eventuale malattia o il più banale dei raffreddori. Affidarsi ad un esperto è un atto meccanico, compiuto senza rifletterci.

Campbell non dice di evitare i medici, ma di assumere maggiore consapevolezza nei confronti del proprio corpo. Dobbiamo riprendere il timone del nostro motore, svegliare la coscienza ed eliminare ogni sorta di passività.

# 2 Informazione

Benché molti di noi pensino di essere bene informati sull’alimentazione, le cose non stanno così. Tendiamo a seguire le diete dettate dalla moda.

Internet è un’arma a doppio taglio quando si parla di informazione. Può creare conoscenza o confusione, spingere verso scelte sbagliate o indurre a comprendere meglio il fenomeno preso in esame.

Detto ciò, la natura umana non è cambiata radicalmente con l’avvento della rete: seguire le mode del momento è stata l’attività off-line principale di tutte le epoche, digitali e non. Ora però che le informazioni sono alla portata di tutti, è necessario alzare il livello di responsabilità e diventa fondamentale imparare a discriminare le notizie corrette da quelle fasulle o tendenziose.

Campbell ci dice di ragionare con la nostra testa e di compiere scelte adatte ed utili alla nostra salute, piuttosto che decidere un piano alimentare soltanto perché lo segue il divo del momento o lo pubblicizza un nuovo canale tv.

# 3 Moderazione

Viviamo nel benessere e spesso di benessere moriamo. Mangiamo ogni giorno della settimana come re e regine al banchetto, e finiamo per lasciarci la vita.

I tempi moderni sono sfarzosi e spreconi si sa, a nostro rischio e pericolo. Da quando i supermercati ci hanno dato la possibilità di accedere autonomamente ad enormi quantità di cibo, la lista della spesa non comprende più solo il necessario, ma contempla il superfluo.

Che l’alimentazione occidentale sia copiosa non è certo una novità, ma il fatto che stia raggiungendo livelli critici deve farci allarmare. Campbell ci implora di moderare le nostre razioni giornaliere, di cominciare a togliere le quantità di cibo che vanno oltre il sostentamento quotidiano.

Perché mangiamo? Perché sfoghiamo a tavola i nostri malesseri? Siamo ciò che mangiamo: prendere consapevolezza del modo in cui ci nutriamo può aiutarci a capire chi siamo.

# 4 Cibo & malattia

Chi non conosce il cibo non può capire le malattie dell’uomo.

In The China Study, Campbell pone in rapporto diretto cibo e malattia. E’ ciò che introduciamo nel nostro corpo che può farci ammalare, quindi è dal cibo che bisogna partire per capire le cause dei vari disturbi che affliggono la nostra salute. D’altro canto, l’alimentazione è l’antidoto: per Campbell è possibile nutrirsi non solo in modo sano, ma anche salutare.

# 5 mai più malattie

Una buona dieta è l’arma più potente di cui disponiamo contro la malattia.

La sana alimentazione sconfigge le malattie presenti nel nostro corpo e tiene lontane quelle potenziali, così dice Campbell. Sapere di avere nella propria dispensa l’alleato più economico ed efficace contro disturbi vari sembra impossibile, eppure nutrirsi in modo equilibrato può preservarci dal fare la fila dal dottore o in farmacia. Dipende solo da noi se continuare il circolo vizioso o cambiare radicalmente regime alimentare e tornare in salute.

# 6 Nutrizione

L’alimentazione rappresenta le attività combinate di numerosissime sostanze nutritive. L’intero è più grande della somma delle sue parti.

Ogni alimento apporta specifiche sostanze nutritive al nostro corpo e ciascuna è utile e necessaria ad assolvere un compito preciso. Non dobbiamo diventare dei chimici per alimentarci in modo corretto, basta il buon senso ed una corretta informazione, che non è mai quella mainstream.

# 7 Cibo & estetica

I benefici prodotti da una dieta a base di cibi di origine vegetale, sono molto più vari e stupefacenti di qualsiasi farmaco o intervento chirurgico impiegati nella pratica medica.

“Una mela al giorno toglie il medico di torno”, non è solo un proverbio o un modo di dire. Per Campbell, è quanto mai concreto e reale il bisogno di affidarci a cibi sani per migliorare il nostro stile di vita. Non esiste farmaco dimagrante od operazione chirurgica allo stomaco, che possano dare gli stessi effetti duraturi e non compromettenti che il buon cibo può fornire.

Ovviamente seguire una dieta richiede più tempo, costanza ed impegno dell’ingerire una pillola o dell’affidarsi ad un medico, ma dipende da noi. Bisogna decidere cosa si vuole ottenere, capire quali sono le ragioni che ci spingono a voler cambiare il nostro corpo e fare i conti con la propria coscienza. Ancora una volta, prendere consapevolezza della propria alimentazione può diventare l’inizio di un percorso per conoscere se stessi.

# 8 Cominciamo!

“Se volete la vitamina C o il beta-carotene, non ricorrete al flacone nell’armadietto dei medicinali, ma al cestino della frutta o alla verdura verde in foglia.”

Nei suoi libri, Campbell ha inserito moltissime ricette in linea con la sua visione nutritiva, nonché informazioni, anche dettagliate, su quali cibi fanno bene e quali sono dannosi per la nostra salute. Ancora prima del volerci fare da nutrizionista personale, però, Campbell ci fa riflettere, e ciò è fondamentale affinché i successivi step possano aver luogo. E’ necessario, anzitutto, assumere il controllo, capire che il cibo che scegliamo può ucciderci o salvarci e soprattutto prendere consapevolezza dell’epoca farmaco-dipendente in cui viviamo. Per Campbell una vita senza pillole e medicinali è possibile, basta scegliere una sana alimentazione.

Fonte: http://omnama.it/blog

Libri e varie...
THE CHINA STUDY - EDIZIONE AGGIORNATA E AMPLIATA —
Lo studio più completo sull'alimentazione mai condotto finora. Il bestseller che ha cambiato la scienza della nutrizione.
di T. Colin Campbell, Thomas M. Campbell

The China Study - Edizione aggiornata e ampliata —

Lo studio più completo sull'alimentazione mai condotto finora. Il bestseller che ha cambiato la scienza della nutrizione.

di T. Colin Campbell, Thomas M. Campbell

I risultati sono inequivocabili: Cambia la tua dieta e riduci drasticamente il rischio di cancro, diabete, malattie cardiache e obesità

The China Study è  una fonte inesauribile di informazioni sulla salute: Informazioni oggettive, scientifiche e soprattutto indipendenti di gran valore, di massima utilità e di applicazione efficace. In The China Study sono analizzate diverse tipologie di cancro, malattie che riguardano le ossa, i reni, il cervello, l'obesità, per citarne alcune. Tutte le analisi sono corredate da grafici, tabelle e diagrammi per comprenderle al meglio. Viene analizzata anche l'incidenza dell'alimentazione nella formazione di patologie degenerative (tumori, diabete, malattie cardiovascolari ecc.) e in particolare delle proteine di origine animale.

Basandosi sui risultati di un progetto svolto dall'autore nella Cina rurale, ma andando ben oltre queste constatazioni, The China Study spiega nel dettaglio la correlazione tra alimentazione e malattie. The China Study denuncia anche la disinformazione alimentare prodotta da potenti lobby, enti governativi e scienziati. Si tratta dello studio più completo e affidabile sul rapporto tra la dieta e il rischio di sviluppare malattie.

Gli autori di The China Study (Lo Studio Cina in italiano) denunciano le relazioni tra le case farmaceutiche e la salute e i meccanismi attraverso cui queste riescono ad influenzare la nostra percezione e cura delle patologie.

Questo studio è potenzialmente in grado di salvare milioni di vite umane.

Un'opera colossale! Uno studio completissimo e approfonditissimo durato quasi 30 anni che pone un punto di domanda sulla medicina convenzionale moderna

Dicono del libro

"Lo studio che può essere considerato il Grand Prix dell'epidemiologia".
The New York Times

"Mi propongo di fare niente di meno che ridefinire ciò che noi affermiamo sia una buona alimentazione. Avete bisogno di conoscere la verità sul cibo e perché mangiare nel modo giusto può salvare la vita."
Dott. T. Colin Campbell

Una ricerca approfondita, non una semplice teoria, le cui conclusioni, se applicate, salverebbero la vita a milioni di persone.

Rassegna Stampa

Il cibo conta più dei geni: 10 cose (+ 1) che devi sapere su alimentazione e salute

Periodico: Panorama.it
Giornalista:Marta Buonadonna
Data dell'uscita: 19 settembre 2012

A Panorama parla il guru della nutrizione Colin Campbell: quello che mangiamo ci può curare.

"Una buona dieta è l'arma più potente che abbiamo contro la malattia". Questa frase che si trova nell'introduzione del libro The China Study è quella che più efficacemente riassume il senso di decenni di ricerche nel campo della nutrizione svolte da Colin Campbell. Professore emerito di biochimica nutrizionale alla Cornell University di New York, nel libro già diventato un cult tra gli studiosi della materia e non solo, Campbell racconta le sue scoperte sorprendenti sul legame tra alimentazione e salute.

Il successo di The China Study

Molti lettori amano sottolineare o evidenziare le frasi più interessanti dei libri che leggono, in modo da fissare meglio i concetti più rilevanti. 

Nel 2014 The China Study è entrato nella top 5 dei libri più sottolineati dai lettori! La frase più apprezzata? eccola!

Qual è la proteina maggiormente responsabile del cancro, secondo rilevazioni eseguite con costanza? La caseina, che costituisce l’87% della proteine del latte vaccino, è in grado di innescare tutte le fasi del processo cancerogeno. Che tipo di proteina non ha generato il cancro, anche ad alti livelli di assunzione? Le proteine considerate sicure si sono rivelate essere quelle di origine vegetale, tra cui grano e soia.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *