Il Coraggio dell’Imperfezione

Il Coraggio dell’Imperfezione

di Marco Ferrini
Non considerare quante volte sbagli, ma quanto sei disposto a correggerti.

In molte occasioni mi trovo ad aiutare persone oppresse da sensi di colpa per errori che hanno commesso. Qual è l’attitudine che ci consente di uscire da questa condizione? La potrei sintetizzare nella definizione: “il coraggio dell’imperfezione”.

Come ho spiegato spesso, il coraggio dell’imperfezione è base imprescindibile per il nostro progresso evolutivo. Riconoscere ed accettare i nostri limiti, senza autocommiserazione ma con autentica compassione per noi stessi (ben…

Vai all’articolo

10 Dolorose Verità che troppo spesso dimentichiamo

Dolorose Verità

Ci sono alcune ovvie verità delle quali siamo in fondo pienamente consapevoli, ma che spesso nella realtà pratica di ogni giorno sembriamo ignorare completamente, dirigendo i nostri comportamenti su una rotta totalmente opposta.

Ecco allora degli esempi di alcune verità che dovremmo tenere sempre bene a mente.
1. Amarti non è compito degli altri: è compito innanzitutto tuo.
E’ importante essere gentili con gli altri, ma è ancora più importante essere gentili con se stessi. È necessario amare se stessi per poter riuscire ad ottenere qualcosa in questo mondo. Quindi assicurati di…

Vai all’articolo

Malati di passato

Perdonare

di Vincenzo Bilotta
Normalmente, il passato dovrebbe costituire quel periodo di tempo precedente il QUI E ORA che abbiamo vissuto e nel quale abbiamo compiuto le nostre interazioni nella maniera più consona a quelle che erano le nostre esigenze di allora.
Spesso, però, il nostro passato personale continua a tormentarci con i suoi conflitti irrisolti, le cose non dette, le cose non fatte e i sensi di colpa.

L’umanità, oggi, è malata di una malattia invisibile quanto letale: questa malattia si chiama passato. In realtà, il passato non potrebbe nuocerci in alcun modo SE SOLO…

Vai all’articolo

Cambia il film della tua mente

Cambia il film della tua mente

di Lucia Giovannini
Lasciare andare il passato e concentrarsi sul futuro.

Avete mai conosciuto qualcuno che ha sperimentato uno o più eventi negativi nella sua vita e poi ha costruito le sue scelte, le sue convinzioni e la sua intera esistenza intorno a questi eventi? Costruire la propria esistenza intorno a una tragedia, a una sfortuna o a un’ingiustizia non è forse è la maniera migliore per essere infelici? E’ come rivivere la stessa scena non una, ma mille volte. Cambiare il film disfunzionale che proiettiamo nella nostra mente si può, anzi si deve fare. E’ un atto…

Vai all’articolo