Come si distruggono i talenti sull’altare del conformismo

Rino Gaetano

di Sebastiano Caputo
L’industria culturale nella società dell’intrattenimento denigra la genialità e produce solo talenti profondamente conformisti, effimeri, consumabili, “usa e getta”. La letteratura suggerisce il libro dell’anno, il cinema premia i film più avvincenti, l’arte concepisce “ready made” e “happening”, la musica si riduce al “Talent Show”.
Come in politica, anche nel mondo artistico si distinguono genio e talento. Otto Weininger (filosofo austriaco), morto suicida all’età di ventitré anni per colpa di una scommessa persa con un amico, scriveva a…

Vai all’articolo

Chi diavolo sei tu?

Cosa vedi allo specchio?

Allora, chi diavolo sei tu? Cosa c’è dietro quegli occhi? Quando ti osservi allo specchio, cosa vedi? Vedi il vero te stesso o ciò che sei stato condizionato a credere di essere?

Le due cose sono enormemente diverse. La prima è una coscienza infinita, capace di essere e di creare qualsiasi cosa voglia, la seconda è un’illusione, resa prigioniera dalle limitazioni che essa stessa percepisce e programma.

Quali di questi “tu” esercita il controllo sulla tua vita? L’infinità o la limitazione? L’amare te stesso o il disprezzarti? La libertà di pensiero o la reclusione della…

Vai all’articolo

Spirale del silenzio e paura dell’isolamento

Paura dell'isolamento

Cos’è la spirale del silenzio? La teoria della spirale del silenzio, proposta nel 1984 da Elisabeth Noelle-Neumann, sostiene che le persone hanno sempre un’opinione su quale sia la tendenza della maggioranza in merito a uno specifico tema e, dato che subiscono la paura dell’isolamento, nel caso in cui si trovino ad avere un’opinione difforme da quella della maggioranza, preferiscono tacere la propria opinione.

Quando il setting dell’agenda dei media spinge certi temi all’attenzione pubblica e ne trascura altri, magari più veri e urgenti, questi ultimi cadranno nella spirale del…

Vai all’articolo

Quello che le “Pecore” non fanno

pecoroni

di D. Charles

Avete mai avuto la sensazione di essere circondati da automi, persone che si limitano ad imitare la vita, senza viverla realmente?
Qualcuno li chiama uomini-pecora, cioè gente che si è adattata particolarmente bene a vivere in funzione del ruolo che il sistema ha cucito loro addosso: lavorare/consumare/obbedire. Sono stati programmati per essere docili, stupidi e facilmente comandabili. Sono particolarmente entusiasti nel seguire la cultura che ci ha condotti fin qui, ed amano fondere se stessi nel pensiero e comportamento di gruppo.Colpevolmente disinformati, sono…

Vai all’articolo

I capricci dei bambini saranno riclassificati come disturbi mentali

capricci bambini

di Pamio Lodovico

Gli psichiatri o meglio le Aziende Farmaceutiche stanno lavorando sulla revisione del DSM-IV (Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali) con l’intento di aggiungere una gran quantità di nuovi disturbi psichiatrici.

Il DSM, giunto alla sua quarta edizione, è considerato la “bibbia” della professione psichiatrica. Le disposizioni previste dal Manuale, che esercita una grande influenza sul sistema sanitario americano e mondiale, sono scrupolosamente osservate anche dalle compagnie assicurative, dalle università e perfino dal sistema legale.

Con…

Vai all’articolo