Donald Trump denuncia il Nuovo Ordine Mondiale (NWO) e il Governo Globale – VIDEO

di Luciano Gianazza

Tutti ormai sanno che i cosiddetti poteri occulti cercano di asservire il mondo intero per i loro interessi privati di ricchezza, potere e desiderio di dominare.

Donald Trump

Donald Trump


Le persone che stanno dietro al cosiddetto NWO conoscono la struttura della mente umana, le varie, chiamiamole dimensioni, del mondo spirituale e sanno come agire in esse e creare effetti in quelle dimensioni che poi si riflettono nel mondo fisico.

Queste conoscenze sono ben note nei gradi più alti della Massoneria (quella deviata dal suo scopo originario) e vengono usate non per liberare l’uomo ma per cercare di renderlo sempre più schiavo. Possiamo anche includere la Cabala, in questo contesto, riferendomi sempre all’uso di conoscenze a scopi deviati di dominio.

Quando un individuo finisce nella banda inferiore delle emozioni: antagonismo, collera, tristezza, sfiducia, odio, ecc. perde quel poco di razionalità che ha e inizia a reagire in modo sempre più marcato in maniera distruttiva, fosse anche solo nei propri confronti. Il modo migliore per farlo cadere e mantenerlo in quella fascia il più possibile, sono le falsità e le cattive notizie. E il modo migliore che queste forze conoscono per influenzare ad ampio raggio gli individui, è tramite i media.

I Media

Avrai notato che durante la campagna delle elezioni presidenziali USA, tutti i media, giornali, TV, ecc. hanno cercato di rendere Trump l’essere peggiore della Terra, di esagerare i suoi eventuali difetti o azioni discutibili. E’ stato un martellamento continuo, senza tregua, che ha creato nella mente di molti, l’idea che se Trump fosse stato eletto, sarebbe stato come avere il diavolo nello Studio Ovale.

Non sono stati pochi quindi, anche in Europa, quelli che si sono bevuti questa immagine artefatta di Trump, esprimendo poi di conseguenza il proprio odio anche sui social network, reagendo, semplicemente senza valutare la veridicità delle notizie che i giornali spargevano, ogni giorno.

Tutti i media, inclusi quelli italiani, servono e sono soggetti all’élite che sta dietro al Nuovo Ordine Mondiale. I media italiani, passando da gruppo a gruppo, alla fine sono gestiti da multinazionali e banche, e quindi è facile intuirne il legame con le viarie élite, che a loro volta sono collegate con i vertici del NWO.

Il fulcro delle operazioni del NWO è negli Usa, e sappiamo che ciò che viene stabilito negli USA, poi si riflette in tutto il mondo. Per esempio, quasi tutti i farmaci e vaccini approvati dalla FDA vengono a loro volta approvati, senza reali ulteriori studi, e promossi in EU.

I media americani, che nel 1983 appartenevano a 50 società, ora invece sono controllati, tramite acquisizioni e fusioni, da 6 o 7 multinazionali, includendo non solo l’editoria ma anche reti televisive, case cinematografiche e discografiche.

Mentre Trump veniva diffamato, la Clinton veniva osannata, sminuendo le sue intenzioni guerrafondaie, proposte come rendere obbligatorie le vaccinazioni per poter frequentare la scuola, la corruzione e altro, e promossa come il candidato ideale per l’America. E sapendo a chi appartengono o da chi sono controllati i media, appare ovvio che era il candidato ideale per il NWO. Anche i sondaggi sull’andamento delle elezioni sono stati abilmente fabbricati, effettuandoli in categorie ed aree già note per essere pro Hillary Clinton, facendola apparire quasi sempre in vantaggio.

I giornalisti si sentono non responsabili per gli articoli falsi che scrivono, con la scusa che si attengono al materiale che viene loro fornito, ma è una mera questione di conservare il posto e i privilegi. Chi, invece, riporta la verità viene emarginato, respinto, braccato e incarcerato. Un esempio è il caso di Julian Assange di WikiLeaks, grazie al quale crimini e intenzioni guerrafondaie della Clinton sono stati rivelati, e tali verità hanno smontato la macchina mediatica pro Hillary.

Subito dopo l’elezione di Trump, i media si sono dati una calmata, per quanto stiano covando nuovi modi più sottili per continuare la loro opera di diffamazione, in attesa di nuove direttive. Al momento, si sono limitati a dire che Trump ha vinto perché la maggior parte dei voti a suo favore sono giunti da aree rurali da parte di persone prive di cultura e ignoranti in materia di politica. Come se l’America fosse un paese fatto solo di contadini.

Lo Star System

L’élite ha, ovviamente, le mani in pasta anche nel mondo delle celebrità. Gli attori e le attrici che piacciono, sono suscettibili di influenzare i loro fan, ed è questa la ragione per cui questi poteri occulti cercano di legarli a sé, dando loro particolari privilegi, come avere parti da protagonista nei film, partecipazioni e ospitate a programmi televisivi importanti.

Alcuni attori, attrici e cantanti hanno anche partecipato a riti occulti, una sorta di dichiarazione di volontà di sostenere l’agenda del NWO, in cambio di privilegi per la loro sottomissione.

Molte celebrità si sono esposte anche promuovendo e facendo donazioni, per la campagna di Hillary Clinton. Una ventina di esse hanno dichiarato che se Donald Trump fosse stato eletto, il giorno stesso avrebbero lasciato l’America. Per ora, però, nessuna di loro ha lasciato la propria residenza di Beverly Hills. Pensavano che Hillary avrebbe sicuramente vinto e il loro ego ha sopravvalutato la propria popolarità… di sicuro perderanno diversi fan.

La casta politica

E’ ormai risaputo che quasi tutti i politici sono favorevoli a sostenere l’élite e le varie lobby. L’orientamento politico non fa differenza. MentreTrump si è apertamente dichiarato anti NWO, e di conseguenza non è stato supportato nemmeno dal Partito Repubblicano, del quale era il candidato.

Ben 85 fra senatori, rappresentanti, governatori, tutti politici ben noti negli USA, hanno fatto sapere che non lo avrebbero infatti sostenuto. Il Presidente Obama, che ora i giornali hanno iniziato a citare solo come Mr. Obama, ha tenuto comizi a favore di Hillary, parlando di Trump come di persona inadeguata e incapace di guidare una nazione. Anche lui ha mal calcolato il livello della propria popolarità. Il suo più acceso comizio lo ha fatto in Florida, dove Trump ha poi stravinto.

Obama ha fatto sapere che il suo ultimo atto sarà quello di “perdonare” Hillary per i crimini commessi – come usare in maniera inappropriata materiale sotto segreto di stato, mentire all’FBI e altri reati di corruzione legati alla Clinton Foundation – evitando così che essa possa finire in carcere.

In questo video, Trump afferma in modo evidente che gli USA sono sotto il controllo dell’élite, e questo spiega il perché degli incessanti attacchi nei suoi confronti e ugualmente rende evidente da che parte stanno le organizzazioni e gli individui che hanno partecipato.

 


Se vuoi visionare il video, dopo averlo avviato, puoi attivare i sottotitoli in italiano puntando il mouse sulla parte inferiore del video e cliccando su questo simbolo: sottotitoli-simbolo

Perché l’elité e i suoi affiliati hanno agito in maniera così spudorata, aperta e alla luce del sole, quando solitamente tramano nell’ombra? Perché erano assolutamente convinti di vincere. Ma le persone iniziano a svegliarsi, e la verità trova prima o poi il modo di uscire.

Questo articolo non è stato scritto tanto per parlare a favore di Donald Trump. Non ho possibilità di sapere cosa farà veramente, ma se vogliamo fare un paragone con le mele, fra le due è certamente quella meno bacata, mentre l’altra è sicuramente marcia. Di sicuro ha le sue pecche e suoi interessi da difendere, ma i suoi obiettivi non sono quelli dell’agenda del NWO.

Quello su cui vorrei mettere l’accento, è che, forse tranne quando riportano un incidente stradale in campagna, i media mentono sempre, o riportano cattive notizie vere al solo fine di far crollare il tono emozionale delle persone, o per distrarle dai problemi reali, al fine di renderle facilmente controllabili. E stanno sempre dalla parte dell’élite. E le “cose giuste” da fare che propongono, non sono mai favorevoli a coloro ai quali è riservato il messaggio, ma ai loro padroni.

Avrai notato che la maggior parte dei media sta spingendo per il SÌ riguardo al Referendum Costituzionale del 4 dicembre. A chi giova il SÌ?

Articolo di Luciano Gianazza – Titolo originale: “Donald Trump, i Media, i Vip e la Casta Politica”

Fonte: http://www.lucianogianazza.it/donald-trump-i-media-i-vip-e-la-casta-politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questi ↓↓↓ sono altri POST che potrebbero interessarti...